lunedì 30 gennaio 2017

RECENSIONE: " Come seta sulla pelle" di Guenda Nerea



Titolo: Come seta sulla pelle
Autore: Guenda Nerea
Genere: Erotico
Casa Editrice: Rizzoli
Collana: You Feel

Sinossi: Dafne sta vivendo un momento difficile nel suo rapporto con il fidanzato: forse per questo accoglie con sollievo la trasferta di lavoro che la porterà a Venezia, a un convegno internazionale dedicato alla seta. Le basta mettere piede sul treno che la porterà in Laguna per imbattersi in un bellissimo sconosciuto che trascorre tutto il viaggio a osservarla con insistenza, accarezzandole il corpo con lo sguardo. Una sensazione eccitante come quella della seta che scivola sulla pelle nuda. Ma quello che poteva essere un brivido effimero e passeggero diventa un’avventura che rischia di travolgere tutta la vita di Dafne che, stregata dalla magica atmosfera di Venezia e dal fascino dell’uomo del treno, avverte sempre più forte la tentazione di arrendersi ai propri istinti più profondi.

Recensione:
Questo è il racconto del viaggio di una donna, che all’inizio avrebbe dovuto essere di semplice lavoro, ma con l’andare del tempo si sarebbe rivelato una gradevole parentesi nella propria esistenza, l’inizio di un’avventura passionale che sconvolge i sensi. 

La protagonista, Dafne, vive una relazione insoddisfacente; negli ultimi tre anni, infatti, il suo rapporto si è un po’ spento e sia lei che il suo fidanzato sentono che il loro legame sia giunto a un punto morto. Dafne lavora per un’agenzia di traduzione e questo viaggio di lavoro le consentirà di affrontare, con minore apprensione, la pausa di riflessione che il suo fidanzato Sergio le ha chiesto; nel corso di questo viaggio, infatti, incontrerà un affascinante sconosciuto che le rapirà il cuore, offuscandole i sensi.


“ Si sorprese a osservarlo, e soprattutto, si accorse di non poterne farne a meno: una strana forza misteriosa le rapiva gli occhi per incollarli alla figura di quell’uomo, sulla quarantina, alto, ben piazzato e dall’aspetto distinto e assai virile. Era notevole, Dafne non poteva negarlo”.

Quest’individuo, misterioso e un po' pericoloso, ammalierà ogni lettore, ne sarete rapite e vi troverete come Dafne a chiedervi se valga la pena salvare un rapporto ormai stanco come quello che lei ha con Sergio, oppure buttarsi anima e corpo (nel vero senso del termine, concedetemelo) con un simile uomo.
Per le amanti del genere, un racconto infuocato, ma al tempo stesso elegante.

Per una serata di letture piccanti, per rimanere con una deliziosa sensazione sulla pelle: la carezza leggera che solo la seta, lasciata scorrere sul nostro corpo, può lasciare.





domenica 29 gennaio 2017

C'è post@ per noi... #200


Buongiorno a tutti!

Oggi vi presentiamo quattro nuovi titoli, tra cui scegliere la vostra prossima lettura!
Speriamo possiate trovarli interessanti!

Titolo: Della stessa sostanza dell'amore
Autore: Biagio Veneruso
Editore: Self-published
Genere: Romanzo di formazione
Formato: Digitale/cartaceo
Prezzo: Ebook €2,99 - cartaceo €14,99

SINOSSI
A vent’anni, in piena crisi economica, Matteo conduce una vita “comoda”, fatta solo di svaghi, circondato da una schiera di amici a lui devoti e non ha particolari propositi per il futuro se non quello di continuare a divertirsi.

Un giorno assiste, per caso, ad un episodio inquietante che gli rivela una difficile situazione familiare, tale da mandare in frantumi quel microcosmo felice costruito anche grazie al benestare dei genitori.

Da quel momento il ragazzo inizia un percorso di cambiamento durante il quale conosce Flavia: l’amore per lei ha il potere di liberare la sua vera personalità che, però, nel tentativo di trovare una soluzione ai problemi di tutti, lo porta a commettere una serie di errori fatali.

Matteo è costretto ad andar via, inizia una nuova vita ma, quando sembra che abbia trovato la sua dimensione, il richiamo del cuore lo costringe a fare i conti con un passato che, per vergogna e frustrazione, aveva frettolosamente accantonato.

Tornato a casa, riceve subito una notizia che proprio non si aspettava…

L'AUTORE
Biagio ha 32 anni, è napoletano di origine ma risiede a Milano, la città in cui ha scelto di vivere. Laureato in giurisprudenza, scrive da sempre nel tempo libero e quando ne avverte la necessità, traendo ispirazione dalle proprie esperienze personali, in parte riunite in questo primo romanzo.

Scopri anche la pagina Facebook dedicata Della stessa sostanza dell'amore con tanti altri contenuti, foto e commenti.


