Angharad

Recensione: VICTORIAN VIGILANTE. LE INFERNALI MACCHINE DEL DOTTOR MORSE di Federica Soprani e Vittoria Corella

09:00


Titolo: Victorian Vigilante. Le infernali macchine del Dottor Morse
Autore: Federica Soprani e Vittoria Corella
Edizione: Nero Press Edizioni - 15 dicembre 2016
Pagine: 197
Prezzo: ebook €2,99 cad. - cartaceo €13,00

Trama
1890. L’assetto europeo manifesta già i germi di una guerra mondiale e vede contrapposte due scuole di pensiero scientifiche: i Maniscalchi inglesi seguaci dell’Ergomeccatronica, che sfruttano esoscheletri potenziati per implementare le capacità di lavoratori e soldati, e i Senza Dio fautori della Meccagenetronica, localizzati nell’Europa dell’Est, che hanno sviluppato terrificanti ibridazioni uomo-macchina. A Londra s’innesca una battaglia senza quartiere tra il misterioso vigilante mascherato Spettro di Nebbia, il Sergente Malachy Murphy e la spietata Baba Yaga, una donna meccanica alle dipendenze del Dottor Anton Morse, genio della Meccagenetronica dai loschi fini. Nella lotta verranno coinvolti anche il giovane tagliatore di diamanti ebreo Mordecai Gerolamus, perseguitato da invisibili e inquietanti demoni, la giornalista d’assalto Catherine “Orlando” Swan e suo fratello Percy, direttore del Giornale.


***

Victorian Vigilante ci porta in una Londra vittoriana oscura e piena di tensione. Due correnti di pensiero scientifico si confrontano nelle sue pagine: l'Ergomeccatronica, scienza che si propone di sfruttare la tecnologia per migliorare la vita dell'uomo mantenendolo però ben separato dalle macchine, e la Meccagenetronica, che invece non si fa scrupoli nell'unire uomo e macchina.
A differenza dell'Europa continentale in cui viene praticata, nel Regno Unito la Meccagenetronica è considerata Senza Dio e pertanto non esiste, almeno ufficialmente.
Le vite dei personaggi del romanzo si intrecciano e si scontrano in questo clima teso: lo Spettro di Nebbia, vigilante che pattuglia le vie di Londra alla ricerca di malfattori; il Sergente Malachy Murphy di Scotland Yard, che dà la caccia allo Spettro convinto sia un criminale; Catherine “Orlando”Swan, giornalista che non disdegna di vestirsi da uomo per poter svolgere il suo mestiere; Percyval Swan, fratello di Catherine e direttore del giornale; Mordecai Gerolamus, tagliatore di gemme e amico di Percyval, con strane voci in testa. E infine il Dottor Morse, controverso scienziato dedito alla Meccagenetronica, e sua “figlia”, Vassilissa.

La versione ebook del romanzo è divisa in tre episodi, io ho avuto modo, però, di acquistare il cartaceo con tutti gli episodi al Salone del Libro di Torino quest'anno (e di poter incontrare Federica Soprani, una delle autrici, con cui ho anche scambiato due parole e che mi ha firmato il libro, per la mia felicità). Quindi, farò una recensione complessiva, ma potete trovare la recensione dei primi due volumi qui
Il duo Soprani-Corella è vincente: ho avuto modo di leggere i primi quattro episodi della serie Victorian Solstice e di innamorarmene. Proprio per questo non mi sono lasciata scappare questa serie. E ho fatto bene.

Nel corso del romanzo si succedono i vari punti di vista dei protagonisti, alternati in maniera ben studiata, che portano il lettore a mettere insieme i tasselli del mosaico tra presente e passato. Infatti, sebbene le vicende avvengano nel 1890, gli eventi sono stati messi in moto ben prima e le autrici hanno creato un intreccio tra passato e presente davvero interessante. L'ottima caratterizzazione dei personaggi, anche di quelli che vengono solo riportati nei ricordi, ha poi aggiunto valore alla lettura.
Basti pensare che il personaggio che credo di amare di più è proprio uno di quelli già deceduti prima dell'inizio del romanzo e alcune delle mie parti preferite riguardano proprio lui. Non sia mai che io abbia una gioia, eh. (No, dai, in realtà una gioia ce l'ho avuta)
A parte gli scherzi (no, in realtà non scherzavo), ho apprezzato moltissimo tutti e mi ci sono affezionata talmente tanto (a parte due che proprio non si sono attirati le mie simpatie) che avrei voluto non finisse il romanzo. Si conclude, non temete. Ma io avrei tanto desiderato rimanere ancora un po' con loro.
Pur essendo numerosi i personaggi a cui è concesso il punto di vista, la lettura scorre piacevole, anzi, la tensione crescente porta a divorare il romanzo pur di riuscire a scoprire come si concluderanno le vicende.
Premesso che l'ambientazione vittoriana è una di quelle che trovo particolarmente affascinanti, in questo caso l'elemento steampunk non fa che aumentarne l'attrattiva, soprattutto perché è costruita in modo davvero credibile. La combinazione di Meccagenetronica e di Ergomeccatronica, lo scontro delle due correnti di pensiero, mi è piaciuta molto e ha tenuto viva la mia attenzione insieme alle vicende dei personaggi. È uno scontro che, sebbene inventato, ha dei richiami con la nostra realtà, il che lo ha reso più concreto che mai.

