venerdì 31 gennaio 2014

recensione: COME SE FOSSE IERI di IRENE VANNI

Scheda tecnica: 
Titolo: Come se fosse ieri
Autrice: Irene Vanni
Pagine: 327 pp.
Editore: Fabbri Editore
Collana: Fabbri Life

Trama: Nel 1987, dopo intere giornate passate a sognare davanti a Videomusic, quattro ragazzine decidono di scappare di casa per andare al concerto dei Duran Duran. Venticinque anni dopo sono rimaste in tre: Laura, cinica rockettara con la disperata necessità di trovare un lavoro e - se proprio non se ne può fare a meno - un uomo, ma che valga la pena di una storia; Simona, grigia e nevrotica insegnante di latino irrimediabilmente legata a un professore ancora più grigio, che fa l'amore con lei a orari fissi per poi rincasare dalla moglie; Cinzia, ex ragazzina viziata, ex moglie viziata e ora quarantenne rifatta e abbandonata, che si consola fra le braccia di un giovane accompagnatore. Certo, le loro vite non sono come se le erano immaginate, ma un nuovo concerto dei Duran Duran e la promessa fatta a Manuela - scomparsa da poco per una grave malattia - di portarci la figlia adolescente sono l'occasione per trovarsi ancora una volta insieme e scoprire che forse non tutto è perduto. In un pomeriggio d'estate, con le note di "All you need is now" nella testa, basta una corsa in collina a piedi nudi per ritrovare un pizzico della follia dei quindici anni, ribaltare certezze e buttare allegramente all'aria una vita in cui non ci si riconosce più, tanto che il concerto può diventare un semplice pretesto per architettare un nuovo inizio. Perché tutto quello di cui hai bisogno è qui, adesso.

La mia visione d'insieme:
Laura, Manuela, Simona e Cinzia erano molto amiche da ragazzine ma, crescendo, si sono col tempo allontanate anche se c'è lo zampino del furto di un fidanzato. Passati vent'anni circa, Manuela, come ultimo desiderio da malata terminale di cancro, decide di ricomporre il gruppo anche se lei non ne farà più parte e chiede alle sue amiche di portare al concerto dei Duran Duran sua figlia, al suo posto, così come avevano fatto loro da ragazzine.

Scopriamo via via chi sono le protagoniste, con le loro storie, tutte infelici ma che nulla sono al cospetto di quanto capitato a Manuela, la bella e apparente fortunata del gruppo.
Laura è laureata in lettere ma attualmente è disoccupata, per fortuna ha una casa lasciatale dalla nonna ma per il resto vede il suo futuro nero, quanto a uomini si circonda solitamente di rockettari tenebrosi spesso più giovani e che non portano da nessuna parte.
Simona è una docente universitaria che da 15 anni ha una relazione clandestina con un suo ex professore, un uomo maturo e soprattutto sposato, si accontenta di rapporti frettolosi al lunedì sera e sembra andarle bene il torpore della sua intera vita.
Cinzia ha divorziato da qualche tempo, si sente frustrata per non aver combinato nulla nella vita e, così, si da ai ritocchini e ai servigi di un gigolò per combattere la paura del tempo che passa e della solitudine.
Federica, la figlia di Manuela, frequenta una psicologa che guarda caso è la stessa di Cinzia e come un occhio esterno sulla storia di tutte, tesse fili per aiutarle e volgerle al lieto fine per quanto possibile perchè, come dice lei, alla fine è divertente!

Riusciranno queste donne, apparentemente così diverse, a legare di nuovo? Si diraderanno le ombre sulle loro vite? Andranno tutte e quattro al concerto? Questi sono interrogativi di cui lascio scoprire a voi la risposta.

Simpatico il finale e in generale piacevole la lettura, ogni tanto il linguaggio diventa un pò colorito anche se non è mai volgare. Una lettura che potrà piacere in particolare a chi era adolescente durante gli anni '80 e che riporta, almeno in parte, indietro nel tempo.

Indice di gradimento:






mercoledì 29 gennaio 2014

C'è post@ per noi... #39


E tra un esame e l’altro, in questa interminabile sessione, abbiamo trovato il tempo per spulciare qualche nuovo arrivo nella nostra mail. Ecco cosa abbiamo trovato!









Di prossima uscita su Amazon: Paradisi Neurali      
di Leonardo Longanesi

Autore: Leonardo Longanesi

Titolo: Paradisi Neurali

Numero di pagine: 213
Prezzo: 0,89 centesimi di euro sull'amazon store
Data di uscita: 01/02/14

Trama

New York, oggi.
Thomas Fimm è un designer di automobili: la maggior parte della sua vita la passa seduto davanti ad una scrivania di legno in un piccolo ufficio al quarantesimo piano del grande grattacielo Chrysler ad esaminare pratiche e ricevere chiamate interne dai piani più alti e da quelli più bassi. Il poco che gli resta è appena sufficiente per trascinarsi sulla metropolitana, ritirare il cibo take away dal Thailandese sotto casa e cenare velocemente con la moglie per poi cadere stremato sul letto senza neanche togliersi i vestiti. Da quando il suo collega ed amico Roger Simmons è improvvisamente impazzito, salvandosi da una vita in manicomio solamente grazie all'intervento della nuova dirigenza russa subentrata da pochissimo a quella americana, niente sembra essere più come prima. A partire dai soffitti degli ascensori del grattacielo: c'è qualcosa, nei soffitti degli ascensori che è improvvisamente cambiato. C'è qualcosa nella stessa New York che è cambiato. Tutto improvvisamente è più rosso, più oscuro, più malvagio, più surreale di prima. È come se, nell'ombra, qualcuno cospirasse per spingere, un passo dopo l'altro, il povero ed innocente Thomas Fimm verso la follia.


Arriva il seguito di Aili – Destini Intrecciati
di Ilaria Marsili

Titolo: Aili Destini di Tenebra
Autore: Ilaria Marsili
Genere: Fantasy, Romance

Pagine: 383 (pagine ebook calcolate da Amazon)



Trama:



Aili, principessa di quello che un tempo era il regno del sud e Deam, re dei reami unificati, condividono un unico cuore. Legati dalla magia e dall'amore, la felicità per loro sembrava ormai a portata di mano e ogni pericolo finalmente lontano, ma la tanto agognata quiete rimane solamente un miraggio. Richiamando la tenebra il ragazzo ha attirato una terribile minaccia che mette in pericolo non solo la sua vita e quella della sua amata, ma quella di ogni singolo abitante del suo regno. La sabbia scorre nella clessidra. Il tempo stringe. A Iane e a Rimet non resta che sfoderare nuovamente le armi e affiancare la loro principessa, uniti in una corsa per la vita, dove i sentimenti non sempre sono di aiuto nel fare ciò che è giusto.







Breaking Destiny di Nadia Arabeschi
 
Titolo: Breaking Destiny

Autore: Nadia Arabeschi (pseudonimo di Prisca Turazzi)
Editore: ePubblica
Pagine: 121
Prezzo: 1,99 €
ISBN: 9788868620103
Formati disponibili: epub, mobi
Genere: fantastico, drammatico

L'anteprima gratuita delle prime pagine è disponibile nei vari store (Amazon, UltimaBooks, ecc) e su Goodreads.

Trama:
E se potessimo cambiare il passato?

Quando Jahn me lo chiese, non gli diedi retta. Eravamo in un manicomio, dopotutto. Aveva detto cose ben più strane, prima di allora.
Nulla mi avrebbe preparata a un vero salto nel passato - in realtà, ci sono precipitata. Un salto di nove anni.

Sono Isobel Wagner, nata nel 1999 e morta nel 2008.

E sono anche Isobel Heiriechs, senza un passato ma con un futuro da riscrivere.
Questa è la mia storia e comincia il 31 dicembre 2017.


L’autrice:

PRISCA TURAZZI ha partecipato in alcune antologie autoprodotte.

