venerdì 5 luglio 2013

Recensione di La società degli Spiriti di Federica Soprani e Vittoria Corella

Se anche voi, come me, non potete resistere al fascino dell’ambientazione vittoriana, sicuramente dovete dare un’occasione a questo libro!
Si tratta del primo episodio della serie Victorian Solstice della Lite Editions e, come si intuisce dal titolo, è legato ai misteri dell’occulto e dei fantasmi.

Titolo: La società degli Spiriti
Autrici: Federica Soprani e Vittoria Corella
Editore: Lite
Prezzo: ebook - € 1,99

Jericho è un Medium dei bei salotti. Jonas un investigatore che non crede nel paranormale. Quando Lord Kynaston viene trovato fatto a brandelli nel suo studio chiuso dall'interno, il Medium che parla con i morti e il poliziotto più scettico di Scotland Yard sono costretti a lavorare insieme loro malgrado. Dai bordelli per ricchi annoiati fino alla casa del vizio più pericolosa del West End, una detective story vittoriana oscura e sensuale.

Protagonisti della vicenda sono l’ispettore Jonas Marlowe e il Medium Jericho Shelmardine, una coppia quanto mai in contrasto che si ritrova a indagare sulla strana morte di Lord Kynaston. Fin dall’inizio è evidente il disprezzo che Jonas nutre nei confronti di Jericho e della categoria dei medium in generale, tuttavia i due si troveranno a seguire lo stesso caso in virtù delle particolari conoscenze del sedicente sensitivo.
Entrambi hanno un passato doloroso alle spalle che ci viene svelato pian piano, tra un sopralluogo sulla scena del delitto e una visita alla casa del piacere più oscura e pericolosa di Londra.
La lettura è piuttosto breve, ma ne sono stata subito affascinata.
I personaggi sono ben descritti e lasciano intendere una relazione particolare che spero venga approfondita nel secondo capitolo della serie: La Lega dei gentiluomini rossi.
Nel finale, poi, scopriamo il passato di Jericho e devo ammettere di essermi commossa nello scoprire, almeno in parte, i motivi che l’hanno reso l’uomo che è ora. Tra i due protagonisti è sicuramente quello che nasconde più ombre e più misteri da svelare, ma anche Jonas non scherza in quanto a passato tragico. Potrebbe sembrare una storia basata sul patetismo, ma non è affatto così. Entrambi cercano di andare avanti con la propria vita e si impegnano in quello che fanno. La malinconia dei ricordi non fa che rendere l’ambientazione vittoriana più coinvolgente e evocativa.
Sicuramente leggerò presto il secondo capitolo perché i due detective hanno ancora molto da fare e da raccontare!

Ho letto questo e-book in versione epub e ho scoperto che c’erano delle parole evidenziate che rimandavano a siti da cui trarre le definizioni; in particolare è successo per parole legate all’ambientazione vittoriana e quindi di utilizzo comune. E qui devo mostrare la mia ignoranza: non so se è una pratica normale per gli epub (finora ne ho letti pochissimi), in ogni caso l’ho trovata una cosa geniale, soprattutto perché di molte parole non conoscevo il significato preciso.
Vi do appuntamento al secondo capitolo della serie, sperando che anche voi leggiate presto il primo episodio per uno scambio di opinioni ;)

4 commenti:

  1. Ho letto "La società degli spiriti" e sono rimasta affascinata dalla coppia J&J. Le autrici bravissime hanno dato vita a due personaggi che conquistano il lettore con le loro debolezze, le inquietudini di due anime che il destino ha fatto incontrare perchè nella vita nulla è lasciato al caso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo. I due protagonisti sono molto intriganti e il loro passato li porterà sicuramente ad avvicinarsi di più... o almeno spero.
      Spero di riuscire presto a leggere il seguito!

      Elimina
  2. Non vedo l'ora di leggerlo è nella mia lista :)..bella recensione Alaisse

    RispondiElimina