c'è posta per noi

C'è post@ per noi ... #17

15:01

Buon pomeriggio cari lettori di IDIB-BE,
siete già con le valigie in mano? oppure state ancora decidendo che cosa portare con voi? Bene, allora sono arrivata in tempo. Forse riuscirò a stuzzicare la vostra curiosità con le nuove segnalazioni arrivate nella nostra posta. Seguitemi ^_^












Yinger e l'antico Tomo di Teresa di Gaetano


Scheda del libro:
Titolo: Yinger e l'antico tomo
Autrice. Teresa di Gaetano
Disponibile in ebook e in cartaceo.
Prezzo: 15,00 euro
Prezzo: 1,90 euro
e su amazon










Trama:

Yinger è una maga dueng, un scuola di magia molto particolare. Non può svelare a nessuno il suo segreto, tranne alle persone con le sue stesse capacità. La pena se trasgredisce sarebbe la perdita dei suoi poteri.
La rivelazione di chi lei sia realmente e delle regole a cui deve sottostare, le sarà fatta dalla nonna, in punto di morte. Ma questo non sarà l’unico segreto che le verrà svelato, infatti Yinger conoscerà qual è il suo destino: portare il leggendario Antico Tomo ad Akyab per salvare la città.
Riuscirà la ragazza a portare a compimento la sua missione o il temibile Zhoseng glielo impedirà? Scopritelo in questo avvincente romanzo fantasy dal chiaro sapore genuino, dove magia, mistero e amore si intrecciano per dar vita ad un’avventura emozionante.
Consigliato agli adolescenti e a quegli adulti che amano le storie fantasy per ragazzi.

Autrice:

Teresa Di Gaetano è diplomata in Giornalismo Radiotelevisivo ed è giornalista dal 2004. Ha collaborato per diverse testate giornalistiche locali, partecipando anche a due concorsi giornalistici che ha vinto. Per due anni ha frequentato un corso di giornalismo a Roma, conseguendo il titolo in “Laboratorio di giornalismo e tecniche audiovisive” avendo come insegnanti le migliori firme del giornalismo italiano, quindi giornalisti dalla Rai a La Repubblica, dal Corriere della sera a La7. Ha partecipato a diversi premi letterari, segnalata più volte, alcuni dei suoi racconti sono apparsi nelle antologie dei premi. Ha altresì scritto cinque libri, tra questi, La sabbia delle streghe – La leggenda di Primrose (Butterfly edizioni) e il breve romanzo rosa Senza di te (Butterfly edizioni). Ha frequentato un corso di sceneggiatura e scrittura creativa dove suoi insegnanti sono stati diversi professionisti del settore. Ha svolto tre livelli di un corso per scrittura on line con la scrittrice Moony Witcher. Inoltre un suo racconto (Nadja e la bacchetta di fuoco e ghiaccio) è stato pubblicato sul primo album della LittleDreamers (collana diretta dalla scrittrice Moony Witcher) della Casini editore. E’ stata intervistata in molti blog e siti letterari. 


Il sigillo degli Eldowin di Laura Iuorio



Scheda del libro: 
Titolo: Il sigillo degli Eldowin
Edizione Kindle per Amazon
Autore: Laura Iuorio
Genere: Fantasy
Prezzo: 6,50 











Trama:

Sono tempi bui per le terre dell'Arwal, sconvolte da guerra e pestilenza. Sulla scacchiera del potere, un giocatore sembra avere in mano la vittoria: Adras, mago di corte della dinastia regnante dell’Argelar, che controlla saldamente fronti interni ed esterni. Posto sul trono il figlio Briam tramite l’assassinio del piccolo re e il matrimonio con la principessa Yrena, l’Oscuro scatena i propri sgherri sulle tracce dell’avversaria e antica discepola Reven, rimasta indifesa dopo un cruento scontro ai confini del Varlas. Perfino Laiàl, ultimo portatore del sigillo degli Eldowin, stirpe regnante della perduta Azales, viene messo a dura prova dalla permanenza nelle terribili segrete del mago. Tuttavia, una flebile speranza spinge Eledrel, bellissima moglie di Laiàl, a riscuotersi dall’apatia secolare indotta dalle erbe dell’oblio e a mettersi in cammino attraverso le Terre Inesplorate dell’Ovest fino al gelido Nord, per invocare l’aiuto degli elfi dei ghiacci. Nemmeno Tezbereth, regina vampira di Volnoth, resta insensibile al richiamo dei fratelli caduti sotto il giogo di Adras. Da ogni angolo del continente, elfi, umani, nani e vampiri convergono sulla grigia fortezza di Krun, teatro dello scontro finale. Dalle loro torri invisibili, i Custodi degli Arcani osservano, incerti se interferire nelle sorti del mondo. Mentre la battaglia infuria per le strade e il fuoco divora il bosco di Madian, mentre le mura crollano sotto i colpi degli uomini e gli incantesimi dei maghi, Laiàl si trova faccia a faccia col suo antico nemico Adras, sterminatore degli Eldowin. Si avvicina la resa dei conti. Il sipario si alza sull’ultimo atto.

Si conclude con il poderoso romanzo Il sigillo degli Eldowin, pubblicato in edizione Kindle per Amazon, la saga fantasy iniziata nel 2007 con Il destino degli Eldowin, edito da Fanucci e vincitore del Premio Unicorno 2011. Disponibile da luglio.

Autrice:

Laura Iuorio è nata a Cuneo ma vive da anni a Milano, dove si è laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne. Attualmente, si occupa di rassegne stampa di telegiornali e collabora con Mondadori Ragazzi come lettrice di narrativa dall'inglese, oltre a scrivere romanzi e racconti. È autrice de Il sicario, noir fantascientifico pubblicato da Fanucci e ristampato tre volte (2001, 2004 e 2009), l’ultima delle quali assieme ai due seguiti inediti La caccia e Nel profondo in un unico volume dal titolo Trilogia del sicario. Sempre per Fanucci, pubblica fra il 2007 e il 2009 due volumi di una saga fantasy, Il destino degli Eldowin e La leggenda degli Eldowin. Nel 2012, decide di accettare la sfida lanciata dalle nuove tecnologie, scommettendo sul futuro dell’editoria digitale. Con la DBooks.it pubblica quindi la raccolta di racconti di fantascienza Schiavi e Androidi, mentre in versione Kindle per Amazon escono il romanzo rosa L’autunno di Claudia, già pubblicato a puntate su Grand Hotel, e un horror-thriller YA in versione italiana (Tutto per lei) e inglese (Because of Her). Numerosi i premi e i riconoscimenti ottenuti dall’autrice, tra i quali spiccano il Premio Solaria 2000 per Il Sicario, anche finalista al Desenzano Giovani, e il premio di narrativa rosa Grand Hotel per L'autunno di Claudia. Ha all'attivo alcuni lavori per lo Star Trek Italian Club, tra cui diversi racconti e il romanzo Scelte ambientato nell'universo di Star Trek - The Next Generation. Ha pubblicato il saggio Una scrittrice in ascolto: Daphne du Maurier e la famiglia Brontë sulla rivista ACME dell'Università degli Studi di Milano. Ha collaborato con la rivista Class.

