venerdì 4 luglio 2014

Recensione: LA LAPIDE DI ARDESIA di Andrea G. Colombo




Titolo: La lapide di ardesia (con prefazione di Grazia Procino) 
Autore: Andrea G. Colombo 
Editore: Speechless Books 
Nuova edizione: 9 giugno 2014 
Prima edizione: settembre 2012 
Pagine: 40
Prezzo: scaricabile gratuitamente dal sito

Legnano era fatta così.
A volte spariva. 

Durante la festa dei morti, accanto al cimitero, a Legnano viene allestito un luna park. Un contrasto curioso a cui Diego non fa mai caso: in fondo, è sempre stato così. 
La notte di Halloween, mentre i suoi amici si divertono al parco giochi, Diego accompagna Valeria, che trova molto attraente, in un vecchio laboratorio abbandonato, appartenuto al nonno della ragazza. 
Diego non desidera altro che baciarla, Valeria, invece, vuole raccontargli la leggenda della lapide di ardesia proprio dove lei stessa l’ha ascoltata per la prima volta. 
La notte, tuttavia, non asseconderà le aspettative del protagonista e, anzi, sarà il preludio di due giorni di incubo. 
In poche pagine Andrea Colombo scrive un racconto avvincente e suggestivo: la sua penna è sicura e controllata, i tempi della narrazione non sono accelerati nell’ansia di esporre. Colombo si prende lo spazio necessario per rendere reali i suoi personaggi e dare concretezza all’ambiente in cui si muovono. 
Rivela, inoltre, una grande abilità nello strutturare un intreccio che, seppur labirintico, è solido e non lascia smarrito il lettore. Insieme al protagonista, infatti, riesce a ripercorrere gli eventi fino alla terribile rivelazione. 
La lapide di ardesia è un racconto horror da leggere tutto d’un fiato: se vi piacciono le atmosfere rarefatte e vagamente gotiche e le leggende metropolitane, è la lettura che fa per voi.



2 commenti:

  1. Bella recensione per un racconto lungo che leggerò a breve. Amo il genere horror:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ^.^ Ti auguro una buona lettura!

      Elimina