lunedì 11 luglio 2016

Recensione: "L'Ultima Danza" di Emiliano Gambelli


Titolo: L'Ultima Danza 
Autore: Emiliano Gambelli 
Edizioni: Augh!  
Pagine: 62
Prezzo: € 9,90

Sinossi:
Carmelo e Livio sono cresciuti insieme e insieme si trovano a vivere una vita che non li soddisfa, circondati da una società bigotta e sputasentenze. Due maschere indossate per gioco danno ad entrambi la possibilità di riscattarsi, di mostrare a se stessi il proprio valore e la propria onnipotenza. Inizia così un gioco perverso, fatto di terrore e redenzione, che sconvolgerà in modi diversi l'esistenza di chi si troverà sulla loro strada. Emiliano Gambelli si cimenta in un thriller dai risvolti inaspettati che, anche grazie ad un costante - e sapiente - cambio del punto di vista, spiazza il lettore e lo trascina in una spirale di emozioni ed eventi di cui l'epilogo finale rappresenta solo una delle tappe. Alla seconda prova letteraria, con L'ultima danza il giovane autore pare così raggiungere la sua maturità letteraria, come sottolinea anche Marcello Rodi, scrittore e autore della prefazione: "[...] Emiliano riesce a fare quel salto di qualità dalla sua prima opera che non riesce sempre a tutti, architettando una trama ricca di colpi di scena e di sorprese che rende il racconto godibile al lettore.

RECENSIONE: 
Livio e Carmelo si conoscono da sempre ed entrambi conducono una vita normale, quasi monotona. Ma entrambi nascondono un segreto: sono due rapinatori, mi verrebbe da definirli rapinatori "per hobby", hobby che con il tempo diventa un modo per far capire alle povere vittime il vero significato della vita. L'autore ha dato vita ad un thriller introspettivo davvero suggestivo, nel quale troviamo colpi di scena, descrizioni minuziose e momenti di riflessione. Il romanzo, un racconto di 62 pagine, si apre con le parole di Carmelo, per poi continuare con il punto di vista del commissario Giulio Battiston, e finire con la parte più toccante, il luogo ultraterreno in cui avviene "l'ultima danza". Qui l'atmosfera è onirica. non subito si intuisce chi sta parlando e le descrizioni di ciò che avviene "oltre", sicuramente vi colpiranno e vi terranno attaccati alle pagine del romanzo, stilisticamente ben scritto, molto fluido e condito da descrizioni davvero suggestive.
Bravo Emiliano Gambelli, racconto molto profondo, che vi regalerà spunti di riflessione sul significato della vita e della morte.






1 commento:

  1. La ringrazio davvero di cuore per aver letto il mio lavoro e per aver dato voce ad un emergente come me.
    Un vero piacere per me averle donato qualche piacevole ora d'intrattenimento.

    Emiliano

    RispondiElimina