Recensione: "HUNTED" di Angela C. Ryan

11:20

Buongiorno cari lettori e bentrovati!
Oggi ho per voi una nuova recensione e in questo post vi parlerò di un romanzo che mi è piaciuto molto.



Titolo: Hunted
Serie: Hunted #1
Autore: Angela C. Ryan
Editore: Autopubblicato
Prezzo: € 2,99

TRAMA
Abby Allen si definisce “Un’edizione limitata”, non per esemplare bellezza, ma per una serie di qualità che la rendono un tipo curioso e un po’ fuori dal comune. Diciotto anni, logorroica e con la sorprendente capacità di creare situazioni imbarazzanti, Abby ha una fissa per Superman e spera di incontrare un ragazzo che, pur senza superpoteri, gli assomigli almeno un po’, per integrità ed eroismo. Il destino sembra accontentarla e quando incontra Kevan, la sua vita prende improvvisamente una strana piega, dando inizio a una girandola di eventi che un passo alla volta, riveleranno il segreto che è sepolto nel suo passato. In una realtà dove nessuno è ciò che sembra, si sta compiendo una guerra aliena in cui si muovono personaggi intriganti e complessi. Le loro storie si intrecceranno irrimediabilmente le une alle altre, costringendo Abby a subire agghiaccianti rivelazioni su se stessa. Saranno Kevan e un gruppo di ragazzi dotati di poteri straordinari ad accompagnarla in questa avventura, e mentre scende a compromessi con il suo nuovo io, sarà l’amore che prova per Kevan a tenerla saldamente ancorata alla realtà. E allo stesso tempo, la costringerà a prendere decisioni che la allontaneranno sempre di più dal suo supereroe.

LA MIA OPINIONE
Non posso negare che a spingermi a leggere questo romanzo sono state le molte recensioni positive che ho letto in giro per il web in questi mesi.
Le mie aspettative non erano altissime, ma c'erano e devo dire che molte di esse sono state soddisfatte.

Ci troviamo a Wichita, Kansas. Abby Allen frequenta il liceo ed è una ragazza davvero...singolare. E' una vera forza della natura, professionista nel fare brutte figure in pubblico, ma comunque non si scoraggia mai. Abby sogna di trovare l'amore, possibilmente in un ragazzo che somigli a Tom Welling in Smallville, ma nella sua scuola non c'è nessuno che risponda a questi requisiti, finché a scuola non arrivano due nuovi alunni, Kevan e Dakota e per Abby è davvero amore a prima vista con il bellissimo Kevan.
Ma i due nuovi arrivati nascondono un segreto, un segreto che cambierà la vita di Abby e che riguarda non solo lei, ma il destino della specie umana e del pianeta Terra.

La storia ci vine raccontata da tre PoV diversi, per cui inizialmente troviamo soltanto quello di Abby, ma nel corso della narrazione vengono introdotti anche quelli di Kevan e Dakota.
Sapendo già che il libro conteneva tre PoV pensavo che sarebbe stato difficile seguire la narrazione, invece è stato molto più semplice di quanto pensassi.
Il merito è innanzitutto di Abby, la protagonista della storia, un personaggio davvero unico. E' una vera calamita per le situazioni imbarazzanti, è goffa, ma soprattutto è divertente. E' raro trovare in un romanzo un personaggio così, che sia ironico ma soprattutto auto ironicoma soprattutto che dimostri costantemente la propria 
forza. Abby non è un personaggio forte perché viene definito così, ma perché lo dimostra nei fatti, andando avanti sempre e comunque e contando solo su se stessa.
Kevan è un co-protagonista che mi è piaciuto, nonostante fosse fisicamente molto clichettoso, con il suo ciuffo che gli ricade sugli occhi e i suoi occhini blu. Mi è piaciuto il fatto che abbia una personalità decisa e controcorrente, una coscienza sua e nessuna paura di portare avanti i suoi ideali.
A piacermi un po' meno è stata Dakota, ma per un puro fatto di empatia, dato che è un personaggio che nel corso della storia ha una sua evoluzione.
Ben caratterizzati sono anche i personaggi secondari, soprattutto Lexion e Jay, due personaggi che nella seconda parte della storia hanno un ruolo fondamentale.

La storia è ben costruita. L'elemento Sci-Fi/Paranormal è ben elaborato e approfondito e ha dei tratti originali rispetto alle solite guerre umani/alieni per l'inserimento degli Ibridi, nati dall'incrocio tra umani e alieni che possono avere dei poteri straordinari e che sono al centro della narrazione.
Quello che non ho apprezzato molto di questo romanzo è stata la gestione dei tempi narrativi, soprattutto nella seconda parte della storia, in cui ci sono delle scene che secondo me sarebbero dovute durare di più, altre di meno.

Il problema riguarda soprattutto il finale, che credo sia stato un po' troppo affrettato e negli ultimi capitoli le cose a mio parere succedono un po' troppo in fretta.
In compenso anche il lato romance è ben approfondito, e nonostante i parecchi cliché da questo punto di vista, devo dire che sono riuscita a superarli per via dell'ottima caratterizzazione dei personaggi. 

In conclusione, credo che Hunted sia un buon romanzo, coinvolgente e con dei tratti molto originali, sicuramente una buona introduzione per una duologia.




Ti potrebbe anche interessare

0 commenti