Nel 2012 ha partecipato all’antologia 365 storie d’amore, edita Delos Books e curata da Franco Forte; in seguito, il racconto La Cura è stato selezionato per il Terzo Almanacco di Lettere Animate Editore. Nel luglio 2013 ha pubblicato sotto lo pseudonimo di Nadia Arabeschi il romanzo Breaking Destiny, edito ePubblica. Nell’ottobre 2013 ha esordito con il titolo Hernest, edito Alcheringa Edizioni.



lunedì 27 gennaio 2014

Speciale Giornata della Memoria


Il 27 gennaio si celebra La Giornata della Memoria. E’ una giornata speciale, una giornata dedicata al ricordo delle vittime del nazismo, dell'Olocausto e in onore di coloro che, a rischio della propria vita, hanno protetto i perseguitati.

Perchè proprio il 27 gennaio? In questo giorno si celebra la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, avvenuta il 27 gennaio 1945 ad opera delle truppe sovietiche dell'Armata Rossa. 

E' una giornata per ricordare che durante la seconda guerra mondiale, milioni di uomini, donne e bambini sono stati perseguitati con le leggi razziali e poi strappati alla loro vita e portati nei lager da dove, solo in pochi sono tornati. E’ un pezzo agghiacciante della nostra storia ed è importante non dimenticarla, certo non un giorno solo all'anno. Col passare degli anni le persone che hanno vissuto quella terribile esperienza non potranno più raccontarla e noi potremmo dimenticarla. Invece, la memoria di queste terribili vicende, ci deve aiutare a costruire un futuro migliore in cui quelle atrocità non si ripetano mai più!

Abbiamo scelto, quindi, questa data importante per segnalarvi due romanzi in uscita oggi e che hanno come tema base l'Olocausto.

LA MIA AMICA EBREA
di Rebecca Domino 

pagine: 300

canale di distribuzione: Lulu

Sito utile: http://rebeccadomino.blogspot.it

Sinossi: Amburgo, 1943. La vita di Josepha, quindici anni, trascorre fra le uscite con le amiche, le lezioni e i sogni, nonostante la Seconda Guerra Mondiale. Le cose cambiano quando suo padre decide di nascondere in soffitta una famiglia di ebrei. Fra loro c'è Rina, quindici anni, grandi e profondi occhi scuri.
Nella Germania nazista, giorno dopo giorno sboccia una delicata amicizia fra una ragazzina ariana, che è cresciuta con la propaganda di Hitler, e una ragazzina ebrea, che si sta nascondendo a quello che sembra essere il destino di tutta la sua gente.
Ma quando Josepha dovrà rinunciare improvvisamente alla sua casa e dovrà lottare per continuare a sperare e per cercare di proteggere Rina, l'unione fra le due ragazzine, in un Amburgo martoriata dalle bombe e dalla paura, continuerà a riempire i loro cuori di speranza.
Un romanzo che accende i riflettori su uno dei lati meno conosciuti dell'Olocausto, la voce degli "eroi silenziosi", uomini, donne e giovani che hanno aiutato gli ebrei in uno dei periodi più bui della Storia.

Breve biografia dell'autrice: sono nata nel 1984, e da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo aver messo da parte questa mia grande passione per molti anni, sono tornata a scrivere e adesso è ciò che mi piace di più fare. Sono anche un'appassionata viaggiatrice e lettrice. "La mia amica ebrea" è il mio primo romanzo.

QUANDO DAL CIELO CADEVANO LE STELLE
di Sofia Domino 


pagine: 496

canale di distribuzione: Lulu

Sito utile: http://sofiadominolibri.blogspot.it

Sinossi: Lia ha tredici anni. È una ragazzina italiana piena di sogni e di allegria, con l’unica colpa di essere ebrea durante la Seconda Guerra Mondiale. Dallo scoppio delle leggi razziali la sua vita cambia, e con la sua famiglia è costretta a rifugiarsi in numerosi nascondigli, a sparire dal mondo. Da quel mondo di cui vuole fare disperatamente parte. Passano gli anni, conditi da giornate piene di vicende, di primi amori, di paure e di speranze, come quella più grande, la speranza che presto la guerra finirà. Ma nessuno ha preparato Lia alla rabbia dei nazisti. Il 16 ottobre 1943, la comunità ebraica del ghetto di Roma viene rastrellata dalla Gestapo e i nazisti le ricorderanno che una ragazzina ebrea non ha il diritto di sognare, di sperare, di amare. Di vivere. Lia sarà deportata ad Auschwitz con la sua famiglia, e da quel giorno avrà inizio il suo incubo. Terrore, lavoro, malattie, camere a gas, morti. E determinazione. Quella che Lia non vuole abbandonare. Quella determinazione che vorrà usare per gridare al mondo di non dimenticare. Quella determinazione che brillerà nei suoi occhi quando il freddo sarà troppo pungente, quando la fame sarà lancinante, quando la morte sarà troppo vicina e quando sarà deportata in altri campi di concentramento.
Quella determinazione che le farà amare la vita, e che le ricorderà che anche le ragazzine ebree hanno il diritto di sognare. Perché non esistano mai più le casacche a righe, perché nessuno sia più costretto a vivere in base a un numero tatuato su un braccio o in base a una stella cucita sulla veste.
Perché dal cielo non cadano più le stelle.

Breve biografia dell'autrice: sono nata nel 1987 e sin da quando ero piccola mi piaceva scrivere temi e racconti. Adesso la scrittura è la mia passione principale. Oltre a scrivere adoro leggere e sognare. Inoltre, viaggio non appena posso. "Quando dal cielo cadevano le stelle" è il mio primo romanzo.









sabato 25 gennaio 2014

Segna-Libro #8

Buon sabato, amici del blog! Come state? Come impegnerete il vostro weekend? Io sono ancora sommersa dalle cose da fare, ma spero di riuscire a ritagliarmi qualche ora per la lettura ^-^
Nel frattempo, visto che siamo lettori insaziabili e sempre in cerca di novità letterarie, voglio parlarvi di tre romanzi che mi hanno colpito: i primi due già li ho letti, mentre l'ultimo è sull'e-reader che mi aspetta, ma cercherò di non farlo attendere a lungo perché la mia curiosità preme per conoscere quel nuovo mondo immaginario *-*

********

La ragazza che veniva dal mare (Mermaid #1)

È uscito da qualche giorno, per ora in ebook, il primo volume della saga urban fantasy romance Mermaid di Michele Vitale. Ne La ragazza che veniva dal mare l'autore pone le basi di questa storia dolce e romantica che ha per sfondo un'ambientazione meravigliosa e suggestiva. Io ho letto il libro in anteprima e mi è piaciuto molto, è stata una lettura rilassante e dai toni delicati, mi ha riportato ad una realtà piena di attese e speranze tipica dell'adolescenza, e se siete delle giovani romantiche ve lo consiglio davvero. È una gran bella prova per un autore che ha solo diciotto anni e io vi invito a conoscere il suo mondo, che è popolato niente di meno che...dalle sirene!
Autore: Michele Vitale
Editore: Narcissus.me
Pagine: 240 p.
Prezzo: € 2.99 (ebook)
Genere: Romanzo
Sottogenere: Urban Fantasy, Romance
Anno di pubblicazione: 2014 
Trama
È estate quando l'intera baia di Aglesia rimane sotto shock dagli eventi che si abbattono sulla cittadina, nelle acque profonde che bagnano la riva. Morti strane, violente e sospette si susseguono a ritmi constanti, scombussolando la quotidianità degli abitanti che cercano una spiegazione a quegli strani eventi. La risposta a quelle morti però, sembra averla trovata Tom, diciottenne introverso e unico sopravvissuto agli strani incidenti. Che cos'è che distrugge le barche e dilania i corpi degli sciagurati che vengono uccisi? Secondo Tom, la minaccia viene dal mare, popolato da branchi di sirene assassine...Ma nessuno gli crede, a cominciare da suo padre, l'uomo di cui Tom ha profonda stima e fiducia. Ma se gli altri hanno ragione...se le sirene non esistono...allora chi è Leila, la ragazza che gli ha salvato la vita il giorno dell'incidente? Tom lo sa. È una sirena. Ma non come le altre. Lei è bella, buona e...spaventata. Le sirene malvagie le stanno dando la caccia e lei non ha saputo far altro che rifugiarsi fra le braccia del giovane pescatore. Ma cosa succederà quando gli abitanti di Aglesia scopriranno la verità su di lei? Tom è pronto a difenderla, anche se significa andare contro la sua stessa natura, perché, in fondo al suo cuore, sa già di essere innamorato. 