Il ladro di fotografie di Vincenzo Borriello


 Scheda libro:

Titolo: il ladro di fotografie
Autore: Vincenzo Borriello
Editore: Lettere Animate
Genere: noir
Prezzo: 9,00











Trama:

La tranquillità di un cimitero newyorkese è disturbata da una serie di furti. Qualcuno ruba dalle lapidi le foto di giovani e belle donne, cercando tra esse l'amore della sua vita, la donna ideale. Ben presto però, il responsabile dei furti, diventerà uno spietato serial killer. Vita e morte, facce di una stessa medaglia, si mescolano con l'amore, il dolore e la follia. Sullo sfondo della storia, la vita distrutta di Antony, un ex poliziotto, vedovo, depresso ed alcolizzato che ora lavora come becchino. Antony ha un solo scopo nella sua vita: trovare l'assassino di Franceen, sua moglie.

Autore:

Il ladro di fotografie (Lettere Animate) è il nuovo libro dello scrittore Vincenzo Borriello. E' la terza pubblicazione per l’autore, ha già pubblicato “L’uomo che amava dipingere” (Aurea – 2010) e “La donna che sussurrava agli specchi” (Montecovello – 2011). Con la sua ultima fatica letteraria, Borriello si cimenta per la prima volta con un noir, mettendo da parte le tematiche sociali che avevano caratterizzato le sue prime opere.


Bene per oggi le segnalazioni di titoli sono terminate, cosa vi piacerebbe leggere?


La vita non dura un quarto d'ora

recensione: LA VITA NON DURA UN QUARTO D'ORA - WILLIAM A. PRADA

08:16





Scheda tecnica:

Titolo: La vita non dura un quarto d'ora
Autore: William A. Prada
Formato: e-book
Trama:  William A. Prada apre il suo cuore e mette insieme un libro toccante il cui genere è di difficile collocazione. A metà strada tra l'epistolario e il racconto, "La vita non dura un quarto d'ora" raccoglie aneddoti, confessioni, piccoli racconti ed emozioni che ruotano attorno alla figura amata del padre dell'autore. Col cuore in mano, Prada dedica al padre scomparso il canto del suo amore, con la consapevolezza che l'essersi temporaneamente “allontanato" del padre coincide con quel viaggio che ciascuno di noi deve affrontare dopo la morte. A quell'uomo tanto amato, Prada invia, come in una missiva intima e delicata, parole sincere e struggenti. Un libro prezioso che ci pone davanti a quel dolore connaturato nella vita di ciascuno, ma per il quale non si è mai abbastanza preparati.

La mia visione d'insieme:

Non si può definire romanzo vista la brevità e non è nemmeno un racconto come lo stesso autore dice nella prefazione, di cosa si tratta quindi? E' a sua detta una sorta di lettera, secondo me una raccolta si pensieri che sgorgano dalla coscienza e sono destinati ad una persona cara prematuramente scomparsa. Si intuisce chi possa essere il destinatario e solo alla fine si ha la conferma che sia il padre dell'autore.

L'autore dialoga in libertà col suo congiunto, numerose sono le forme discorsive e per questo non c'è la consueta attenzione alla forma forse. Sembra abbia voluto condividere con gli altri i propri pensieri e sentimenti, qualcosa che si è portato dentro a lungo ed ha voluto liberare nero su bianco.

Nella prefazione così come nei ringraziamenti l'autore si rivolge direttamente ai lettori e traspare il suo entusiasmo per il suo breve scritto, per le premesse future e per quanto personalmente tale scritto rappresenti.

Indice di gradimento:






ophelia e le officine del tempo di emanuela valentini

recensione OPHELIA E LE OFFICINE DEL TEMPO di Emanuela Valentini

09:30

Buon sabato miei lettori,
che programmi avete per oggi? Niente? Bene, allora vi terrò compagnia io con una bella recensione. Avete già sicuramente sentito parlare di quest'autrice Emanuela Valentini, non fosse altro perchè dopo aver letto "la bambina senza cuore" il mio entusiasmo vi ha fracassato i timpani ^_^ Ecco preparatevi ad un altra cosa del genere perchè questo secondo libro della Valentini mi è piaciuto ancora di più.

Scheda tecnica:
Titolo: Ophelia e le officine del tempo
Autore: Emanuela Valentini
Editore: Io scrittore- Gems
Versione disponibile ebook



Trama:

In una Londra distopica e notturna, dove i vicoli stretti e maleodoranti confinano con la maestosa luminosità dei quartieri ricchi e monumentali, qualcuno ha in mano il destino del mondo. All’ultimo piano di un elegante palazzo, il professor Eleazar Borislav Budimir costudisce il bene più prezioso: il tempo. Nell’indifferenza di una società accecata, il professore compra il tempo dei bambini del ghetto per rivenderlo ai riccastri della città. Ma è inutile comprare quello che si può rubare. E poco importa se la sua folle ricerca condurrà i donatori alla morte e gli acquirenti alla pazzia, gli ingranaggi della scienza sono implacabili e non possono essere fermati.
Sullo sfondo di inseguimenti mozzafiato, misteriose macchine volanti e fumosi locali bohémiens, la giovane Ophelia troverà il coraggio per indagare su questo mistero. E mettersi faccia a faccia con il proprio passato. 

Il mio pensiero:

Quanti di voi all'inizio di una nuova settimana pensano alle cose da fare e si ritrovano a desiderare di avere più tempo? Per me che oltre a leggere, scrivo, il tempo è una specie di ossessione. Primo: non mi basta mai per fare tutto quello che desidero fare, secondo: è l'uso del tempo che fa di una narrazione un romanzo. Forse l'autrice ha avuto lo stesso pensiero quando ha deciso di scrivere una storia che ha come protagonista il tempo e una ragazza di cui è impossibile non innamorarsi: Ophelia. 
Vi sembrerà che stia raccontando troppo, ma il libro è corposo i personaggi che s'incontrano sono tanti e la trama è davvero complessa quindi tranquilli, non rovino la lettura di nessuno.
Dopo aver letto "la bambina senza cuore" mi sono affezionata allo stile di quest'autrice e mi sono incuriosita, così ho deciso di prendere l'ebook di "Ophelia e le Officine del Tempo". Quando l'ho iniziato, la prima cosa che ho pensato dopo cinque pagine è stata: "l'autrice è davvero cresciuta". Non sò, forse sto dicendo una baggianata, magari l'ha scritto prima della "bambina senza cuore" ma questa è stata la mia impressione. (Emanuela se leggi questa recensione, per favore, toglimi questo dubbio ^_^). 
In ogni caso si viene catapultati subito in una Londra affascinante e senza eguali che mischia passato e presente. Io amo i romanzi ambientati a Londra e sono un pò di parte. Dei tanti personaggi che si susseguono, i primi ad essere presentati al lettore sono il cattivo e il buono, ma lo si capisce solo più avanti. 
Sono rimasta a bocca aperta quando ho scoperto che tra i protagonisti c'era il tempo. Direte voi, non sei molto sveglia, s'intitola le officine del tempo. E io risponderò, certo ma che il tempo si possa davvero comprare e rubare, succhiare dagli altri come una vera merce, beh ecco, questo è davvero una cosa che non mi aspettavo di leggere. E mi ha rapita completamente, in particolare perchè legato al tempo di ciascuno di noi non c'è solo l'anagrafe, ovvero quanto tempo da vivere ci è stato concesso, c'è l'essenza della persona. Sogni e aspirazioni restano imbrigliati nel tempo che viene rubato da una vita e trasferito a chi il tempo lo acquista. Fantastico. 
Se questo vi è piaciuto resterete senza fiato conoscendo Ophelia.
Una ragazza che aveva tutto, fino alla morte del padre, tranne una vera madre. Anzi, Ophelia ha una madre che è meglio perderla che trovarla, lei pensa solo a se stessa e a come restare giovane. Per questo Ophelia scappa e, da una bella e lussuosa casa, si ritrova in una fredda soffitta a vivere facendo ciò che ama: il pilota di aeronavi. All'inizio le ripara soltanto, ma poi nel corso del libro la sua naturale predisposizione al volo la farà diventare la prima donna collaudatrice. La vediamo però svolazzare quà e là per i cieli di Londra con un minicargo. Ho trovato davvero belle anche le descrizioni di tutti questi mezzi. Il passato di Ophelia si lega al presente e piano, piano scopriremo che cosa è successo al padre e verrà risolto il mistero di chi ruba il tempo ai ragazzi del ghetto. 
Se nella "bambina senza cuore" avevo trovato l'autrice incerta nell'incipit con tanti personaggi che confondevano un pò il lettore, in questo secondo libro la sensazione di confusione arriva verso la fine, perchè anche qui i personaggi sono davvero tanti e si fatica a ricordarli tutti, sto parlando di quelli secondari. Ma è davvero perchè sono pignola che dico questo. Anzi la fine del romanzo mi ha sorpresa, poteva essere banale e invece non è stato così. 
Insomma non l'avete ancora letto? Vi consiglio di correre a riparare.







Amaranth

C'è post@ per noi... #16

10:33

Buongiorno! 
Oggi sono di buon umore perché sono ufficialmente in vacanza e questo significa più tempo da dedicare a me stessa, alle mie passioni e a voi.
Ma cosa sono quelle facce terrorizzate?
E io che avevo qualche libro da presentarvi. Pazienza, allora. Vi saluto.
Non siete d'accordo, eh? Va bene. Preparatevi: si parte alla scoperta di nuovi universi di carta.







Onde di Sabrina Calzia


Titolo: Onde
Autore: Sabrina Calzia
Editore: Cerebro Self Publishing
Prima edizione: 2 dicembre 2012
Pagine: 162
Prezzo: Brossura - € 12,00 


Venti racconti, alcuni molto brevi, narrano venti storie per voce di altrettanti uomini e donne, toccando svariati temi, tutti molto intimi. Dall’inquietudine alla nostalgia per l’infanzia, dal rapporto tra fratelli alle difficoltà nell’affrontare i condizionamenti esterni, siano essi le aspettative dei genitori o i conflitti socio-politici e generazionali. E poi l’amore, la maternità, la solitudine, la malattia, l’indifferenza, l’ingiustizia, l’ipocrisia, la capacità di perdono.
Ogni vicenda ha un profumo tutto suo, un proprio colore, un preciso carattere; eppure, anche nelle diversità, da tutti i brani emerge una costante: l’attenzione rivolta a sensazioni e sentimenti, veri protagonisti di ogni storia. 
Sensazioni e sentimenti che, filtrati dalla memoria, pulsano come onde nel mare dei ricordi. 

Al ritmo del cuore.

Sabrina Calzia è nata a Imperia nel 1971, e della Liguria conserva nel cuore il vento, il sole e la casa dove è cresciuta. Ha amato molti autori, primo fra tutti Pirandello, e coltivato diverse passioni: dalla musica ai numeri alla cucina. A Cernusco sul Naviglio, dove vive, ha trasferito su carta il suo sogno di scrivere, chiuso in un cassetto da quand’era bambina. Tre anni dopo “La metà di credere”, è alla sua seconda pubblicazione.

Corner's Church di Matteo Zapparelli


Titolo: Corner's Church
Autore: Matteo Zapparelli
Editore: Narcissus Self Publishing
Edizione: 23 novembre 2012
Pagine: 194
Dimensioni file: 291 KB
Prezzo: eBook - € 0,99

Alex Snyder, detto il Biondo, è un agente federale la cui unica ossessione è quella di trovare e ammazzare con le proprie mani un pericoloso serial killer, soprannominato Serpe, che ha ucciso il suo più caro amico e collega Bob. Il Biondo è un uomo malato, al quale un grave tumore al cervello ha concesso al massimo un paio d'anni. La sua vita non ha più alcun valore. Pur di trovare Serpe è disposto a tutto, scendendo a qualsiasi compromesso.
Seguendo le tracce dell'assassino il Biondo giunge a Corner's Church, una minuscola cittadina del Colorado, dove stringe un patto con il vicesceriffo Benson, un uomo arrivista e svogliato, il cui unico interesse è concludere la carriera in bellezza. Tenendo nascosto il caso all'FBI, Benson spera di prendersi tutti i meriti, lasciando al Biondo la sua personale vendetta.
È un gioco perverso, quello di Serpe, ma è un gioco nel quale solo il Biondo è protagonista...

Matteo Zapparelli è nato e cresciuto a Verona, meravigliosa città racchiusa tra le acque azzurre del Lago di Garda e la verdeggiante pianura padana. Città che, nonostante si aggiri per le sue vie da oltre trent’anni, non smette mai di stupirlo e di incantarlo.
Accanito lettore fin da giovanissimo e appassionato di letteratura americana, apprezza scrittori e generi letterari tra loro diversissimi. Scrive fin da ragazzino: suoi racconti e poesie sono stati pubblicati su riviste, in antologie, e alcuni sono stati finalisti di premi letterari.
Laureato in architettura al Politecnico di Milano, da diversi anni collabora con singoli autori e case editrici in qualità di editor freelance, e nel 2011 ha dato vita a BooksDreamer Literary Agency, agenzia letteraria e service editoriale. 
Ama gli animali, i boschi, le lunghe camminate all'aria aperta, la notte, i Coldplay e i Muse, i film dell'orrore, i romanzi di Preston&Child, e ha un debole per il tiramisù.
Nel 2012 ha pubblicato il bestseller Corner's Church, un thriller dalle tinte fosche ambientato nell'America dei giorni nostri, disponibile esclusivamente in formato eBook.
In autunno 2013 uscirà nelle librerie il primo volume della Wolf Lineage Saga, intitolato Rebirth.