Cambion (Fantasy) di [Veronica Riga]
Titolo: Cambion

Autore: Veronica Riga
Editore: Bibliotheka Edizioni
Genere: Fantasy
Formato: Digitale/Cartaceo
Prezzo: Ebook €6,99 - Cartaceo €16,50

SINOSSI
Celeste è sicura di avere una vita noiosa. Abita a Londra, la capitale delle stranezze, e lavora in un Hotel che ospita viaggiatori di ogni tipo. A soli diciotto anni ha già visto le sfumature del mondo, e nulla riesce più a sorprenderla.
Quando si ritrova a dover fare da guida turistica a Cameron, un ragazzo della sua età dai capelli rosso fuoco, le sue giornate iniziano a movimentarsi sino al limite dell'impossibile.
Cameron è diverso dagli altri. Con le braccia tatuate, una camera piena di icone religiose e la strana abitudine di parlare da solo, sembra coinvolto in un omicidio avvenuto il giorno del suo stesso arrivo a Londra. Un omicidio a cui Celeste ha assistito, ma che sembra non essere in grado di ricordare...
David farebbe di tutto pur di salvare la vita a Elìas, il mezz’angelo di cui è innamorato, anche fare un giuramento mortale. Dovrà vincere il Torneo a cui partecipano i Cambion, e trovare così il corpo adatto a ospitare il Principe degli Inferi. Se dovesse fallire, Elìas morirà e le loro anime verranno divorate dal demone con cui ha stretto il patto: Asmodeo, suo padre.



Titolo: Il profumo della tempesta  
Autore: Erielle Gaudì
Editore: selfpublishing
Genere: Romance storico
Serie: Trilogia dei Profumi
Pagine: 253
Disponibile solo in Ebook
Sito per l'acquisto: https://www.amazon.it/dp/B01N4D8041/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1481747633&sr=1-1&keywords=Il+profumo+della+tempesta
Prezzo: € 2,99
Gratis su Kindle Ulimited

SINOSSI
Non è facile essere l’unica donna a bordo di una nave, soprattutto se l’affascinante capitano è rude e dispotico e i marinai ti guardano come se fossi una strega. Lo sa bene Isabel, una nobile spagnola che si ritrova suo malgrado a navigare sulla Silver Star, un veliero in rotta verso la Cina.


L’impavido capitano Bradley governa la sua nave con pugno di ferro e non teme niente e nessuno. Ha sempre snobbato le fragili bellezze vittoriane e non è mai stato innamorato. Solo lei, quell’aristocratica fiera e altezzosa è stata in grado di farlo capitolare: Isabel è la sua unica debolezza… una debolezza che sfrutterà chi sta cercando di sabotare il viaggio.
Divenuta un bersaglio, Isabel si troverà in grave pericolo e dovrà lottare per salvarsi la vita. Ma chi potrebbe desiderare la sua morte?
Continua il viaggio della Silver Star fra mille avventure, rovente passione, e la promessa di un amore forte e ineluttabile come il destino.

Citazione: 
“Pelle contro pelle, i tuoi occhi su di me, il tuo odore, la bocca nel buio che mi bacia e sussurra tenere parole d’amore. E tutta la vita per dimenticare… o ricordare.”
 

Titolo: Il Tridente di Shiva
Autore: Valentina Marcone
Genere: Paranormal romance/ Urban Fantasy
Editore: Nativi Digitali Edizioni
Formato: Digitale/ Cartaceo
Prezzo: digitale/cartaceo €3,99
Pagine: 240

SINOSSI
Se avessi dovuto definire me stessa con quattro aggettivi avrei scelto: testarda, sincera, passionale e pacifica. Sì esatto, pacifica: nonostante fossi una temibile creatura mitica cresciuta da tre vampiri leggendari. non cercavo lo scontro se potevo evitarlo, ma a volte ci sono guerre a cui non puoi sottrarti. A volte sei costretto a difenderti, a non farti metter i piedi in testa, ad alzare la testa e dire 'Basta!'; non sai se vincerai, magari sarà l'ultima cosa che farai, magari sarà il tuo momento di gloria, questo non lo sai. Sai solo che tu non sei fatta per seguire, non sei fatta per nasconderti, non sei fatta per abbassare la testa e dire 'grazie' ogni volta che il tuo padrone ti porta da mangiare, tu sei fatta per lottare, sei fatta per essere libera e non puoi permettere a nessuno di avere potere sulla tua vita. C'è chi si accontenta di essere una pecora tutta la vita, e poi c'è chi preferisce ruggire come un leone, anche se quel ruggito sarà quello che ti porterà alla morte." Quarta parte della serie paranormal romance "La Croce della Vita".





venerdì 27 gennaio 2017

C'era una volta... #12

"C'era una volta...". È così che hanno inizio alcuni dei racconti più importanti della nostra vita. Quasi fossero parte di una formula magica, queste parole hanno il potere di rinnovarsi e volgersi al presente ogni volta che vengono pronunciate o lette.
Nel tentativo di regalarvi un briciolo di magia, abbiamo ideato la rubrica "C'era una volta..." per condividere gli incipit più belli e suggestivi dei libri che abbiamo letto.


Buongiorno, lettori :-)
Oggi vi lascio un piccolo estratto, proprio piccolissimo anzi, da una delle mie tante letture in corso. Spero vi piaccia!