Avvincente e misterioso, la ragazza che veniva dal mare è il primo volume della saga di Mermaid.
Acquista il libro su Amazon e su Kobo 


********

Mutation

Questo libro è uno dei più bei distopici e postapocalittici che io abbia mai letto *-* ne sono rimasta assuefatta e sono stata trasportata in un futuro lontano che fa rimanere a bocca aperta. Tutto di questa storia è memorabile e indimenticabile: i personaggi che sembrano tangibili tanto sono ottimamente sfaccettati e caratterizzati, l'ambientazione tutta da scoprire che stupisce sempre di più in ogni capitolo, la trama così ben articolata e sempre interessante, la scrittura dell'autrice così coinvolgente e descrittiva. Nel suo genere Mutation di Irene Grazzini è un gioiellino senza pari!
Autore: Irene Grazzini
Editore: Narcissus.me
Pagine: 472 p.
Prezzo: € 1.99 (ebook)
Genere: Romanzo
Sottogenere: Distopia, Post-apocalittico, Fantascientifico
Anno di pubblicazione: 2013 
Trama
Futuro postapocalittico. Dopo che il campo magnetico terrestre si è dissolto, l’atmosfera non è più in grado di frenare i raggi cosmici. La superficie della Terra è diventata un luogo inospitale. Ogni apparecchiatura elettromagnetica è andata fuori uso, insieme a secoli di cultura. Solo pochi umani sono sopravvissuti. Nascosti nel Sottosuolo in piccoli agglomerati urbani detti Alveari, vivono nel terrore perché le radiazioni non sono in grado solo di uccidere ma, peggio, di mutare il DNA. Sono comparsi così i Chimerici, mutanti che sfruttano gli elementi per sopravvivere e per combattere. Quelli dell’Acqua sono in grado di indurre le loro molecole a cambiare stato, i Chimerici del Fuoco accelerano le particelle fino a farle incendiare, quelli della Terra piegano la roccia al loro volere.  Ci sono poteri anche più pericolosi, come quelli degli ibridi d’Ombra, costituiti da energia oscura, o quelli di una ragazza che vuole a tutti i costi essere normale e da cui può dipendere il futuro di un’umanità che teme e disprezza il cambiamento. Un mondo incapace di cambiare è un mondo senza speranza. Così la giovane Sacerdotessa Miris Mann e il Reietto Kay intraprendono un viaggio in Superficie. La loro meta è la misteriosa Città della Luce, alla ricerca di una reliquia del passato che possa restituire al presente conoscenze e tecnologie per plasmare un nuovo futuro.
Acquista il libro su Amazon e Kobo 


********

Lacrima Nera

E arriviamo infine a Lacrima Nera di Reika Kell! Questo romanzo mi chiama da quando ne sono venuta a conoscenza e sono impaziente di scoprire la storia che vuole raccontare. Il libro si avvale di una trama ammaliante e ricca di mistero, arricchita da quel tocco romance che piace tanto alla sottoscritta, e sta riscontrando molti consensi tra i lettori, quindi è ovvio che la mia curiosità può essere tenuta a bada ancora per poco. Per le/gli amanti dei fantasy romance è una chicca da non farsi sfuggire per niente al mondo!
 
Autore: Reika Kell
Editore: Amazon
Pagine: 277 p.
Prezzo: € 1.02 (ebook)
Genere: Romanzo
Sottogenere: Fantasy Romance
Anno di pubblicazione: 2014 
Trama
Cassie non sente la vita scorrerle dentro. Non avverte emozioni e tutto le sembra inutile e incolore. C’è solo una cosa che può liberarla da quell'insopportabile apatia: il suicidio. Quando affonda la lametta nelle vene dei polsi, Cassie è lucida e decisa. Ma qualcosa non va esattamente come aveva previsto. Cassie si ritrova intrappolata in un altro mondo a lei sconosciuto, dal quale sembra impossibile scappare. Sesho è un villaggio di un pianeta lontano, con persone strane, ostili. Tutti sembrano temerla, come se fosse una “nemica”, e lei è sempre più confusa. Cosa le è accaduto dopo essersi tagliata le vene? Perché quella donna bizzarra, la capo-villaggio, vuole a tutti i costi che Cassie rimanga lì con loro? E perché Yaren, quel bellissimo ragazzo biondo che le fa da Guida, le infonde un senso di strana e piacevole fiducia? Come se non bastasse, qualcuno inizia a perseguitarla. Chi si cela dietro quel mantello nero e quei due occhi viola che trasudano negatività, ma dai quali Cassie si sente terribilmente attratta? Un pericolo inquietante minaccia la pace del villaggio, sotto due lune piene che presagiscono morte e distruzione. I Cacciatori promettono di liberare i Seshoiani dal male che incombe e Cassie deve rassegnarsi: tornare indietro, alla sua vita normale sulla Terra, non è più possibile. Tradimenti, inganni, segreti inconfessabili, amicizia, amore, passione. Sono tutti ingredienti di un cocktail pericoloso e letale, un romanzo che vi lascerà senza fiato. Lacrima Nera. Cosa faresti se scoprissi che la tua anima nasconde un segreto?
Acquista il libro su Amazon e Kobo


********

Eccoci giunti alla conclusione di questo Segna-Libro ricco di novità interessanti. Due dei libri che vi ho proposto oggi sono usciti in questo primo mese del 2014, solo uno è meno recente (2013), quindi prelibatezze letterarie che fanno ancora più gola e assolutamente da non perdere!
Qualcuno di voi ha già letto uno di questi romanzi? O anche tutti e tre? Se sì, cosa ne pensate? Vi sono piaciuti? Li consigliate? O, se non li avete letti e non li conoscevate, quale vi attira di più?
Fatemi sapere! Come sempre, sono curiosissima di conoscere le vostre opinioni ^-^
A presto!

giovedì 23 gennaio 2014

C'è post@ per noi... #38

 E tornano le nostre segnalazioni nella rubrica dedicata del blog.












L’anima tra le aquile
di Antonio Renna 


Sinossi: "Anno settantesimo del Quarto Evo. Città di Eriburgo, capitale del Regno di Batenoria. Sono passate da circa un quarto d'ora le tre della notte. Il cielo piange a dirotto".
Helcolai è un ragazzo di umili origini che, a causa di un evento potenzialmente infausto, riuscirà a coronare il suo sogno: entrare nell'Ordine dei Dragoni Bianchi, un'elite di guerrieri asceti. I quattro anni di Noviziato, imbevuti di spada e preghiera, lo cambieranno radicalmente facendolo crescere anzitempo. Nell'Ordine ritroverà se stesso e la forza di annegare un dolore che lo ha segnato per il resto della sua vita.
Antonio Renna getta le basi, con questo "L'anima tra le aquile", per costruire un mondo con la sua storia, le sue tradizioni, la sua mitologia e geografia, oltre che le scienze.

L’autore: Antonio Renna, classe 1982, palermitano e laureato in Psicologia. Si è occupato di grafica digitale, game design, cortometraggi e animazione 2D/3D per diversi anni.
Il libro è distribuito gratuitamente in pdf ed è scaricabile dal sito http://animatraleaquile.jimdo.com/download/ .