Link utili:
Visita il sito dell'autore
Guarda il booktrailer di Corner's Church

Stryx. Il marchio della strega di Connie Furnari


Titolo: Stryx. Il marchio della strega
Autore: Connie Furnari
Editore: Edizioni della sera
Edizione: dicembre 2011
Pagine: 292
Prezzo: € 12,00


Dopo aver vissuto in Inghilterra, Sarah, una potente strega, torna a Salem decisa a ricominciare una nuova vita senza la magia. Inaspettatamente, giunge la sorella minore: Susan, strega intrigante e perversa che ha scelto di passare al lato oscuro per la sete di potere, determinata a sconvolgere l’esistenza di Sarah e degli ignari studenti del liceo di Salem. 
La vita scolastica si rivela fin da subito molto più dura del previsto. L’unico apparentemente interessato a conoscerla è un giovane dai grandi occhi grigio azzurro: Scott. Il solo ad essere in grado di risvegliare in lei antichi sentimenti che credeva ormai essere assopiti. 
Ma Salem ben presto comincerà ad essere sconvolta da numerosi delitti inspiegabili, il cui unico filo conduttore sarà un marchio a forma di ‘S’ posto sulle vittime. Le strade della cittadina diventano pericolose trappole mortali, e a Sarah non resterà altro che affrontare il suo oscuro passato per poter salvare le altre giovani streghe e se stessa.

Connie Furnari nasce a Catania nel 1976, sotto il segno del Sagittario. Rivela fin da piccola la sua passione per i libri, cominciando a inventare storie non appena impara a scrivere. Si laurea in Lettere, con una tesi di psicanalisi freudiana sul “racconto perturbante”: un’analisi su come il fantastico interagisca nella vita reale, in modo diverso da persona a persona, fin dalle fiabe, analizzando le tipiche storie dell’infanzia, da Andersen a Hoffmann. 
Nel 1995 vince il Premio Superga a Torino con Il magico viaggio di Chris, una fiaba che narra le fantasiose avventure di un giovanissimo scrittore, e con le poesie: Piove, La strada e Giorno dopo giorno. Sempre nello stesso anno, a Brescia, viene premiata per altre poesie della stessa raccolta, ricevendo un encomio per la narrativa. 
Nel 2011 esce il suo primo romanzo, Stryx Il Marchio della Strega: un urban fantasy young adult, edito da Edizioni della Sera. 
Numerose sono le pubblicazioni di racconti per raccolte antologiche. Nel 2013 continua a pubblicare storie, tra cui Moonlight: un paranormal romance sui licantropi ispirato a Romeo e Giulietta, incluso nelle Short Stories della Scudo Edizioni. Collaboratrice del web magazine “Fantasy Planet” aderisce a numerosi siti letterari. Da sempre appassionata di scrittura e di cinema, vive tra centinaia di libri e dvd; adora leggere, disegnare fumetti manga, e dipingere quadri a olio mentre ascolta musica classica. Scrive fiabe per bambini; fantasy, urban fantasy e paranormal romance per giovani adulti.

Link utili:

 Che ne pensate? Quali titoli vi ispirano di più?


Florence

recensione: FLORENCE di MONICA BECCO

08:36


Scheda tecnica:

Titolo: Florence
Autrice: Monica Becco
Formato: epub
Prezzo: 2,99€
Trama:  “Le Chat curieux” è una rinomata pasticceria nel centro di Montpellier gestita da Juliette e dalla figlia, Florence. La loro vita è scandita dalle visite dei clienti affezionati come Monsieur Girard, che tutti i giorni fa colazione lì da vent’anni, Claire, compagna di giochi dai tempi dell’infanzia, e Madame Marie, la proprietaria della pensione dove si è sistemato Alain, giovane architetto parigino che ha abbandonato lavoro, famiglia, amici per girare il mondo. E poi c’è Didier, scapestrato senza futuro e senza affetti, sempre in bilico tra l’onestà e i piccoli reati, che abita le pagine di un romanzo di cui Florance è l’autrice. - Scoprite di più qui: http://kartaedizioni.com/negozio/florence/#sthash.kTFuhtRe.dpuf


La mia visione d'insieme:

Florence fa la pasticcera con sua madre Juliette, il lavoro le piace ma la sua esistenza è alquanto monotona da quando ha rotto con il fidanzato storico Etienne, a poco dal matrimonio aveva scoperto che la tradiva e dopo non c'è stato nessun'altro se non qualche personaggio dei romanzi che scrive a perdi tempo.

Nella vita di Florence, però, appare Alain, un architetto che due anni prima ha lasciato lavoro e fidanzata per ritrovare se stesso girando in lungo e in largo per il mondo.

Tra i due nasce una certa intesa anche se, apparentemente, le loro sono solo chiacchiere tra una pasticcera ed un suo cliente e per non arrovellarsi sulla natura di tale rapporto Florence decide di trasfigurare la persona di Alain in Didier, il personaggio del suo ultimo romanzo.

La realtà e la finzione sembrano a tratti rincorrersi e sovrapporsi, possibile che Florence riesca ad influenzare la realtà della sua vita e la sua storia con Alain attraverso quanto scrive nella finzione del suo romanzo?

La storia tra i due procede anche se a rilento, sembra le cose si sistemino ma, al momento della svolta, Florence scopre qualcosa di sconcertante su di se e chi le sta attorno.

Il finale è a dir poco sorprendente, di certo non un romanzo scontato. L'epilogo mi ha addirittura un pò turbata visto che le vite di Alain e Florence restano come in attesa di qualcosa che viene lasciato all'immaginazione del lettore.

Piacevole l'appendice delle ricette di Juliette a cui lei è molto attaccata e che non aveva voluto rivelare a nessuno prima perchè le considerava l'eredità di Florence.

Indice di gradimento:








Conoscete l'autrice e/o il romanzo? Lo abbiamo segnalato pochi giorni fa ma mi e vi chiedo se lo avete letto e nel caso cosa ne pensiate.

Il fuoco segreto di Altea

Intervista #9: Conosciamo meglio Isabel Harper

08:30


Dopo aver letto i primi due capitoli della saga de IL FUOCO SEGRETO DI ALTEA,
edita dalla Piemme nella collana Il Battello a Vapore,
ho avuto il piacere di intervistare Isabel Harper, pseudonimo della coppia Marco e Isabella.


Le illustrazioni sono molto belle, avete dato direttive specifiche alla disegnatrice o sono stati gli stessi romanzi ad ispirarla?
L’illustratrice, Silvia Bigolin, ha fatto tutto da sola, ed è stata bravissima. Ha capito tutto: ambiente, personaggi, spirito del libro… e ci ha messo anche molto del suo, arricchendo l’atmosfera del libro.