Lo sa il mare
Linda Kent

Londra, Inghilterra

Fine marzo 1816

«So bene ciò che vi sto chiedendo». Lord Castlereagh, erede del marchese di Londonderry e ministro degli esteri, osservò ancora una volta la lettera aperta davanti a lui, poi la ripiegò con attenzione. «Mi dispiace, ma le vostre dimissioni dovranno attendere ancora un poco. Quanto a lungo, dipende da voi. E dalle circostanze, naturalmente.
«Volete dire dalla fortuna?». Una luce ironica accese per un attimo lo sguardo dell'uomo seduto dall'altra parte del tavolo. «Temo, milord, di non aver mai fatto troppo conto sull'aiuto della Dea Bendata».
«Nemmeno io, Helston. Nemmeno io. Ed è proprio per questo che la Corona ha bisogno di voi».





Come avrete notato, vi ripropongo di nuovo Linda Kent. Che volete farci? Questa autrice nostrana ha uno stile che mi piace molto e il titolo di questo romanzo è così evocativo!
Per caso avete già letto Lo sa  il mare? Fatemi sapere!
Alla prossima!


mercoledì 25 gennaio 2017

Recensione: IL QUARTO FATO di Laura MacLem


Titolo:
 Il Quarto Fato  
Autore: Laura MacLem
Editore: Selfpublishing - 21 marzo 2016
Pagine: 322 
Prezzo: Brossura - € 10,39; Ebook - € 3,99 

Trama
Questa è una storia che finisce alla corte del re di Persia, durante la narrazione delle Mille e una notte.
Questa è una storia che comincia in una piccola città di provincia.
Questa è una storia che parla di Sheherazade e di Sharyhàr, il sultano che uccise mille e una ragazza e che per mille e una notte ha ascoltato le storie della principessa, finché non gli è diventato impossibile rinunciarvi; ed è una storia che parla di Clara, una ragazza delle superiori, che inizia a vedere la sua vita sgretolarsi, tra incongruenze, buchi di trama, agnizioni, eventi incomprensibili.
Questa è la storia di una storia, dentro una storia, cui segue un'altra storia. Fino ad arrivare dove le storie finiscono.
Esistono tre fati, tre destini prestabiliti: nascere, vivere, morire. Più oltre, fuori dai confini dell'ordito, troverete solo la pagina bianca, e Tre filatrici che riportano l'ordine. Le storie che cominciano devono anche finire.
Ma c'è un quarto fato, un fato nuovo.
E, forse, nessuna storia finisce davvero. 
Tutto dipende da quello che si desidera trovarvi.

***

Epilogo

Così si apre Il Quarto Fato. Ci siete rimasti secchi? Bene, pure io.
La verità è che pensavo di avere davanti un retelling di Le mille e una notte e di avere, quindi, una piccola idea di ciò che sarei andata a leggere. Oh, che ingenua. 
Ancora una volta Laura MacLem è riuscita a sorprendermi e a incantarmi. 
Non dirò altro per quanto riguarda la trama, è un romanzo che va scoperto man mano senza alcuna interferenza. 

Di base Il Quarto Fato è una rivisitazione, anche se in maniera diversa rispetto al solito, perché sebbene usi i personaggi della celebre opera, in realtà risulta una sorta di continuazione di Le mille e una notte. E la scelta di quest'ultima non è casuale: quale storia migliore per rendere centrale il tema della narrazione? 
Infatti, oltre a raccontare una storia (o meglio, storie), Il Quarto Fato è anche la riflessione sul significato di lettura e narrazione, su cosa sia una storia e sul ruolo dell'immaginazione nella vita, non solo nella finzione letteraria. 

«So cosa sono le Moire, Fiorino. A differenza tua, leggo per imparare.»
Non ho mai letto un solo libro che non mi abbia insegnato qualcosa, anche solo una briciola, anche solo una parola nuova, avrebbe potuto ribattere. La Favetti proprio non ci arrivava: una cosa era leggere per piacere, e un'altra era sentirsi costantemente sotto esame. Il bello dei libri che Clara leggeva era che non la giudicavano. Avevano una storia da raccontarle e gliela raccontavano, tutto qui. Più ne assimilava, più si divertiva, mentre coi libri scolastici era esattamente il contrario. A differenza tua, io leggo perché mi piace. 

Il Quarto Fato è un romanzo in trasformazione, sotto i vostri occhi l'intreccio muterà e si riformerà, sta a voi mantenere la presa su ogni dettaglio e indizio lasciato nelle pagine. È una sfida, un gioco a incastri, un arazzo di storie che si dipanano e vi lasceranno disorientati, se non farete attenzione a seguire i fili dell'intreccio. 
Dato che ho lasciato passare molto tempo dalla lettura, per poterlo recensire (e poter tentare di rendergli onore) ho dovuto dare una rinfrescata a ciò che ricordavo ed è stato quasi come leggerlo per la prima volta. Ho riscoperto dettagli che mi ero persa o che avevo dimenticato, ho riassaporato di nuovo la storia. È, secondo me, un pregio ulteriore di questo romanzo: ogni lettura promette di far cogliere un lato che non si era notato in precedenza, come se la storia non smettesse mai di avere qualcosa da dire. 

Lo stile dell'autrice è, per me, una garanzia: sempre curato nei minimi dettagli, scorrevole senza essere mai piatto o banale, un ulteriore particolare che va ad arricchire il romanzo. 
D'altra parte nulla è lasciato al caso, ogni singolo dettaglio del libro è parte integrante della storia, persino i titoli dei capitoli, che a un primo sguardo lasciano perplessi, non solo hanno un preciso legame col capitolo che aprono, ma si inseriscono nella cornice della narrazione del romanzo.
Spero di essere riuscita almeno in minima parte a spiegare quanto mi sia piaciutoIl Quarto Fato e, soprattutto, i motivi per cui merita di essere letto. 
Non è un romanzo per tutti, devo precisarlo, ma non posso che consigliarvelo se avete voglia di qualcosa di particolare e insolito. 