Gli ultimi abitanti del sottosuolo

di Nanni Cristino 


Editore: Alcheringa Edizioni
Genere: Giallo/poliziesco
Pagine: 264
Uscita: Ottobre 2013
Formato: cartaceo
Prezzo:12 €

Sinossi: Parigi, dicembre 2012. Da qualche settimana sembra che un serial killer abbia scelto alcune  stazioni del metrò come teatro dei propri omicidi. Le sue vittime sono donne, uccise con una puntura di cianuro al collo. Armand Vandeweil, un ex criminologo divenuto editore di un giornale di annunci attraverso il quale coloro che si incontrano per caso nel metrò possono tentare di conoscersi, scopre casualmente che gli omicidi sono sempre preceduti da un insolito messaggio recapitato al giornale, un versetto biblico che recita: C’è una via che sembra diritta a qualcuno, ma sbocca in sentieri di morte. Armand vorrebbe restare lontano da questa storia, che lo riporta a un passato doloroso e lacerante. Quando lavorava per la polizia, un suo grave errore ha causato la morte di un innocente, un giovane musicista. Proprio per questa ragione, da qualche tempo sta lavorando al progetto di offrire ad alcuni dei suonatori ambulanti che circolano nel metrò la possibilità di esibirsi nel più prestigioso jazz club cittadino, il Duc des Lombards. Sullo sfondo di una misteriosa Parigi sotterranea, brulicante di vita, l’ex criminologo si ritrova tuttavia coinvolto nella vicenda e trascinato, suo malgrado, a dipanare il bandolo di un’intricata matassa. Un variopinto gruppo di clochard, talentuosi e bizzarri musicisti di strada, uno psicologo, una bella violoncellista, un cataphile, il borioso commissario Montrouge e l’ex criminologo intrecciano le loro vicende quotidiane con l’accaduto e, sulle note della musica jazz che fa da colonna sonora alla storia, tutti danzano fra sospetti e indizi, facendo emergere in tutta la sua potenza una realtà sommersa nascosta e sconosciuta ai più. Chi è il misterioso assassino? Che cosa c’entra con gli omicidi l’inquietante racconto di uno scrittore argentino? Sarà proprio Armand, con l’aiuto dello stravagante clochard di origini kosovare Manouche, a venire a capo dell’enigma.

L’autore: Nanni Cristino è insegnante di Lettere e vive tra Chieri, la città piemontese in cui lavora, e Parigi, dove si rifugia a scrivere. Autore di manuali scolastici di Storia per l’Editrice Petrini (gruppo De Agostini), ha realizzato anche il testo di un’opera teatrale dedicata a Nino Rota e inserita nel cartellone della rassegna “Mito 2010”.
“Gli ultimi abitanti del sottosuolo” è il suo primo romanzo.

Link utili:
Sito web del romanzo: http://nannicristino.wix.com/romanzo
Sito web dell’autore: http://nannicristino.wix.com/writing
Booktrailer: http://www.youtube.com/watch?v=eW2vvG4fq_U
Bookstore dell’editore: http://www.blomming.com/mm/alcheringaedizioni/items/

La porta celeste

di Susanna Fois 


Pagine: 192
Collana: Battitore Libero
Prezzo: 14


Sinossi: L’autrice racconta, sotto forma di diario, la sua battaglia contro il cancro, l’alieno che ha invaso il suo corpo, attraverso sistemi alternativi alla medicina ufficiale. Esiste un altro modo di vedere e interpretare la malattia ed esiste un modo per combatterla senza doversene fare aggredire, nel corpo e nello spirito. Abbiamo dentro di noi la conoscenza e la sapienza, che è il nostro istinto e l’intuito, che è la coscienza di se stessi. Imparando a usare il nostro essere profondo per aiutare noi stessi, guariamo dai problemi e ci auto-curiamo, risanando corpo, mente e spirito.
La malattia vista come una opportunità di crescita e di trasformazione, occasione per confrontarsi e viaggiare alla ricerca di quella parte profonda, nascosta e lacerata che ha prodotto il sintomo e con esso la malattia.
Parallelamente a questo viaggio interiore si snoda, attraverso l’arco temporale di una settimana, anche il racconto del Cammino di Santiago, un viaggio reale intrapreso appena un anno prima della malattia e vero starter del cambiamento interiore e della crescita spirituale di Susanna Fois.
Un libro che parla al cuore del lettore. Le difficoltà, i problemi da affrontare, i momenti di sconforto e di disagio sì ma anche la determinazione ad andare avanti stante le avversità, la forza interiore che sorregge e incita al proseguimento del percorso iniziato.

L'autrice: È nata a Cagliari, dove vive e lavora. Operatrice olistica, è master reiki Usui, pratica reiki karmico, pulizia e attivazione dei chackra. Pratica, altresì, arti marziali. Appassionata di lettura e di viaggi, intesi come scoperta e arricchimento personale, si definisce viaggiatrice e non turista. Ama il giardinaggio e la cucina etnica. La Porta celeste è la sua prima prova narrativa.

C'è qualche titolo che ha catturato la vostra attenzione? Io ho trovato interessante l'ultimo.

martedì 21 gennaio 2014

Recensione: LE STANZE BUIE di Francesca Diotallevi

Buon giorno lettori di IDIB,
Oggi sono qui a proporvi la recensione di un libro che mi ha conquistata, stregata, ammaliata, che mi ha rubato il cuore e che mi ha fatto innamorare, oltre che dei suoi personaggi, della sua autrice: una ragazza bravissima alla sua prima pubblicazione.
Non mi dilungo molto e vi lascio alla recensione di questo stupendo romanzo che vi consiglio di leggere assolutamente!

Più riguardo a Le stanze buie
Titolo: Le stanze buie
Autore: Francesca Diotallevi
Casa editrice: Mursia
Pagine: 390
Prezzo: 22,00 €


Trama: Torino, 1864. Un impeccabile maggiordomo di città viene catapultato nelle Langhe: per volere testamentario di un lontano zio, suo protettore, dovrà occuparsi della servitù nella villa dei conti Flores. Il protagonista si scontra così con il mondo provinciale completamente diverso da quello dorato e sfavillante dell'alta società torinese e con le abitudini dei nuovi padroni e dei loro dipendenti. Nella casa ci sono un conte burbero, una donna eccentrica e anticonformista, ma anche sola e infelice, un cameriere dalla doppia faccia e una vecchia che sa molte cose, ma soprattutto c'è una stanza chiusa da anni nella quale non si può assolutamente entrare. A partire da questo e da altri misteri il maggiordomo si troverà, suo malgrado, a scavare nel passato della famiglia per scoprire segreti inconfessati celati da molto tempo e destinati a cambiare per sempre la sua vita.