Quanto di Isabella e quanto di Marco è in questo romanzo?
Rispondere a questa domanda è un po’ come gustare una fetta di torta e poi chiedersi: “ma nel pan di spagna, quanta farina e quanto zucchero c’erano dentro?” In realtà, una volta cotto il pan di spagna, è impossibile dire cosa è zucchero e cosa è farina: è pan di spagna e basta.
Per noi è un po’ la stessa cosa: dopo aver scritto insieme la sinossi, ci dividiamo i capitoli e poi scriviamo “a strati”, cioè quello che scrive uno dei due viene poi rivisto, arricchito e completato dall’altro. Perciò alla fine è praticamente impossibile dire cosa sia stato scritto da Marco e cosa da Isabella.

Nel primo episodio avete sviluppato per lo più il tema dell'amicizia, in questo secondo episodio avete affrontato il tema dell'amore, nei prossimi, invece, esplorerete altri sentimenti positivi?
Noi pensiamo che scrivere un libro per ragazzi sia un’occasione per provare a trasmettere i valori positivi in cui crediamo: l’amicizia, il rispetto della libertà individuale e collettiva, la solidarietà, la giustizia, il rispetto per la natura e l’importanza di preservare e difendere l’ambiente. Più che temi, sono tracce che solcano i nostri racconti. Nel terzo libro i personaggi si troveranno impegnati a difendere la natura misteriosa dell’isola di Keola, mentre uno dei personaggi avrà molte difficoltà da superare, dovrà fare i conti con i suoi limiti e ritrovare la fiducia in se stesso.

La missione dei giovani protagonisti ovviamente non termina qui, visto che sono previsti altri due episodi, l'entrata in gioco di nuovi personaggi ed il ritorno di altri personaggi minori del primo episodio infittiscono la trama e qualcosa si intuisce sulla madre di Ailan. Possiamo sperare in un lieto fine e giustizia come conclusione?
Rivelare il finale rovinerebbe la sorpresa, ma possiamo dire che sicuramente alcune cose finiranno bene, altre male, e qualcosa non si risolverà del tutto. Insomma, trionfo del bene e della giustizia sì, ma purtroppo il male esiste e non sempre si riesce a sconfiggerlo del tutto. La lotta continua e il bene conquistato va difeso.

Quali sono i vostri generi letterali preferiti? Qualche titolo esplicativo per entrambi?
Per rispondere potremmo citare un detto di Louis Armstrong: “Esistono solo due generi di musica: la buona musica e la cattiva musica”. È un modo un po’ provocatorio per dire che, molto più del “genere”, è importante la “qualità”. Noi amiamo leggere di tutto: dai grandi classici ai gialli, dalla fantascienza alla narrativa contemporanea, al fantasy.

Come è nata la vostra ispirazione per questa saga fantasy destinata ai piccoli lettori?
È molto difficile dire da cosa sia nata l’ispirazione per la nostra storia. L’idea iniziale, infatti, si è combinata con tanti elementi molto diversi tra loro: film, letture, spunti presi dalla realtà di tutti i giorni e dalle persone che abbiamo incontrato nella nostra vita. Per esempio, per tratteggiare l’ambiente steampunk, ci siamo ispirati alle atmosfere che si respirano nei libri di Verne e H.G.Wells. Per i personaggi, a volte ci siamo rifatti a persone reali. L’idea di partenza è stata quella di una strana bottega in cui vengono conservati degli oggetti bizzarri, le Invenzioni Dimenticate. Attorno a questo primo spunto abbiamo poi costruito un mondo. Possiamo dire che l’idea iniziale è maturata ed è cresciuta a poco a poco, attraverso lunghe sedute di brainstorming, in cui abbiamo provato a liberare la fantasia per creare il mondo di Altea, i personaggi, la trama…

Una domanda personale, com'è lavorare in coppia col proprio partner?  (vorrei la versione di ognuno di voi )
Marco: Facciamo coppia da tanti anni, e vivere questa avventura insieme a Isabella mi fa sentire un po’ come mi sentivo all’inizio della nostra storia: pieno di energia e di aspettativa. E poi, scrivendo a quattro mani, non solo le idee arrivano con più facilità, ma è anche più facile accorgersi degli errori. Certo, a volte ci troviamo coinvolti in accesi confronti ‘letterari’, ma alla fine troviamo sempre un punto di vista comune.
Isabella: scrivere insieme è molto divertente e ci offre anche il pretesto per prenderci degli spazi per noi due. Con la scusa che dobbiamo scrivere, ogni tanto riusciamo a fare qualche piccola fuga in montagna o in riva al mare. La cosa che preferisco, però, sono le nostre sedute di “brainstorming” in pasticceria, con il computer aperto e una bella cioccolata calda davanti. Amo molto anche i momenti in cui cominciamo a ridere per le situazioni umoristiche che ci piace inventare e inserire nei nostri libri. Marco ha una risata molto contagiosa! Ridiamo molto insieme e questo mi pare un buon segno, sotto tutti i punti di vista.

Dopo questa saga, che prevede altri due episodi, avete già altri progetti letterari per il futuro?
Con questi primi due libri siamo arrivati solo a metà percorso, per cui ci sembra un po’ presto per parlare di progetti futuri. Una cosa è certa: il mondo di Altea sta diventando talmente ricco, che sarebbe un peccato non scriverci qualche altra avventura, magari con altri personaggi.
Oltre ad Altea, abbiamo anche altri spunti e un paio di idee in “avanzato stato di composizione”, che non vediamo l’ora di sviluppare e di proporre. Ovviamente non sappiamo ancora se le nostre idee incontreranno l’interesse degli editori: ma tutto questo non fa che rendere più interessante la sfida. Come diceva Buster Keaton, il bello è riuscire ad avere sempre un’idea in più.

Conoscevate questa saga per ragazzi? Non rientro ovviamente nel range di età a cui è destinata eppure l’ho iniziata a leggere con piacere ed interesse.



Amaranth

C'è post@ per noi...#15

10:31

Buongiorno! Sapete di essere meravigliosi anche di prima mattina? Ma certo che lo siete: siete i nostri Lettori e leggete "made in Italy". E sì, noi vi adoriamo!
Siete pronti per una nuova scorpacciata di romanzi? E allora non indugiamo oltre.












Florence di Monica Becco

Titolo: Florence
Autrice: Monica Becco
Editore: Edizioni di Karta
Edizione: 26 aprile 2013
Formato: ePub
Dimensione: 729 KB
Prezzo: € 2,99

Florence Edizioni di Karta, 2013, euro 2,99 “Amore e perseveranza.
Due parole importanti non solo
per la pasta sfoglia”
(Florence – M. Becco)

“Le Chat curieux” è una rinomata pasticceria nel centro di Montpellier gestita da Juliette e dalla figlia, Florence. La loro vita è scandita dalle visite dei clienti affezionati come Monsieur Girard, che tutti i giorni fa colazione lì da vent’anni, Claire, compagna di giochi dai tempi dell’infanzia, e Madame Marie, la proprietaria della pensione dove si è sistemato Alain, giovane architetto parigino che ha abbandonato lavoro, famiglia, amici per girare il mondo.
E poi c’è Didier, scapestrato senza futuro e senza affetti, sempre in bilico tra l’onestà e i piccoli reati, che abita le pagine di un romanzo di cui Florence è l’autrice.