 “È così per tutti, sire. La mia amata sorella vivrà in eterno, perché in eterno vivranno le sue storie...”
E allora fa' che diventi una storia!”









lunedì 23 gennaio 2017

Recensione: LA VOCE NASCOSTA DELLE PIETRE di Chiara Parenti

Buongiorno lettori!
Una nuova settimana ha inizio e spero con tutto il cuore che sia una buona settimana, perchè aspetto notizie... ora incrociate tutti le dita per me che siano belle, anzi bellissime.
Ma accantoniamo i miei problemi personali e arriviamo al cuore di questo post. Oggi vi parlerò di un libro, italiano naturalmente, uscito da pochissimo, di cui si è parlato moltissimo e che ha presto fatto il giro del web e non solo. La sua autrice è una cara conoscenza del nostro blog, ha infatti già pubblicato diversi romanzi molto divertenti (cavoletti, me ne manca sempre uno da leggere...). Sto parlando di Chiara Parenti e della sua ultima creatura, La voce nascosta delle pietre


Titolo: La voce nascosta delle pietre
Autore: Chiara Parenti
Editore: Garzanti
Pagine: 383 
Prezzo: €9,99 (ebook); €16,90 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 12 gennaio 2017


Trama. «Segui le pietre, solo loro regalano la felicità.» Luna è una bambina quando il nonno le dice queste parole speciali insegnandole che l'agata infonde coraggio, l'acquamarina dona gioia e la giada diffonde pace e saggezza. E lei è certa che quello sia il suo destino. Ma ora che ha ventinove anni, Luna non crede più che le pietre possano aiutare le persone. Non riesce più a sentire la loro voce. Per lei sono solo sassolini colorati che vende nel negozio di famiglia, mentre il nonno è in giro per il mondo a cercare gemme. Perché il suo cuore porta ancora i segni della delusione. Si è fidata delle pietre, di quello che nascondono, di quello che significano. Si è fidata di quel ragazzo di sedici anni che attraverso di loro le parlava di sentimenti. Dell'amicizia che cresceva ogni giorno e racchiudeva in sé la promessa di un amore indistruttibile. Leonardo era l'unico a credere come lei nel fascino dei minerali e dei cristalli. Leonardo che in una notte di molti anni prima l'ha abbandonata, senza una spiegazione, senza una parola. E da allora il mondo di Luna è crollato, pezzo dopo pezzo. A fatica lo ha ricostruito, non guardando mai più indietro. Fino a oggi. Fino al ritorno di Leonardo nella sua vita. È lì per darle tutte le risposte che non le ha mai dato. Risposte che Luna non vuole più ascoltare. Fidarsi nuovamente di lui le sembra impossibile. Ha costruito intorno al suo cuore un muro invalicabile per non soffrire più. Ma suo nonno è accanto a lei per ricordarle come trovare conforto: il quarzo rosa, la pietra del perdono, e il corallo che sconfigge la paura. Solo loro conoscono la strada. Bisogna guardarsi dentro e avere il coraggio di seguirle.


La mia recensione.
Abituata com'ero ai precedenti lavori di Chiara ammetto che inizialmente ho dovuto abituarmi ai toni di questo libro. Se prima avevamo storie fresche e leggere, ma soprattutto profondamente ironiche, qui mi sono invece imbattuta in una storia ben diversa, più profonda; è uno di quei libri che si focalizza sull'animo umano e ne scava dolori, gioie e paure. Certo, una spolverata di ironia, anche piuttosto pungente, la sentiamo anche qui, ma quello che colpisce è soprattutto la profonda crescita che fanno alcuni personaggi. Luna in primis, che deve imparare a fare i conti col passato e a guardare in modo diverso al futuro, ma anche Leo, Giulio e persino nonno Pietro evolvono. 

Alla base di tutto c'è una ricerca, di semplice pietre ad uno sguardo superficiale, della felicità e del vero io ad un occhio più attento. Luna deve riuscire a superare la batosta ricevuta in passato, la profonda delusione che proprio Leo, il suo bambino scoiattolo, le ha procurato. Dopo un evento particolarmente doloroso la ragazza si è come fermata, si è chiusa nel suo mondo e si è accontentata di quello che aveva intorno: del lavoro nel negozio di famiglia, della casa del nonno, dell'amore di Giulio. Meglio la noiosa sicurezza che l'eccitante imprevisto. E così la nostra Luna ha chiuso nel cassetto i suoi sogni e i suoi desideri. Da questo pantano in cui si ritrova inizia il suo percorso, il suo viaggio verso qualcosa di più. Ed è proprio un vero viaggio, in Thailandia, lei che non si era mai mossa da casa, a scuoterla, a incrinare quel bozzolo di sicurezza che si era costruita intorno.