Non si può scrivere la recensione di un libro così perfetto. Così come non si possono mettere nero su bianco le emozioni: il risultato non è lo stesso che provarle.
Questo è l'effetto che fa Le stanze buie di Francesca Diotallevi, con il suo stile impeccabile, la cura dei dettagli, la profonda analisi del suo personaggio, talmente brava che non puoi credere che questo sia il suo primo libro, eppure sì. Le stanze buie è l'esordio letterario di un'autrice giovanissima.
Vittorio Fubini lascia Torino, dove prestava servizio come maggiordomo per una rinomata famiglia, per seguire le ultime volontà di uno zio che si è indirettamente occupato di lui. Il rispetto per il parente lo portano a Neive, sperduto paesello piemontese, in una casa che ha tutta l'aria di non essere curata a dovere da tempo.
Una casa di campagna, si sa, ha i suoi rumori, i suoi spifferi, i suoi scricchiolii...una casa isolata e vecchia ha la sua storia e i suoi fantasmi...gli stessi fantasmi che da un po' perseguitano il Conte Flores e la sua famiglia. Ma Fubini è un uomo ragionevole e razionale, nulla scalfisce la sua armatura di perfezione, se non la contessa Flores e la sua piccola figlioletta, ma anche quegli strani e inspiegabili fenomeni che si manifestano nelle notti della villa.
Una storia dolorosissima e orribile è nascosta nelle mura della tenuta del conte Flores, una storia che lotta per emergere ed essere ricordata, una storia che null'altro vuole se non vendetta e che si manifesta attraverso campanelli che suonano da stanze chiuse da anni o tramite il racconto della contessina, di soli quattro anni, che parla di donne vestite di bianco che nessuno ha mai visto.
Non mi stancherò mai di ripetere che il nostro Paese ha una moltitudine di scrittori che meritano di essere conosciuti ma che purtroppo incontrano il muro delle case editrici. Non è questo il caso perché la Diotallevi è pubblicata da Mursia, ma fino a che l'autrice non mi ha contatta io non avevo mai sentito parlare del suo libro. Un grandissimo peccato.
Francesca Diotallevi si muove sinuosa nella mente di Vittorio, portando alla luce il suo personaggio lentamente: dapprima ci mostra la sua corazza di regole e rigidità e solo dopo averci stregati abilmente con il mistero della tenuta, tira fuori dal cilindro un Vittorio Fubini che nemmeno lui stesso riconosce, un uomo che vive ogni istante e che rifugge la gabbia dell'etichetta e di ciò che si deve o non si deve fare. L'autrice ha anche il merito di aver scritto una delle più belle storie d'amore di sempre, che emoziona, che coinvolge, che appassiona, che rapisce il lettore nella sua tragicità.
Le stanze buie è un libro che tiene con il fiato sospeso in un susseguirsi di misteri, rivelazioni e colpi di scena. Devo dire che più di una volta sono saltata dalla sedia e più di una volta ho dovuto smettere di leggere prima di andare a dormire (va beh...effettivamente io sono una fifona quindi non faccio molto testo in questo caso).
Francesca Diotallevi scrive benissimo. Lo so che non è proprio professionale dirlo così, ma rende efficacemente l'idea: il suo stile è maturo, quasi si ha l'impressione di leggere un romanzo classico, che appartiene ad altri tempi; si tratta di un piccolo capolavoro che fa della sua autrice una vera artista delle parole. Unica pecca: il prezzo, forse un tantino alto, ma vi assicuro che sarebbero i miglior soldi che un lettore possa spendere per il panorama italiano.




domenica 19 gennaio 2014

C'è post@ per noi... #37


Buongiorno, Lettori!
Come vi aveva già annunciato Stefania abbiamo molte segnalazioni da farvi; perciò tenetevi forte e preparatevi a scovare il titolo che fa per voi.








Storia di Uomini Invisibili di Giacomo Festi


Titolo: Storia di Uomini Invisibili
Autore: Giacomo Festi
Editore: Nativi Digitali
Data di pubblicazione: 16 dicembre 2013
Pagine: 160
Prezzo: ebook - € 2,99

Tommaso Bernini è un trentenne di successo: un bel lavoro, una bella fidanzata, una bella casa. Eppure, un giorno qualcosa in lui si rompe.
Tommaso impazzisce, tutte le sue certezze si sgretolano e finisce in un centro di igiene mentale, dove si rende conto che la sua vita non tornerà mai la stessa. Tommaso prende una decisione: non vuole tornare in una società che ignora e disprezza "quelli come lui". Meglio diventare invisibile. E così, la gente smette davvero di vedere Tommaso, che vaga nudo e indisturbato per la città.
Il suo punto di contatto col mondo è un altro "invisibile", Franco, un ragazzone affetto da disturbi mentali e ignorato dalla gente. Franco ospita Tommaso a casa sua e instaura con lui una bizzarra amicizia. 
A turbare la pace di Tommaso è però ancora la società, rappresentata dagli altri inquilini del condominio, anche loro costretti dai propri errori a rimanere bloccati in un esistenza incolore e frustrante. Tra violenze, trasgressioni e tradimenti, quali sarà il destino di questi uomini e donne invisibili?
"Storia di Uomini Invisibili", opera d'esordio del ventitreenne Giacomo Festi, è un romanzo che dietro a una patina fantastica indaga la crudeltà e la sofferenza della società e degli uomini dei nostri tempi. La storia di Tommaso, Franco e degli altri "invisibili" appassiona e fa riflettere: non siamo in fondo un po' tutti invisibili, a modo nostro?

Duepercento di Luigi Lo Forti

Titolo: Duepercento
Autore: Luigi Lo Forti
Editore: dbooks.it
Data di pubblicazione: 2010
Pagine: 160
Prezzo: ebook - gratuito; cartaceo - € 12,50 (su ibs)

Quando Marco Donati accetta - nemmeno lui sa esattamente perché – l’inaspettata offerta di lavoro della piccola società di consulenza Bag & Leir, tutto ciò che crede di avere trovato è un impiego strano e mal pagato: sempre meglio che continuare a fare il precario cronico, in ogni caso. Gli basterà davvero poco, però, per scoprire che a volte, non sei tu a trovare il lavoro, è il lavoro che trova te. Magari non è proprio quello che avresti immaginato. Magari non lo volevi nemmeno. Magari, è qualcosa di più di un lavoro. Potrebbe avere a che fare con il caso e la necessità, il libero arbitrio e la predestinazione. Addirittura, potrebbe essere una questione di vita o di morte. Così, senza nemmeno accorgersene, giorno dopo giorno, Marco si ritrova coinvolto in una sfida per aggiudicarsi il destino di un uomo che è molte cose, ma nessuna degna di nota: scrittore fallito, libraio in bolletta, fidanzato indeciso, pessimo corridore. Eppure, c’è perfino chi lo vuole morto…
Duepercento è un libro su quello che può (o deve) capitare a un uomo perché possa (o debba) essere libero di diventare se stesso. Anche se forse non gli converrebbe…

Sole&Luna - Demanimae di Dylan Berro

Titolo: Sole&Luna - Demanimae
Autore: Dylan Berro
Editore: Onirica Edizioni
Data di pubblicazione: 29 luglio 2013
Pagine: 213
Prezzo: epub - € 3,50; cartaceo - € 13,00
Booktrailer

“Sole e Luna - Demanimae” è il nuovo romanzo di Dylan Berro che, dopo aver affinato il suo stile di scrittura, propone una storia nuova e affascinante. I protagonisti sono gli stessi di "Sole e Luna - gnosis auton", ma non è assolutamente necessario leggere il prequel per gustare appieno questo libro!
I personaggi che si muovono intorno a Daniel ed Amily sono ragazzi e adulti alle prese, sebbene in maniera differente, con un mondo a loro vicino e molto pericoloso: quello del terribile stregone Demortis e dei suoi alleati. I due tredicenni tenteranno di svelare arcani incredibili, si spingeranno in luoghi proibiti, proveranno sulla propria pelle il dolore, la fatica, la felicità, fino a giungere a un enorme punto di domanda: la Demanimae. 
Cos'è? E se fosse la chiave per unire, una volta per tutte, i due mondi?
Una potente storia di incomprensioni e contrasti fra il mondo degli adulti e dei giovani, quello dello sport, della competizione e della crescita, che ci porta, pagina dopo pagina, alla sorprendente conclusione.

Cosa ne pensate?


venerdì 17 gennaio 2014

recensione doppia: APPUNTAMENTO AL RITZ + UNA PROMESSA DI FELICITA' di Helene Battaglia

 Trattandosi di una mini saga, ho deciso di iniziare l'anno presentandovi entrambi i libri di Helene Battaglia.