Monica Becco nasce a Torino il 4 dicembre 1963 e la sua culla riporta le forme di due elementi che contraddistinguono le sue radici: un gianduiotto e una gondola. Infatti, papà torinese e mamma veneziana.
Dopo gli studi, iniziati con il business e l’economia e terminati con una decisa virata verso temi di taglio decisamente più umanistico - come la sociologia e la formazione - ha intrapreso la carriera aziendale all’interno di una grande banca torinese. Nel 2003 ha iniziato a dedicarsi alla scrittura e nel febbraio dell'anno successivo è uscito il suo primo libro “Notre Dame de Paris: oltre il palcoscenico”.
Nel 2007 ha pubblicato il suo secondo libro, "Giorni d'inchiostro", la storia raccontata dalle pagine di un diario e da alcune lettere, riletti dalla protagonista la sera che precede il suo matrimonio.
"Florence" è la sua ultima fatica letteraria.
Il giardino degli aranci - Un mondo di nebbia di Ilaria Pasqua

Titolo: Il giardino degli aranci - Un mondo di nebbia
Autrice: Ilaria Pasqua
Editore: Narcissus Self Publishing
Prima edizione: 2013
Formato: ePub
Dimensione: 638 KB
Prezzo: € 0.99

Aria è una ragazza come tante, che prova un grande vuoto dentro a cui vuole dare un significato.
Percepisce il mondo che la circonda come qualcosa di estraneo, come se quel posto in cui abita non fosse la sua terra. Mossa da una grande sensibilità e dal suo istinto s’incammina verso un’avventura che la porterà a scoprire ciò che nasconde in profondità dentro di sé.
Lei non sa di avere il potere di cambiare il suo destino e quello dei suoi amici trovando il sigillo, e quando scopre di avere in mano questa possibilità, ha paura di non essere in grado di superare le sue sofferenze, teme di perdere ciò che conta e di non riuscire a scegliere la strada giusta da seguire.
In una realtà popolata da incubi che prendono le sembianze più strane e che sono trasformati in energia, in cui ogni cosa è velata dal mistero e la quotidianità è gestita dalle leggi imposte dai Cinque Sacerdoti, Aria, assieme ai suoi compagni di viaggio, sarà costretta a mettersi in gioco e, per cambiare il corso degli eventi, si ritroverà davanti all’ostacolo più temibile di tutti.

Il giardino degli aranci. Il mondo di nebbia, primo libro di una trilogia, è un fantasy in cui tutto appare diverso da com’è, in cui i rapporti di amicizia sono il valore più importante e l’amore mostra la bellezza della vita. È un libro ricco di colpi di scena, di personaggi affascinati da scoprire lentamente, tra passato e presente, con uno sguardo orientato al futuro.
Filosofia a colazione di Paolo Giannotta

Titolo: Filosofia a colazione
Autrice: Paolo Giannotta
Editore: Kimerik
Prima edizione: febbraio 2013
Formato:
Pagine: 84
Prezzo: € 14,00

Una ricerca etico-filosofica degli ostacoli che la moderna società si auto procura grazie a superflui pregiudizi; essi “ovattano” e silenziano porzioni importanti del nostro essere. Contrariamente all’argomentazione portata avanti dall’arte politica, oltre ad una messa in luce di queste problematiche si cerca di dare “nuove” proposte, a partire da riflessioni sull’essenziale “sempreverdi”, doni della filosofia e dei pensatori antichi e moderni. La filosofia è quel motore che permette alla mente umana di ampliare davvero il proprio orizzonte, partendo dallo stato animale “dormiente”, in una condizione più consapevole e “lucida”, in cui ciò che ci accade - dal fare il caffè la mattina all’elaborare un lutto - assume la stessa dignità. Questo libro non ha la presunzione né di aggiungere né di togliere valore alle nostre esistenze, ma di suggerire una serie di approcci concreti che lascino adeguato spazio all’amore e all’otium letterarium, del quale, di questi tempi, si è trascurato il significato e addirittura la percezione.

Che ne dite di questi titoli? Vi incuriosiscono?

Ancella (Monia)

Recensione: "L'OMBRA DELLA LUNA" di Laura Randazzo

13:05

Salve amici lettori! È con molto piacere che oggi vi parlo di un libro che vi avevamo già presentato diversi mesi fa e che ho finito di leggere da un bel po', ma che per mancanza di tempo non ero ancora riuscita a recensire. Si tratta de "L'ombra della luna" di Laura Randazzo e ringrazio l'autrice che ci ha contattato per segnalare la sua opera e la casa editrice che ha gentilmente messo a disposizione una copia ebook per noi di IDIB-BE.

***********************

Titolo: L'ombra della luna
Autore: Laura Randazzo
Editore: Emma Books
Collana: Emma Books Shadow
ISBN: 9788897669166
Prezzo: € 4,99 (ebook)
Genere: Romanzo
Sottogenere: Urban Fantasy
Anno di pubblicazione: 2012

Trama
Nord Inghilterra. Oldgrove. Alex Ryan non ha avuto una vita facile. Abbandonata in una stazione di servizio alla nascita, è cresciuta in un istituto, rifiutata come merce avariata dalle famiglie adottive a causa del carattere freddo e schivo. Adesso vive lavorando come buttafuori in un locale e affrontando combattimenti clandestini all’arma bianca. Quando nella sua esistenza piomba Michael Barclay le cose si complicano. Perché Michael è un licantropo, figlio minore della capobranco di Oldgrove… In una notte senza stelle, Alex salva la vita dell’uomo-lupo e i loro destini si intrecceranno per sempre.
L’ombra della luna è il primo capitolo della saga “La stirpe delle Lowlands”.