Nonostante gli eventi, le delusioni, la crescita non sono riuscita ad entrare in connessione con la protagonista. Lungo tutta la lettura ho sentito Luna distante e anche un po' freddina. Sicuramente il suo ruolo, questa corazza che indossa ha accentuato questa sensazione. Quello che mi ha colpito è, però, che nel momento in cui si allontana da casa e viaggia, quando esce dalla sua confort zone diventi un personaggio più forte, più accattivante e anche più comunicativo.
Il punto focale di tutta la storia è però il rapporto nonno-nipote, Pietro-Luna, un rapporto così forte, dolce e di complicità che schiaccia e mette in secondo piano tutti gli altri, quello con la madre ma anche i rapporti di cuore, con Giulio prima (insopportabile habitué dei nomignoli... odioso) e con Leo poi. 

In conclusione è un romanzo che vi farà rimuginare sui rapporti umani ma soprattutto sui percorsi che ognuno di noi si trova davanti. La strada da intraprendere non è mai chiara e spesso non è mai univoca per giungere al nostro obiettivo, ma come nonno Pietro dice a Luna "l'importante non è trovare qualcosa, ma non smettere di cercare".

Voto
...e mezzo!

Alla prossima



domenica 22 gennaio 2017

C'è post@ per noi... #199

Buona domenica lettori!
Guardiamo insieme qualche nuova segnalazione!


Titolo: Come seta sulla pelle
Autore: Guenda Nerea
Editore: Rizzoli
Collana: Youfeel
Pagine: 110
Prezzo: €2,99 (ebook)

Dove acquistare: AMAZON

Trama. Dafne sta vivendo un momento difficile nel suo rapporto con il fidanzato: forse per questo accoglie con sollievo la trasferta di lavoro che la porterà a Venezia, a un convegno internazionale dedicato alla seta. Le basta mettere piede sul treno che la porterà in Laguna per imbattersi in un bellissimo sconosciuto che trascorre tutto il viaggio a osservarla con insistenza, accarezzandole il corpo con lo sguardo. Una sensazione eccitante come quella della seta che scivola sulla pelle nuda. Ma quello che poteva essere un brivido effimero e passeggero diventa un’avventura che rischia di travolgere tutta la vita di Dafne che, stregata dalla magica atmosfera di Venezia e dal fascino dell’uomo del treno, avverte sempre più forte la tentazione di arrendersi ai propri istinti più profondi.


Titolo: Un amore di Natale
Autore: Flavia Principe
Editore: Butterly Edizioni
Pagine: 187
Prezzo: €2,99 (ebook)

Dove acquistare: AMAZON


Trama. Daniela ha 28 anni, si è lasciata alle spalle una relazione finita male ed è segretamente innamorata di Massimiliano, che lavora due piani sotto al suo nello stesso centro commerciale.Ha avuto a disposizione anni per osservarlo, studiarlo, ammirarlo e si è costruita un sogno a occhi aperti su loro due.
Resistere ai bellissimi occhi blu di lui è quasi impossibile, soprattutto quando le si presenta l'occasione che ha sempre aspettato: uscirci insieme e conoscerlo.
Tutto potrebbe andare per il meglio se nel loro cammino non si palesasse l'amico di lui: William.
Tra loro c'è una sintonia sconvolgente che la confonde, hanno molti interessi in comune, inoltre lui sembra saperle leggere dentro. Daniela comincia a provare un'irresistibile attrazione per entrambi, e la paura di ferire e deludere le aspettative di uno dei due le impedisce di fare una scelta. Ma il cuore conosce già la risposta che la mente rifiuta e alla fine saranno i sentimenti a trionfare, consentendole di rendere ancora più magico il suo Natale.


Titolo: L'ombra di cenere
Autore: Linda Lercari
Editore: HarperCollins Italia
Collana: eLit
Pagine: 124
Prezzo: €3,49 (ebook)

Dove acquistare: AMAZON

Trama. Giappone – Periodo Kamakura, anno 1330 - Le parole che il fedelissimo samurai Haka mormora sul letto di morte sono un enigma e diventano un tarlo che rode la mente del suo signore.
Alla ricerca di indizi che possano far luce sul mistero, Momokushi ripercorre la storia dell'amicizia con l'amico e guerriero, scavando nel passato e visitando i luoghi che sono stati testimoni delle loro imprese di gioventù. 
Ma ciò che Haka ha mantenuto celato per oltre cinquant'anni non è solo un segreto in grado di sconvolgere una vita, ma è anche la più struggente dichiarazione di amore che un essere umano possa lasciare in dono.


Titolo: Solo l'amore
Autore: Francesca Lesnoni
Editore: Selfpublishing
Pagine: 155
Prezzo: €2,99 (ebook)

Dove acquistare: AMAZON

Trama. Lucia è scomparsa... nessuno sa che fine abbia fatto la dolce sorella di Carlo, unico indizio un biglietto:"Non preoccupatevi, sto bene. Vado dove ho sempre desiderato essere, da che ho memoria..."
Nessuno però si preoccupa realmente della sparizione di Lucia tranne Pier che, innamorato da sempre di lei, decide di prendersi un anno sabbatico per dedicarsi alla misteriosa ricerca. 
Per sua fortuna Pier potrà contare sull'aiuto di alcune persone, come i signori Dardi, due amabili vecchietti, che gli consegneranno dei bigliettini scritti da Lucia; o Luigi, un sapiente tappezziere con la passione per la lettura, che lo aiuterà a mettere ordine nei suoi taccuini pieni di appunti e divagazioni; o l’amatissimo padre che, al momento opportuno, saprà cogliere una traccia importante…
Ma, prima di trovare Lucia, Pier dovrà confrontarsi con una diversa percezione di sé e degli altri, rivisitare la propria vita, comprendere qual è il suo vero sogno...
Grazie al suo intelligente umorismo e piccoli colpi di scena, Pier si ritroverà su un aereo diretto a Parigi.
Sarà lì che finalmente rincontrerà Lucia?