Appuntamento al Ritz

Scheda tecnica: 


Pagine: 288 pag.
Editore:  Dalai Editore
Collana: Pepe Rosa

Trama: Natale è alle porte. Hope ha compiuto da poco trent’anni. Di professione fa la giornalista di moda. Come molte sue coetane, oltre a una brillante carriera sogna di incontrare il grande amore della sua vita. Vuole tutto o niente. Ma aspettare che il principe azzurro bussi alla porta non è sempre facile. Da alcuni mesi, inoltre, la sua vita è diventata pura routine. Ma, «quando meno te lo aspetti», il destino riserva sempre qualche bella sorpresa. Il suo direttore le affida un nuovo incarico: lavorare un mese «sotto copertura» in uno degli hotel più esclusivi di Parigi, per carpirne ogni minimo segreto. Tra avventure esilaranti e incontri insoliti, inaspettatamente per Hope arriverà l’amore, quello vero. Hélène Battaglia con Appuntamento al Ritz ci regala una commedia sentimentale e Parigi, la città romantica per eccellenza, è la co-protagonista

La mia visione d'insieme:

Hope è una giornalista italo-francese (come l'autrice) che ha vissuto in vari posti nascendo negli USA e vivendo prima a Londra, poi a Parigi ed infine a Milano. Si occupa di moda e gossip solitamente ma, vorrebbe diventare scrittrice, fare il salto di qualità e così inizia a lavorare per un nuovo giornale. Le viene assegnata una sorta di indagine, deve scoprire i retroscena di un hotel a 5 stelle come lo è, ad esempio, il Palace di Parigi. Arriva lì in grande stile ma ben presto capisce di dover far parte dello staff dell'albergo e non della sua clientela.

Durante il suo soggiorno, Hope troverà l'amicizia di Camilla e Laurent, l'amore di Paul e l'affetto di molti altri lavoratori del Palace, nonchè di alcuni ospiti dell'albergo come Hannes, il principe Vladimir, la scrittrice Ludmilla e così via ricreando, a tutti gli effetti, una famiglia che come tutte si riunirà in occasione dell'annuale festa di Natale.

Non mancheranno di fioccare anche le proposte lavorative per Hope che avrà solo l'imbarazzo della scelta, Parigi le ha proprio cambiato la vita e il pensiero dello sfratto a Milano sembra svanire.

Tutti i protagonisti avranno il loro lieto fine si può dire e questo per lo più per merito di Hope e della sua instancabile natura di paciera e Cupido in erba, a quanto pare sembra riuscire in tutto quel che fa e trasformare tutte le cose rendendole più belle, come Re Mida trasformava tutto in oro dopo il suo tocco.

Bello ed originale l'inizio con i ringraziamenti e il prologo che sembra quasi l'inizio di una fiaba.
Dall'inizio, infatti, per la protagonista sembra andare tutto bene, forse troppo bene e si teme lo scivolone dietro ogni capitolo che, però, salvo qualche piccolo malinteso e nonostante alcune premesse che sembrano bombe sul punto di scoppiare, non c'è.

Il linguaggio è scorrevole e nonostante termini presi in prestito dal francese e dall'inglese, di uso piuttosto comune oggigiorno, risulta comprensibile a tutti.
Si fa leggere tutto d'un fiato, Hope è un personaggio frizzante che sa coinvolgere!

Indice di gradimento:







Una promessa di felicità

Scheda tecnica: 


Pagine: 254 pag.
Editore: Baldini & Castoldi

Trama: Una suite parigina, una proposta di matrimonio e un uomo in ginocchio cui rispondere: "Sì!" Su questo fermo immagine avevamo lasciato Hope B. al termine di Appuntamento al Ritz, il primo capitolo della saga amorosa della nostra eroina dall'animo sognante. E ora? Ora Hope ripartirà proprio da lì, coltello fra i denti e Trinity al dito, per la sua corsa a ostacoli verso l'altare. Tra cape spietate e sconcertanti segreti, manieri scozzesi e hotel a cinque stelle, amici fedeli e temibili arpie nascoste dietro ogni angolo, Hope ci prenderà per mano portandoci a spasso per il suo mondo, rendendoci testimoni della sua felicità, delle sue delusioni e delle sue piccole e grandi debolezze. E, alla faccia di chi tenterà di metterle i bastoni fra le ruote, ci lascerà con un sorriso, e noi sorrideremo con lei. Perché l'amore vince sempre su tutto. Voi che ne dite?

La mia visione d'insieme:

Ecco che ritorna Hope, questa volta dovrà fare da assistente personale a Ludmilla Sun, una nota scrittrice di gialli.

Anche in questo caso i misteri non son pochi viste le assenze di Ludmilla, i segreti che la circondano e il suo modo di fare talmente sgorbutico da spingere Hope a pentirsi di aver accettato la sua proposta di lavoro. E il bello è, che alla fine, si trasforma in ammaliatrice per cercare di farla lavorare ancora per lei, anche se in un altro ruolo e, nonostante tutto quello che le ha fatto passare.

Dal punto di vista sentimentale Hope è ormai legata a Paulister, il conte conosciuto come stewart e nemmeno a dirlo fratello dell'ex collega e amica di Hope, Camilla. La loro storia sembra surreale, tutto troppo bello per essere vero nonostante le reciproche avversità in campo lavorativo che li tengono spesso separati. Hope inizia, quindi, ad avere dei sospetti su Petra, il capo di Paulister e il mondo che lo circonda, avendo lui intrapreso la carriera da modello. Quanto saranno fondati? Hope ha davvero da preoccuparsene?

Il romanzo è scritto sotto forma di sfogo quotidiano della protagonista, è lei a parlarci direttamente e schiettamente di ciò che capita a lei e a chi le sta intorno.

Riusciranno Hope e Paulister a liberarsi dai loro ingombranti capi e a coronare la loro "promessa di felicità" col matrimonio? Lascio a voi scoprirlo.

Grazie alle descrizioni dell'autrice, ho rivisto alcuni luoghi in cui Hope viene trascinata da Ludmilla, mi ha fatto venire nostalgia in particolare della Scozia per quanto la protagonista resti fedele a Parigi, sebbene alla fine scelga altri lidi.

Indice di gradimento:





mercoledì 15 gennaio 2014

C'è post@ per noi... #36

Rieccoci con  la nostra consueta rubrica di segnalazioni, comincio io ma, preparatevi nelle prossime settimane a riceverne molte altre! 
Polvere di stelle 

Autore: Ernesto G. Ammerata
Editore: Youcanprint
Disponibile su: Amazon Kindle Store

Sinossi:  Le stelle, le galassie, le nebulose, I quasari, gli oggetti più spettacolari del cielo, illustrati egregiamente in polvere di stelle.

Un libro che desidera far comprendere ad un vasto pubblico I segreti delle stelle, dando una descrizione chiara e approfondita dei vari tipi di stelle e delle loro principali caratteristiche.

Una lettura che non si limita solamente alla descrizione scientifica degli oggetti celesti che illuinano le nostre notti, ma racconta alcuni dei miti legati alle costellazioni che ospitano I vari tipi di stelle, dalle super giganti Vy Canis Majoris alle stelle di neutroni.



I Memorabili - Vite segrete di uomini illustri


Autore: Stefano e Valentina Gelain
Editore: Edizioni il Ciliegio
Genere: Umoristico
Anno: 2013
Pagine: 144 pp.

Sinossi: Ogni epoca ha avuto grandi uomini e grandi donne, la cui fama è stata raccolta ed eternata dalla Storia. I Memorabili cattura, con limpida ironia, un fugace attimo della vita di eroi quali Omero, Cleopatra, Carlo Magno, Dante, San Francesco, Galileo e Manzoni. Perno del rovesciamento parodico sono i detti e i fatti di questi grandi uomini, raccontati con frizzante ma garbata irriverenza. Messo da parte ogni intento satirico, pur non rinunciando al gusto gogliardicamente scanzonato della battuta grassa, il libro vuole abbandonarsi ad una risata divertita, bonariamente demitizzante. Ventun racconti che fanno della Storia un chiassoso e stravagante circo di voci e colori.

Gli autori:  Stefano Gelain. Nato 1990 a Fetre (BL), inizia a scrivere brevi racconti all'età di quindici anni. Conseguita la maturità classica, si iscrive all'Università degli studi di Padova e si laurea in Lettere moderne con una tesi sul Morgante di Luigi Pulci. Attualmente prosegue con gli studi in Filologia e letteratura medievale. Nel 2010 ha pubblicato il romanzo umoristico fantasy Lady Schumi.