È una serie che ho davvero amato e non posso fare a meno di consigliarvela se volete avere un assaggio di ciò di cui sono capaci queste due autrici.  



4 cuori e mezzo 


c'è posta per noi

C'è post@ per noi... #235

09:00


Buona domenica, Lettori!
Bentrovati a un nuovo appuntamento con la rubrica in cui sveliamo quali titoli abbiamo trovato nella nostra casella di posta: siete curiosi?




Come vento sulla pelle di Elisabetta Tirabassi

Titolo: Come vento sulla pelle
Autore: Elisabetta Tirabassi
Editore: Nativi Digitali Edizioni
Pagine: 300
Prezzo: ebook - € 3,99; cartaceo - € 10,00

Trama


“Di solito riesco a estraniarmi dal mondo senza problemi. Ma con te non ci riesco. Una parte di me vorrebbe far finta che tu non esista, ma l’altra purtroppo continua a preoccuparsi per te. ” 

Roma, autunno 2006. Nella vita quotidiana di Anna, tra le lezioni all'università e le risate con l'amica Marina, si insinua progressivamente Tobias, compagno di corso affascinante ma introverso a un punto tale da apparire menefreghista e maleducato.
Perché quel ragazzo, che si dimostra tanto insofferente nei suoi confronti, sembra conoscere inspiegabilmente fatti privati della vita di Anna e dei suoi cari? Cos'avranno in comune due persone apparentemente così diverse tra loro? E soprattutto, quale segreto si nasconde dietro alla malinconia degli occhi verdi di Tobias?

In "Come vento sulla pelle" Elisabetta Tirabassi racconta una storia di due ventenni al confine tra la contemporaneità e la fiaba in cui tanti ragazzi (di oggi e di ieri!) potranno ritrovare almeno una parte di se stessi.

L'autrice
Elisabetta Tirabassi vive a Cerveteri, in provincia di Roma. Figlia della sua generazione, cresciuta a pane, Bim Bum Bam e anime, si laurea nel 2007 in "Lingue e Civiltà Orientali" e poi consegue il master in "Editoria e Comunicazione". Pubblicista dal 2013, ha lavorato come giornalista per rubriche di lifestyle e spettacolo.
Ama farsi raccontare belle storie, per questo motivo, oltre alla lettura, adora le serie tv, il cinema, i fumetti e il teatro. Da due anni poi ha voluto attraversare la quarta parete e frequentare una scuola di recitazione, che è diventata una seconda famiglia e nella quale ha avuto anche l'occasione di partecipare alla stesura di alcune sceneggiature.
Praticando Hatha Yoga, ha imparato l'importanza di essere consapevole delle proprie emozioni perché sono quelle a rendere il viaggio, in questa vita, unico ed eccezionale.
Un viaggio il suo in cui la scrittura ha sempre avuto un ruolo centrale, sin da bambina, quando scriveva storie "strampalate" di amori impossibili e tormentati. Anzi, le scrive ancora e non crede che smetterà tanto facilmente. In fondo, il primo amore non si scorda mai.
Ha pubblicato con Nativi Digitali Edizioni il suo primo romanzo, “Come vento sulla pelle”.

Crepapelle di Paola Rondini

Titolo: Crepapelle
Autore: Paola Rondini
Editore: Intrecci Edizioni
Pagine: 176
Prezzo: € 14,00

Trama

Un foglio di carta (carta buona e spessa) pieno di frasi all’apparenza senza senso e firmato “Crepapelle” è ciò che Edo, anziano dalla pelle ambrata e dalle spalle resistenti, maestro nel fare il nodo alla cravatta, distribuisce una volta al mese agli automobilisti fermi al semaforo, distogliendoli dalla frenesia di un’altra giornata frettolosa. Per Giacomo, chirurgo plastico dal successo programmato con cura maniacale, quel foglio e quella firma diventano un elemento di disturbo che o offusca l’occhio millimetrico e rende insicuro il bisturi. La sua routine trionfale salta e, nell’esplosione, si frantuma anche la vita di una sua paziente, già sedata e pronta a ricevere la sua dose di futuro. Lei è Greta, una ragazza di cinquant’anni, fresca di divorzio e in corsa per la sua seconda chance. Da quel momento, per i due protagonisti niente sarà più come prima e niente tornerà al suo posto.