Anche se può sembrare stolto o paradossale o folle,
ho scelto la metà mezza piena del bicchiere,
la sola che doni la vera gioia.
E sorrido

Alla prossima



venerdì 20 gennaio 2017

Segna-Libro #20

Buongiorno lettori, torna oggi sul blog un segna-libro!
Di recente sono entrata in contatto con dei libri a tema alimentazione di cui voglio parlarvi in questo spazio.


Titolo: Grani Antichi
Editore: Terra Nuova Edizioni
Genere: Coltivare secondo natura
Collana: Nuovi paradigmi
Pagine: 176
Uscita: 11/2016

Sinossi: Verna, Gentilrosso, Timilìa, Perciasacchi, Carosella sono solo alcuni dei grani che si coltivavano un tempo in Italia e che oggi tornano alla ribalta per motivi agronomici e nutrizionali. La riscoperta dei frumenti antichi da parte di consumatori e agricoltori è una vera rivoluzione che assicura vantaggi per la salute e la biodiversità delle campagne.
Il libro si snoda come una vera e propria guida tra le diverse varietà di grani antichi, di cui tanto si parla ma che in pochi conoscono realmente, con il rischio di confonderli, di non capirne le potenzialità e di lasciare il campo a facili speculazioni.
Conviene tornare a coltivare e consumare i frumenti del passato, e quali sono i più adatti?
Cosa dice la ricerca scientifica su allergie e intolleranze al grano?
Dove si trovano le farine migliori?
Domande che in questo libro trovano una risposta grazie all’incontro con nutrizionisti, genetisti, agronomi, e tanti nuovi agricoltori che in tutta Italia stanno riscoprendo le antiche varietà di frumento.
La seconda parte del libro è dedicata a un avvincente viaggio nelle regioni italiane, a caccia di spighe, pastifici, forni, mulini a pietra e contadini, in una fitta trama di esperienze autentiche per la ricostruzione di una filiera del cibo ecologica e salutare.

L’autore: Gabriele Bindi, nato a Pietrasanta (Lu) nel 1973, dopo la laurea in Filosofia ha scelto di dedicarsi alle buone pratiche e all'economia sostenibile. Come giornalista ha collaborato con Tra Terra e Cielo, Terre di Mezzo e altre testate scrivendo su ecoturismo, consumi consapevoli, bioedilizia, agricoltura biologica. Traduttore dal tedesco, divulgatore ambientale e formatore, ha collaborato con l'Associazione Paea e con enti di formazione in materia di turismo sostenibile e comunicazione ambientale. Dal 2008 scrive regolarmente per il mensile Terra Nuova e fa parte del consiglio direttivo.

La mia opinione:
Questo libro mi ha interessato perché da qualche tempo in famiglia ci siamo rivolti a farine diverse dalla tradizionale, sia sotto forma di prodotti finiti come la pasta che di vere e proprie farine acquistate direttamente dal mulino.  
Si sa che le farine odierne sono state raffinate e modificate nel tempo, il cibo non ha più lo stesso sapore ne le stesse proprietà. E' risaputo che l'intolleranza al glutine stia spopolando e pertanto i nutrizionisti raccomandano di diversificare e limitare gli alimenti contenenti glutine.
Ora, glutine o meno, c'è la riscoperta dei cosiddetti "grani antichi" che poi così antichi non sono (cosa appresa da questo libro) ma che vengono ottenuti in maniera tradizionale. Hanno meno resa ovviamente e questo penso sia il motivo per cui costano abbastanza di più rispetto alle farine tradizionali.
Nel libro ci sono diverse riflessioni nella prima parte mentre, nella seconda, vi è un excursus tra le varie regioni italiane e si scoprono quali grani vengono coltivati sul territorio e le iniziative ad essi legate.
Una lettura interessante per chi ha interesse nel campo dell'alimentazione.


Titolo: Rinforzare il sistema immunitario dei bambini e di tutta la famiglia con l'alimentazione
Genere: Terra Nuova Edizioni
Collana: La salute nel piatto
Pagine: 120
Pubblicazione:  11/2016