***********************

La mia recensione

L’ombra della luna”, romanzo urban fantasy scritto da Laura Randazzo, è il primo volume della saga La stirpe delle Lowlands dedicata all’affascinante figura del licantropo. Ho finito di leggere questo libro qualche tempo fa e posso dire con certezza che è stata una lettura piacevole. 
La storia gira intorno ad una giovane ragazza cresciuta sola e dalla personalità diffidente, Alex, che lavora come buttafuori in un locale della città in cui si è momentaneamente stabilita e che si diletta nei combattimenti clandestini. Alex, infatti, è una donna forte e indipendente che ha sempre dovuto lottare per ottenere ciò che voleva e che ha dovuto superare qualsiasi difficoltà da sola, senza mai potersi affidare all’aiuto di qualcuno. Una notte, rientrando a casa, scorge un uomo ferito e completamente nudo sul marciapiede e decide di occuparsi di lui e portarlo nel suo appartamento. Lo cura, lo accudisce e cerca di capire cosa gli è successo. Al risveglio, Michael (questo è il suo nome) la rassicura sulla sua posizione e le garantisce di non essere un delinquente e che ciò che gli è successo non ha niente a che fare con la legge. Mentre l’uomo, ospite della giovane, si rimette in forze, i giorni trascorrono serenamente ed entrambi si abituano alla reciproca compagnia. Ma la realtà torna a bussare alla loro porta e i misteri che avvolgono Michael e la sua natura di licantropo saranno svelati, non senza conseguenze… 
L’ombra della luna” è un romanzo ben scritto e che presenta una storia interessante. L’autrice è sicuramente molto brava ad analizzare gli eventi e, in questo senso, definirei analitico il suo tipo di narrazione; infatti, gli eventi e le azioni dei protagonisti sono descritti minuziosamente, fin nei minimi dettagli, e questo aiuta molto a capire le varie situazioni. D’altra parte, però, forse questo tipo di scrittura rende l’intreccio un po’ troppo carico di dettagli, trasformandosi in alcune parti in una sorta di cronaca distaccata e fredda che fa perdere il contatto con il fulcro della storia. Ecco, forse questo è l’unico difetto rilevante che ho notato in questa gradevole opera urban fantasy. 
Mi è piaciuto lo stile pulito e corretto dell’autrice, una scrittura semplice e diretta che permette di entrare nel vivo della storia senza problemi, e le descrizioni molto curate degli ambienti. Ho apprezzato, inoltre, la costruzione dei personaggi, in particolare di Alex e Michael, e l’evoluzione che i due protagonisti subiscono con lo scorrere delle pagine. Alex è una ragazza forte, una dura che sa difendersi benissimo da sola e che non si tira mai indietro di fronte al pericolo e alla difficoltà; tuttavia, nasconde un lato di sé molto fragile che le impedisce di fidarsi e lasciarsi andare completamente e la spinge a rifugiarsi nella fuga, l’unico modo che conosce per affrontare il dolore. Michael, invece, è un tipo molto più aperto alle emozioni, non è spaventato dai sentimenti che prova e li vive a viso aperto, ma anche lui cela un passato pieno di sofferenza che torna spesso a tormentarlo. Il loro legame cresce pian piano e viene affrontato con calma, senza acceleramenti bruschi o innamoramento forzato, anzi, più volte il sentimento è tenuto a freno dalle paure e dall’incertezza e questo è un aspetto che ho gradito particolarmente perché ha reso la vicenda amorosa molto più naturale e pacata. 
Il romanzo è molto intrigante nella parte iniziale perché vengono sparpagliati nella trama molti quesiti che accendono la curiosità e danno la spinta giusta per proseguire la lettura e scoprire i misteri che si nascondono nella città di Oldgrove e nella famiglia di Michael. La parte centrale, invece, è più lenta e meno coinvolgente per via delle situazioni sospese che si creano tra i vari personaggi e che tengono la storia in una sorta di bolla di sapone pronta ad esplodere al momento opportuno. Infatti, nell’ultima parte il romanzo subisce una notevole scossa e gli eventi prendono a girare vorticosamente, ci sono vari e importanti colpi di scena, e la narrazione appare più concitata e coinvolgente, il ritmo accelera e trascina il lettore in una serie di vicende che si susseguono una dietro l’altra senza quasi lasciare respiro. Soprattutto un evento che riguarda Alex renderà la storia decisamente affascinante, e sono rimasta molto colpita dalla capacità di Laura Randazzo di esplorare a fondo il cambiamento della giovane e di analizzare i suoi stati d’animo con sensibilità e acutezza
Infine, la figura del licantropo è descritta in un modo realistico e per nulla fantasioso. I lupi qui non hanno chissà quali superpoteri o doti quasi aliene, anzi somigliano molto all’animale da cui hanno ereditato la loro natura selvaggia, solo che essa è molto più sviluppata rispetto a quella originale. Questo aspetto ha contribuito a rendere i licantropi del libro quasi umani e mi ha permesso di comprendere meglio il loro modo di agire e la loro indole animalesca
L’ombra della luna” è un bel libro urban fantasy e lo consiglio a chi ama le storie di licantropi e azione e vuole una storia d’amore matura ed equilibrata!

e mezzo cuore in più per questo meritevole romanzo tricolore!



Il patto delle streghe

recensione: IL PATTO DELLE STREGHE - LORENA TESSARO

08:51

Scheda tecnica:
Titolo: Il patto delle streghe
Autrice: Lorena Tessaro
Pagine: 118 pag
Editore: Lulu.com
Contenuto: Un villaggio sperduto tra i monti. Una visita inattesa mette tutti in grave pericolo. solo un accordo tra due razze diverse può salvare la vita delle streghe.   

La mia visione d'insieme:
E' il 1523 e la vita tranquilla del villaggio di Woolne viene scossa dall'arrivo di Padre Tomàs, un inquisitore inviato dal Papa a saggiare la fede dei propri fedeli e che decide di partire proprio da questo remoto villaggio, generalmente isolato dal resto della civiltà.
Appare subito chiaro che il religioso disprezza le donne e vede ogni differenza dalla vita di tranquilla casalinga come influsso del demonio e pertanto, dopo aver sviluppato i suoi primi sospetti scatena una caccia alle streghe vera e propria. Prima vittima di tale insano proposito è un'anziana vedova che aveva perso il senno e che non è nemmeno in grado di difendersi e capire cosa le capita fino a finire sul rogo. Quando tocca alla giovane Helena, figlia di un mercante che ha l'unica colpa di non essere ancora sposata si scatena la follia cittadina. Helena fugge con sua sorella nel bosco per salvarsi ed avvisare la giovane e misteriosa Matisse che lì vive ed è a sua volta accusata di stregoneria perchè vive sola e si sospetta abbia relazioni con i lupi, accusati di essere i compagni delle streghe.
Riusciranno le giovani a salvarsi? Lascio a voi scoprire il se e il come.
Il romanzo è suddiviso in macrocapitoli legati alla luna, una diversa ogni quattro capitoli dedicati alle loro relative fasi.
Un romanzo ambientato circa cinquecento anni fa ma molto attuale se si considera che tuttora, in vari paesi, le donne valgono meno di niente, e anche nel nostro paese la parità dei sessi non è sempre scontata. Nel corso della storia numerosi sono stati i mezzi degli uomini per liberarsi delle donne, mogli o parenti varie diventate scomode per un motivo o l'altro, numerose le falsità e barbarie perpetrate e tra queste, appunto , l'accusa di stregoneria.
Una lettura scorrevole ed avvincente, si fa leggere tutta d'un fiato in un paio d'ore, con cenni di misticismo senza essere propriamente fantasy.

Indice di gradimento:



Conoscevate già l'autrice? Io avevo già letto altro di lei in precedenza ovvero i primi due romanzi della trilogia di ES.

aegyptiaca di dean lucas

C'è post@ per noi ... #14

10:30

Buongiorno cari followers,
nella nostra posta continuano ad arrivare tanti dei nuovi libri e noi non vediamo l'ora di farveli conoscere sperando che possano incontrare i vostri gusti e chi lo sà, magari finire nelle vostre liste di lettura.