Valentina Gelain. Nata nel 1992. Da sempre innamorata del disegno, frequenta dall'età di tredici anni diversi corsi d'arte, tra cui quello presso la Scuola internazionale di illustrazione per l'infanzia di Sarmede (TV), e quelli di ritratto dal vero della figura umana. Al momento vive a Milano, dove frequenta l'Accademia di Belle Arti di Brera. Sono sue le illustrazioni per Lady Schumi e I Memorabili.

 Il convento di Saint-Matthieu

Autrice: Veronica Piras
Pagine:  248 pp.
Editore: Autopubblicato su Amazon

Sinossi: Aaron Keller è un giovane ragazzo tedesco, combattuto fra l'orgoglio di essere un valoroso soldato e il disprezzo di appartenere all’esercito nazista.
“Sentivo che la mia vita si stava colorando di tinte vermiglie, ogni cosa diventava rossa come il sangue che vedevo scorrere ogni giorno”.
Una notte di gennaio del 1939 Aaron decide di prendere il treno e fuggire in Francia per rifarsi una nuova vita, lontano dagli orrori che Hitler sta perpetuando in Germania. Destinazione? Casuale, ma la fatalità lo conduce in una cittadina chiamata Trouchoix. Il suo primo proposito è quello di trovare lavoro, ma il fatto di essere tedesco non lo aiuta di certo. All’imbrunire, mentre fa ritorno all’ostello, si perde nei pressi di un bosco e percorrendo una stradina bianca arriva ai piedi di un convento di suore, dove chiede ospitalità per una notte. Ma le cose si mettono peggio del previsto: una violenta bufera di neve e una frana lo bloccano in quell’ambiente claustrale, senza poter avere contatti con il mondo esterno. Tuttavia, contrariamente alle sue basse aspettative, la vita delle suore e dei rifugiati ebrei non è poi così male. Questo però è solo l’inizio, perché proprio quando comincia ad ambientarsi, una serie di efferati omicidi spezzerà gli equilibri in modo irreversibile. Non c’è possibilità di fuga,qualcuno (o qualcosa) si aggira indisturbato tra le mura del convento e i sospetti potrebbero ricadere su chiunque.
Un horror con elementi fantasy, dove tutto può essere e niente è come sembra.

L'autrice: Veronica Piras, classe 84', è una giornalista pubblicista laureata in Scienze della Comunicazione. Il Convento di Saint-Matthieu è il suo romanzo d'esordio.

Personalmente sono interessata al primo, voi invece? 

lunedì 13 gennaio 2014

Recensione: "R.I.P. REQUIESCAT IN PACE" di Eilan Moon

Buondì lettori del blog! Ci siamo...finalmente IDIB-BE torna attivo e lo fa con una nuova veste grafica che speriamo apprezzerete. Le feste natalizie sono ormai passate e a malincuore ci lasciamo dolci, regali e luci intermittenti dietro le spalle. Ma il nuovo anno sarà ricco di uscite libresche interessanti, quindi abbiamo molto con cui consolarci. Noi riprendiamo la nostra routine, anche se piano piano, e speriamo che in questo 2014, che si prospetta fantastico, voi continuiate a seguirci con lo stesso entusiasmo dell'anno trascorso. Non dimentichiamoci, poi, che tra poco questo angolo tricolore compirà un anno e noi siamo emozionatissime *-* ma su questo ci torneremo più avanti.
Come sapete siamo uno staff di tutte donne e la nuova grafica è molto femminile e romantica. Voi cosa ne pensate? Vi piace? Se non vi piace, ve la dovete far piacere comunque, anche perché ci ho messo due giorni per realizzarla e sono nevrotica al momento :D accetto solo commenti positivi!
Ma basta parlare di questo, è ora di dare nuovamente spazio ai libri italiani che tanto ci piacciono e che sono i protagonisti indiscussi di questo blog. E come iniziare l'anno se non con un romanzo che ho amato alla follia? Eccovi, quindi, il mio pensiero su R.I.P. Requiescat In Pace di Eilan Moon, il primo volume della serie gotica  The R.I.P. Trilogy che sta conquistando tutti i lettori italiani. Se non l'avete ancora letto, non aspettate troppo a farlo perché è un libro che merita davvero tutta la nostra attenzione e i consensi che sta riscuotendo. E adesso non mi resta che parlarvi di questo romanzo che mi ha conquistata dalla prima all'ultima riga con la sua intensità e la suspense che permea ogni capitolo.

***********************

Titolo: R.I.P. Requiescat In Pace
Autore: Eilan Moon
Editore: Amazon
Prezzo: € 2.68 (ebook) - € --- (cartaceo disponibile a Gennaio 2014 in formato economico)
Pagine: 200 circa (Edizione digitale)
Genere: Romanzo
Sottogenere: Gotico, Horror
Anno di pubblicazione: 1 Dicembre 2013

Trama
Dopo più di duecentocinquant’anni dall’Inquisizione e dalla segreta fondazione dell’Avatara, la terra maledetta che trasforma i morti in Succubi e Incubi non si placa più nemmeno con il Potere del Sangue dei Custodi. Forse l'Apocalisse è ai cancelli e i membri dell'Avatara hanno un piano per impedire al mondo intero il momento della Rivelazione, ma quel progetto prevede qualcosa di terribile. Kaspar Nowak e sua figlia Joanna, da tutti chiamata Asia, dovranno affrontare il ritorno del Male nel cimitero di Cracovia. Per Asia essere una Custode e possedere il Potere del Sangue è una battaglia continua contro una parvenza di vita normale, da mantenere a tutti i costi. Qualcosa non funziona più come dovrebbe e la vita dei Custodi, ma soprattutto quella di Asia, è in serio pericolo. Un modo per porre fine alla maledizione esiste, ma chi dovrebbe metterla in atto brucia dal desiderio di non farlo. Borislav Todorov, affascinante quanto pericoloso Venator dell’Avatara, correrà in soccorso della giovane Joanna, ma i suoi ordini celano segreti inconfessabili, e orrori che il cacciatore non vuole rivelare. L’odio e l’amore che provano l’uno per l’altra divamperà in fuoco e ghiaccio, perché tra loro non esistono mezze misure. Bor tenterà di combattere da solo contro il Male, in qualunque forma decida di svelarsi, purtroppo per lui, però, il Potere del Sangue non può essere ignorato. Per secoli i Custodi hanno protetto la razza umana dalle porte dell'Inferno ma forse, ora, è giunto il momento di spalancarle.