Sinossi: Siamo abituati a pensare che l’unico modo di intervenire quando si manifesta un qualsiasi malessere siaquello di farci prescrivere un farmaco dal nostro medico di fiducia. Ma esiste anche un altro modo perprenderci cura della nostra salute: rafforzare il sistema immunitario attraverso una dieta sana ed equilibrata,un’attività fisica regolare e il mantenimento del nostro benessere psicologico.
La prima parte di questo libro spiega i meccanismi che sono alla base del funzionamento del nostro sistema immunitario, gli alimenti più indicati per rafforzarlo (frutta e verdura di stagione, cereali integrali, proteinevegetali) e quelli da evitare (zuccheri semplici aggiunti a cibi e bevande, e grassi raffinati e idrogenati). Vista la sua lunga esperienza come pediatra, il dottor Mario Berveglieri si rivolge soprattutto ai più piccoli, anche se i suoi consigli risultano preziosi per tutta la famiglia. È evidente, infatti, che uno stile di vita e un’alimentazione corretta risultano tanto più efficaci quanto più sono condivisi da chi ci sta vicino.
Nella seconda parte del libro sono presentate 90 ricette, utili per tradurre in pratica i consigli alimentari dei due autori. Spuntini, colazioni, primi e secondi piatti, tutti preparati prevalentemente a base di ortaggi, proteine vegetali (legumi, semi oleosi e frutta secca), cereali e farine integrali.
Il libro si avvale anche della collaborazione di Miria Sprega, erborista e fitopreparatrice, che dedica alcune pagine alle piante in grado di prevenire e curare i disturbi dei più giovani.

Gli autori:
Mario Berveglieri, medico-chirurgo, è pediatra di base a Cento (Ferrara), specializzato in pediatria, scienza dell'alimentazione, biochimica e chimica clinica, idrologia medica, igiene e medicina preventiva. Ha conseguito un master di primo livello in alimentazione e dietetica vegetariana ed è diplomato in omeopatia, elettroagopuntura secondo Voll, omotossicologia. È inoltre esperto in nutrizione Kousmine.

Alberto Berveglieri, chirurgo, è medico di continuità assistenziale a Trento. Sta frequentando un master di primo livello in nutrizione e dietetica applicata.


La mia opinione:
Il titolo penso invogli i genitori ma anche chi tiene alla propria salute. Bene, nella prima parte del libro vengono analizzate piante e condizioni che possono aiutare il nostro sistema immunitario, ci sono comportamenti alimentari e non stigmatizzati perché nocivi e di fatto si sostiene la dieta vegana.
Senza far polemiche, io non sono d'accordo con questo stile di vita, per me l'uomo è onnivoro e come tale, in giusta misura e secondo i propri gusti, dovrebbe mangiare di tutto.
Detto ciò, nella seconda parte del libro sono proposte delle ricette, rigorosamente vegan, per la colazione, i pasti principali, gli spuntini e come rimedio in caso di problemi intestinali. Alcuni ingredienti non li ho mai sentiti nominare prima, altri credo siano di difficile reperibilità ma per i vegani di sicuro ci sono dei buoni spunti. 
Invece, per chi vegano non è ma ama comunque ortaggi, verdura e frutta, penso le ricette possano essere adattate con ingredienti più familiari e non rigorosamente vegani.


mercoledì 18 gennaio 2017

C'è post@ per noi #198

Buongiorno, cari Lettori di Italians
mi sembra di mancare dal blog da una vita: saranno i libri universitari che hanno dilatato la percezione del tempo sottraendomelo tutto? Per fortuna possiamo tirarci un po' su guardando i nuovi arrivi nella nostra posta: sono certa che ci sia qualcosa di interessante e che tutti i gusti saranno accontentati.



Candele nella notte di Maurizio Roccato


Titolo: Candele nella notte
Autore: Maurizio Roccato
Editore: Intrecci Edizioni
Pagine: 262
Prezzo: € 15,00

Trama
La sera del 23 settembre 1959, a causa di una violenta tempesta, il faro marino di Ar-Men rimane isolato per tutta la notte. Il mattino seguente la sua lanterna continua a rimanere accesa, e nessuno risponde alla radio. I soccorsi inviati sul posto, che trovano il faro ancora chiuso dall’interno, rinvengono uno dei due guardiani morto al penultimo piano, mentre l’altro sembra scomparso nel nulla. Il commissario Arno Delta e un medico legale raggiungono Sein, l’isola più vicina, per avviare le indagini. Dopo un avventuroso sopralluogo e un’autopsia eseguita con mezzi di fortuna, i due stabiliscono che il guardiano ritrovato cadavere si è suicidato. La loro conclusione viene però messa in dubbio dall’arrivo su Sein del notaio Nicole Martin, in possesso di un testamento che dimostrerebbe che il suicida, il giorno stesso della morte, ha ereditato il misterioso contenuto di una cassetta di sicurezza da un secolo depositata nella camera blindata di una banca. A effettuare il lascito è stato il comandante della fregata imperiale Sané, che proprio cento anni prima, la notte del 23 settembre 1859, si è schiantata sullo scoglio di Ar-Men.

Cruore (Squarcio #2) di Andy Ben

Cruore è il seguito di Squarcio, romanzo giallo che Arianna ha letto e recensito per noi. Se volete leggere la sua recensione, la trovate qui

Titolo: Cruore
Autore: Andy Ben
Editore: Lettere Animate
Pagine: 138
Prezzo: cartaceo - € 11,00; ebook - € 2,99

Trama
Dopo quattro anni trascorsi a Riva del Garda, Montorsi viene richiamata a Milano. Dovrà affrontare un caso intricato e sconvolgente con la collaborazione dell’ispettore Brezzi e di una nuova squadra investigativa. Sarà una corsa contro il tempo scandita dal rapporto conflittuale con il procuratore. Riuscirà il commissario a risolvere il caso e a inchiodare il colpevole? Chiuderà finalmente i conti col passato? Quale sarà il destino della tormentata relazione con Carlo Scala? Un giallo rapido, appassionante, dove nulla è come sembra e bastano venti secondi per cambiare la sorte di una vita.