Anemos di Valentina Sagnibene, edizioni Prospero


Link utile: http://www.prosperoeditore.com/anemos-detail.html

Trama:
  -->
Anemos è un mondo magico sull’orlo dell’abisso; qualcosa di terribile si sta addentrando nell’animo dei suoi abitanti. Sophie è un’alunna poco brillante, una figlia distratta, che ha perso i ricordi della propria infanzia. Cosa succederebbe se i loro destini si incrociassero? Ma Anemos è qualcosa di più: è una storia nella storia, quella di un’amicizia con la “A” maiuscola e di un mondo a sé, forse non troppo diverso dal nostro. Così Sophie, tra Cavalieri, arti magiche e buffe creature, dovrà affrontare un cammino di maturazione personale costituito da incontri e mezze verità, per ricostruire la sua infanzia; scoprirà che il Bene e il Male non sono sempre due entità distinte… E che, in fondo, ci sono mille modi per morire.

Autrice:
-->

Mi chiamo Valentina Sagnibene, sono una studentessa universitaria di anni 21. Vivo in provincia di Milano e studio presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, frequentando il corso di laurea “ Linguaggi dei media” che è un’interfacoltà tra Lettere e Filosofia e Scienze Politiche e Sociali. Sono una ragazza estremamente seria nel lavoro e nello studio, anche per questioni economiche: devo mantenere alti i miei standard per vincere le borse di studio che mi permettono di mantenere i miei studi. Ho frequentato il liceo delle Scienze Sociali, ottenendo un 100 alla maturità; lo studio di tali scienze ha rappresentato un bagaglio culturale e esperienziale per me fondamentale, che cerco di utilizzare ai fini delle storie che scrivo. Fin da piccola coltivo la passione della scrittura e della lettura, di fantasy e molti altri generi: ne ho bisogno per evadere dall’ipocrisia e dall’indifferenza nella quale oggi ci troviamo a condurre vite più o meno felici. Sono sicura che il materiale sia buono, ma non ho nessuna pretesa e da sempre ho fatto dell’umiltà il mio modo di essere: sono solo una scrittrice che cerca emergere, perché crede che ci sia solo una cosa al mondo che sappia fare discretamente: scrivere. E sarei onorata di poter confrontarmi con Voi, anche come esperienza per crescere e migliorarmi.

Il libro sembra davvero bello e mi piace molto la biografia che l'autrice ha voluto inviarci per desciversi, voi che cosa ne pensate? Credo che umiltà e voglia di crescere faranno di questa ragazza una grande autrice. Presto leggeremo il suo esordio e vi sapremo dire di più. 
Il ritornante di Lorenzo Manara
Link Utile: http://www.amazon.it/Il-Ritornante-ebook/dp/B00D1AEW5A/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1369734243&sr=1-1&keywords=il+ritornante

Trama:

La speranza di vita di un uomo, da queste parti, è circa cinquant'anni. La mia è di tredici giorni esatti. Il marchio con cui sono stato maledetto si dissolve rapidamente e la sua scomparsa significa morte. C'è un solo modo per mantenerlo integro e riavviare il conto alla rovescia: uccidere. Potrei andare avanti così per l'eternità...
Immortale? No, sono solo un ritornante.

Autore:

Lorenzo Manara è un chitarrista, scrittore e sognatore. Dopo il liceo artistico, si è laureato alla facoltà di Architettura presso l’università di Firenze. La passione per la scrittura lo ha portato all’esordio nel 2013 con “Il ritornante”.


Aegyptiaca di Dean Lucas


Trama:
-->

Delphi era solo una bambina quando una creatura antica quanto il mondo incide il suo corpo come fosse una stele. In quei simboli è possibile leggere il futuro dell’Uomo, poiché quei segni sono la scrittura degli Dei. Sargon è un guerriero che fugge dal proprio passato. Chi era prima di incontrare Delphi non ha più importanza: ha attraversato il Tigri e l’Eufrate, ha solcato i mari, ha superato i deserti per trovarla. La sua spada è ora al servizio della missione di Delphi. Sargon non sa che sarà il passato a trovare lui. Gavri’el ha sempre creduto di essere l’unico figlio di una famiglia di nemeh, poveri contadini che vivono in case di fango e argilla sulle rive del Nilo. Non sa che le profezie parlano di lui. Non sa che è nato per brandire l’arma più potente di quel mondo. Non sa che il proprio destino non si può scegliere. Non sa nemmeno che Tary, la giovane hyksos di cui è innamorato, non aspetta altro che ricambiare i suoi sentimenti. Metà egizia, metà di sangue hyksos, Tary è figlia del nobile Ephepi. Dolce e coraggiosa, ha paura di mostrare se stessa a Gavri’el: lo ama ma è troppo orgogliosa per ammetterlo. Quando per la sua famiglia ogni cosa sembrerà perduta, dovrà fare appello a una forza che nemmeno lei sa di possedere pur di non tradire il segreto di Gavri’el. La Sfinge è la bellissima e altera dea di Giza. Irascibile, orgogliosa, vanitosa: lei stessa si definisce come la cosa più preziosa di quel mondo. Il sangue che le bagna spesso i vestiti è soltanto quello dei suoi nemici. Comandante delle Guardie nubiane della Sfinge, Matunde è un gigante buono pronto a tutto per la sua regina. La sua forza è pari soltanto all’incredibile coraggio che gli permette di affrontare ogni sfida, anche la più impossibile. I loro destini s’incontreranno in una terra sconvolta dalla brama di sangue di un dio e del suo esercito di abomini. Perché loro sono i Prescelti e ognuno ha una missione da compiere. Sono stati scelti dal Destino ma non sanno ancora di esserlo. La loro storia è la storia dei Figli dell’Uomo. La loro storia è la storia dei Figli del Cielo. La loro storia è soprattutto la storia dell’eterna lotta tra il Bene e il Male che affonda le proprie radici nella Genesi.


Autore:


-->Laureato a pieni voti in Economia e Commercio presso la Bocconi di Milano, Dean Lucas lavora come responsabile di progetto nel settore bancario. Appassionato di pittura, cortometraggi e narrativa fantasy, si cimenta fin dalla giovane età nella scrittura di storie a sfondo fantasy. Tenace, determinato e un po’ sognatore, scopre grazie ai preziosi consigli di un'autrice affermata che la magia di un libro, per funzionare, ha bisogno non solo di creatività e passione, ma anche di schemi e tecniche narrative. Incoraggiato dal sostegno e dall'entusiasmo dei suoi affezionati lettori, Dean Lucas decide di scrivere il suo primo romanzo: il primo libro della Saga di Aegyptiaca, oggi edito da Mamma Editori. 


Ecco qua, cosa ne pensate? Li conoscevate già?