***********************

La mia recensione

Quando ho saputo della pubblicazione di questo romanzo ero molto ansiosa di leggerlo: conoscendo l’autrice, sapevo che mi sarei trovata davanti una bella storia ricca di carattere e scritta bene, ma devo ammettere che “R.I.P. Requiescat In Pace”, primo volume di una trilogia gotica della blogger Eilan Moon, ha superato ogni mia previsione. Letto in un pomeriggio, questo libro mi ha trascinata in un vortice intenso di avventura, pericolo, mistero e amore che mi ha lasciata con il fiato sospeso dalla prima all’ultima riga
Asia (diminutivo di Joanna) Nowak è una giovane donna alle prese con un’esistenza alquanto fuori dal comune: come suo padre Kaspar, possiede il Potere del Sangue ed è quindi una Custode che ha il compito di vegliare sul vecchio cimitero di Cracovia e donare la pace eterna alle persone che vengono seppellite in quel luogo maledetto. Il cimitero del Wawel, infatti, è stato eretto su un suolo dannato e purtroppo i defunti che vengono deposti lì, sentendo il richiamo dell’Inferno, ritornano dall’oltretomba per saziarsi del sangue e della carne dei vivi. Il dovere dei Custodi è proprio quello di evitare che questo accada grazie all’offerta del loro sangue, ma una notte Asia e suo padre si trovano a dover affrontare qualcosa più grande di loro e per cui sono impreparati. Durante il rito volto a donare il sonno eterno a una ragazza appena morta, qualcosa va storto e la giovane si risveglia ferendo Kaspar e aggredendo la spaventata e inorridita Asia. Per fortuna arriva in loro soccorso il guerriero dell’Avatara Borislav Todorov, Venator addestrato per combattere il Male, una vecchia conoscenza della famiglia Nowak e amore mai dimenticato di Asia. Bor porterà nella sua vita confusione, protezione e tormento perché il sentimento che li univa in passato è ancora vivido per entrambi e presto dovranno affrontare insieme un infausto e crudele destino…
Ciò che ho detto della trama è solo un piccolo assaggio, non voglio svelare altro per non togliere a nessuno il gusto di scoprire gli eventi da sé. Il romanzo mi è piaciuto immensamente e i miei occhi sono rimasti avvinghiati alle pagine come se non riuscissero più a fare altro che leggere. È una storia che ha tutto, è completa e curata in ogni dettaglio: amore, passione, mistero, magia, combattimenti, oscurità e fantasy si mescolano egregiamente nell’elaborata trama di questa storia gotica regalando al lettore un avvincente e appassionante racconto. Voglio sottolineare che questo è un romanzo d’esordio, quindi l’autrice è alla sua prima prova letteraria (escludendo i racconti brevi) e questo è un motivo di lode perché Eilan ha dimostrato di avere innate capacità narrative e una spiccata propensione per il dramma e la suspense, caratteristiche che guarniscono incessantemente la sua opera.
Che cosa mi ha totalmente conquistata? I personaggi. Forti, coraggiosi, reali, sfaccettati e soprattutto umani. Sì, i protagonisti di questa storia presentano gli stessi timori, dubbi ed emozioni di qualsiasi persona vera e questo è un aspetto che apprezzo sempre tantissimo perché mi permette di entrare totalmente nella loro testa e di immedesimarmi in loro, riuscendo a comprendere meglio le scelte che fanno e le decisioni che prendono nel corso della narrazione. Sono veramente dei gran bei personaggi. Asia è una ragazza in cui ci si può rispecchiare benissimo e che risulta immediatamente simpatica: amante della tranquillità e dei libri, un po’ insicura ma comunque con un bel caratterino che sfodera al momento del bisogno, è molto affezionata alla sua famiglia ed è perdutamente innamorata di Bor, ma mette sempre il suo dovere nei confronti dell’umanità al primo posto, il che la rende davvero coraggiosa. Bor è un vero guerriero che sprizza luce da tutti i pori: intrepido, letale, intelligente e avvenente, ogni sua mossa è calcolata con la massima precisione, veramente una bella figura maschile, soprattutto perché è dotato di uno spiccato e divertente senso dell’umorismo e non perde mai occasione per lanciare una battutina sarcastica; in più, mi è piaciuto tanto il fatto che, nonostante la sua personalità da duro e il suo rigido addestramento fisico e psicologico, sia in grado di amare profondamente, ma non in modo smielato, bensì sempre rimanendo fedele al suo carattere. Devo confessare, inoltre, di avere una predilezione per Nowak, il padre di Asia. Che splendido personaggio!!! Credo proprio che sia il mio preferito. Il perché è difficile da spiegare, non riesco a trovare parole razionali per esprimermi al meglio, ma la sua figura paterna e protettiva ma anche intelligente e carismatica mi ha colpito nel profondo e mi sono affezionata a lui come se fosse reale.
La storia d’amore tra Asia e Bor è molto bella. Non nasce in questo libro perché il legame che li unisce si è creato precedentemente, quando erano più giovani, e qui i due si incontrano nuovamente dopo qualche anno dalla separazione, ma mi ha coinvolto in egual misura. All’inizio confesso di esserci rimasta male per questa scelta perché mi piace veder nascere il sentimento che unisce due personaggi, dopo poco però mi sono resa conto che questo dettaglio narrativo ha reso l’intreccio molto più interessante. Bor e Asia hanno già un trascorso, si sono già amati in passato ma poi per qualche motivo si sono allontanati l’uno dall’altro, e ciò ha donato al romanzo un sapore autentico. Anche in questo caso non riesco a trovare bene le parole per spiegare la mia sensazione, ma posso dire che tutti i silenzi densi di significato, tutte le questioni irrisolte che i due si portano dietro, tutta la tensione emotiva e sessuale che gravita costantemente attorno a loro, tutte le lacrime, i dubbi e le paure non hanno fatto altro che creare una rete psico-emotiva attorno alla mia mente che mi ha intrappolato fino alla fine del romanzo. Ho adorato il rapporto tra Asia e Bor: dolce, passionale, intenso, profondo…una gran bella storia d’amore adulta e priva di cliché. Inoltre, come non amare i battibecchi di cui sono frequentemente protagonisti? Le battute che si scambiano mi hanno strappato molti sorrisi.
E questo mi porta a evidenziare un altro fattore positivo del romanzo: i dialoghi. Taglienti, seri, convincenti, realistici, interessanti. Ho seguito ogni scambio di opinione con estrema curiosità e ho potuto notare come Eilan Moon sia riuscita a far trapelare con scioltezza le personalità dei suoi figli di carta anche grazie alle parole che escono dalle loro bocche, oltre che dai pensieri. Un bel lavoro di approfondimento caratteriale che conferisce credibilità alla sua storia.
Il romanzo è scritto benissimo, lo stile di Eilan è fluido e moderno, lo definirei leggiadro perché, nonostante sia ricco ed elegante, mantiene una leggerezza unica come quella di una piuma che mi ha permesso di mangiare il libro in poche ore. Le pagine scivolano via una dietro l’altra e in men che non si dica ci si ritrova già all’ultima parola con il fiato sospeso e il cuore in gola e, diciamolo, qualche lacrimuccia. La sua prosa è coinvolgente e appassionante, piena di sfumature emozionanti, e mi è piaciuto particolarmente il suo modo di descrivere i sentimenti dei personaggi e le loro sensazioni; il libro è scritto in terza persona e segue per lo più il punto di vista di Asia, ma anche quello di Bor (e non solo), e questa è una tecnica narrativa che spesso mi impedisce di entrare completamente nella storia, e la mia più grande sorpresa sta nel fatto che in questo caso non è capitato, anzi mi sono ritrovata a percorrere le vie del cimitero di Cracovia istantaneamente. Le descrizioni presenti all’interno del romanzo sono curate e belle da leggere, pennellate definite e panoramiche che mi hanno trasportata in luoghi intrisi di fascino. Amo le ambientazioni di questo tipo e l’autrice è riuscita a ricreare perfettamente l’atmosfera oscura, fredda e pericolosa delle notti di una Cracovia infestata da esseri infernali.
La trama di base è estremamente interessante e mescola storia e fantasia impeccabilmente. All’interno del libro sono presenti, infatti, capitoli ambientati in un altro secolo e anche testi esistenti, riportati fedelmente e funzionali all’intreccio. Si vede che è stato fatto un ottimo lavoro di ricerche e di rielaborazione storica e che gli elementi del passato sono stati intrecciati con logica alle vicende fittizie del romanzo
R.I.P. Requiescat In Pace” è un eccellente romanzo d’esordio dove l’amore si mescola al sangue e all’oscurità, un’avventura gotica che cattura il lettore e lo scaraventa in un viaggio mozzafiato tra cimiteri, non morti, antichi rituali, combattimenti pericolosi e passioni trascendentali, con un finale inaspettato che lascia a bocca aperta e con l’immane curiosità di scoprire come proseguono le vicende di Asia e Bor. Una storia imperdibile che consiglio a tutti, in particolare a chi desidera una lettura che sia oscura e ammaliante, pericolosa e dinamica, sexy e romantica…pronti a varcare le soglie dell’Inferno?