Andy Ben è lo pseudonimo di Andrea Calvi.
Sono nato a Milano il 10 dicembre del 1972, mi sono diplomato come perito in elettronica e in seguito laureato in Ingegneria Elettronica presso il Politecnico di Milano.
Lavoro come progettista hardware e firmware nel ramo dell'automazione industriale, ma ho anche lavorato nel settore ferroviario, avionico militare e automotive.
Tra il 1988 e il 1990, insieme a diversi amici, ho fondato la band pop "I bionici". Suonavamo cover e pezzi nostri tra cui "Ragazza" e "Ragazzo disperato", di cui ho scritto e/o arrangiato i testi, sotto lo psudonimo Andy Ben.
Con questo pseudonimo ho pubblicato anche:
- "Ti ho scritto una mail", una pseudo-biografia rosa, edito da Gruppo Albatros - Il filo nel novembre 2010.
- "Squarcio" con l'editore Lettere Animate nel 2015. È una storia che amo definire ero-thriller.
- "Il mio ultimo giorno", un racconto breve nell'antologia thriller "Buio" di Lettere Animate, 2015.
Nel 2016 "Squarcio" è stato tradotto in lingua spagnola e pubblicato col titolo "Desgarro".
“Cruore” è il mio terzo romanzo, il naturale proseguimento di “Squarcio” nella narrazione delle avventure di Giulia Montorsi.

LUNA - Il sequestratore di graal di Antonio Alvares

Titolo: LUNA - Il sequestratore di graal
Autore: Antonio Alvares
Editore: Intrecci Edizioni
Pagine: 432
Prezzo: € 18,00

Trama
Il tempo è come una scacchiera. I pezzi che lo compongono sono le persone, coinvolte loro malgrado in una sfida senza fine tra destino e speranza. In palio ci sono le loro vite e ogni mossa potrebbe essere l’ultima. Sopra questa “tavola”, collocata in una realtà che al tempo stesso è e non è il nostro mondo, c’è Indra Vr’ta, flyballer professionista alle prese con un brutto scherzo riservatogli dagli Dei in cui crede ciecamente. C’è Selfant O’dinn, comandante stellare della Asgard, costretto ad abbordaggi e battaglie a gravità zero per colpa degli assalti dei pirati che infestano il Sistema Solare. C’è Jeanette Finn, casalinga telecineta costretta in una prigione mentale a causa del raro dono che possiede e molti altri personaggi. Ancora non lo sanno, ma ogni alfiere e pedone, ogni cavallo e torre, è in attesa che scenda in campo il pezzo più pregiato. Luna, la viaggiatrice dal passato, sta per giungere, e questo è sicuro come la morte che l’accompagna, certo come l’amore che la conduce; ma il futuro cui approderà sarà stato già deciso dal Sequestratore di Graal e dai suoi folli esperimenti. La profezia del Prescelto è infatti una condanna che nemmeno lei può evitare, causa ed effetto sono regole assolute a cui nemmeno la regina del tempo si può sottrarre.

Che ne pensate?

lunedì 16 gennaio 2017

RECENSIONE: "Sangue Pirata" di Eugenio Pochini

Titolo: Sangue Pirata
Autore: Eugenio Pochini
Formato: Kindle
Pagine: 422
Prezzo: €3,56

Sinossi: Epoca d'oro della pirateria.
Johnny trascorre la propria infanzia a Port Royal. I suoi vicoli sono popolati di avventurieri, tagliagole e donne di malaffare: chiunque è in cerca di fortuna fra le taverne e i moli. Un giorno il ragazzo scopre l'esistenza di un misterioso tesoro... e tutto cambia improvvisamente. Costretto ad arruolarsi nella ciurma del temibile pirata Barbanera, Johnny dovrà affrontare mille insidie, tra cruenti arrembaggi, inquietanti tribù indigene e oscuri presagi, mettendo a repentaglio la sua vita e cercando di adempiere al proprio destino.



Recensione: 


Se avete voglia di avventurarvi nei Caraibi, e sentirvi un pirata alla scoperta di un tesoro nascosto, allora avete scelto il romanzo giusto! Sangue Pirata è un vero e proprio concentrato di personaggi realmente esistiti, come Barbanera e il famigerato pirata Morgan, a cui l'autore ha affiancato figure immaginarie come quella di Johnny, giovane che passa la sua giovane vita a Port Royal, tra taverne e criminali.

Quando decide di arruolarsi nella ciurma di Barbanera, ecco iniziare la sua più grande avventura. Alla ricerca di un tesoro perduto, la storia prende sempre le più sembianze di un vero romanzo d'avventura  , che mi ha ricordato L'Isola del Tesoro di Robert Louis Stevenson e persino la saga i Pirati  dei Caraibi.
Lo stile è scorrevole, non annoia mai e il ritmo "avventuresco" prende completamente, tanto che vi sembrerà di trovarvi davvero in mezzo a pirati e tesori... originale l'idea di introdurre personaggi storici, che rendono la storia ancora più ricca.
Consigliato agli amanti dell'avventura, Sangue Pirata è stata una piacevole scoperta, a cui non manca  nulla dei più grandi romanzi d'avventura!