Una vita da rifare di Claudio Capretti


Titolo: Una vita da rifare
Autore: Claudio Capretti
Editore: Intrecci Edizioni
Pagine: 204
Prezzo: € 14,00

Trama
«Quando sapranno da dove sei uscito, alcuni ti diranno che sei solo un’anima persa dentro uno squallido labirinto. Tu, di’ loro che è vero, ma dentro di te, non perdere mai la speranza che prima o poi, qualcuno ti indicherà una via d’uscita. Altri, ti diranno che sei solo una vita infranta. Tu, di’ loro che è vero, ma dentro di te, abbi sempre la certezza che, anche una vita disgregata, può ritornare intatta.
Ma, soprattutto, quando affronterai la fatica di restituire il tuo cuore a se stesso, non dimenticare che non sei una vita da buttare via. Sei, a seguito di scelte insensate, una vita da rifare daccapo, con tutto quello che ne consegue».

Il sistema dell'identità di Valerio dell'Uva

Titolo: Il sistema dell'identità
Autore: Valerio dell'Uva
Editore: Intrecci Edizioni
Pagine: 112
Prezzo: € 13,00

Trama
Questo scritto intende dimostrare la verità ontologica del principio di identità. È nell’ambito della metafisica dell’identità, cioè di quella metafisica in cui vale l’assoluta separazione tra essere e non essere, che l’autore si propone di rispondere a quella domanda che secondo Heidegger rappresenta la questione per eccellenza della metafisica: Perché esiste qualcosa e non il nulla? Il Sistema dell’identità è il tentativo di proporre una filosofia in forma di sistema, un sistema che ha nel principio di A=A il suo fondamento logico e metafisico.




Che cosa ne pensate di questi titoli? Quale vi incuriosisce di più?


Antonio Campanile

Recensione: Fantastorie - racconti immaginifici tra memoria e futuro, di Antonio Campanile

09:00





Titolo: Fantastorie - racconti immaginifici tra memoria e futuro

Autore: Antonio Campanile

Casa editrice:  Les Flaneurs Edizioni

Prezzo: 10 euro

Sinossi: 

Racconti immaginifici tra memoria e futuro - Le suggestioni di una vita intera prendono forma nei racconti di Antonio Campanile. Un oggetto, un brano musicale, un viaggio reale o immaginifico, una parola origliata per caso e lasciata cadere lì: tutto questo ritorna con insistenza alla mente dell’autore, per essere trasferito sulla pagina bianca e acquisire un significato nuovo, più profondo. Il fil rouge delle storie narrate è la memoria, che si fa più lucida e vivace nello sforzo di ricordare, ma anche nel suo slancio verso il futuro. Racconti dalle sfumature più intimistiche – su una donna-angelo volata via, sulla cantina della nonna, su un ulivo dell’infanzia – si alternano ad altri in cui dominano l’ironia, i giochi di parole, la passione per l’Intelligenza Artificiale. Ne deriva un viaggio affascinante, personale ma allo stesso tempo universale, tra le pieghe dell’animo umano.


Recensione

Credo di non aver mai nascosto che a me le raccolte di racconti piacciono, e non poco. Li trovo adatti ai periodi stressanti, ma anche ai periodi nei quali si desidera mantenersi meno impegnati in pensieri, quindi, per esempio, le vacanze. Con questo però non intendo dire che siano racconti leggeri e inconsistenti, anzi: alcuni sono divertenti e ironici, altri più seri e introspettivi, ma quasi tutti lasciano spunti interessanti su cui riflettere e si prestano bene a una seconda lettura. 

L'autore ha creato per noi lettori un cammino che idealmente va dal passato al presente, fino ad arrivare al futuro. Nonostante i temi siano molti e diversi l'uno dall'altro, non ho potuto fare a meno di dare ragione alla sinossi, perché c'è un tratto comune a tutti i racconti: la memoria; il secondo tratto distintivo è la terra, in particolare Mola, che soprattutto nei primi racconti è protagonista.

L'ambientazione è il punto di forza di parecchi dei racconti, anche se non viene descritta moltissimo c'è, aleggia nell'aria ed è nei piccoli particolari. I protagonisti hanno tutti la loro parte, essendo quasi tutte storie di poche pagine non è possibile che abbiano chissà quale caratterizzazione approfondita, ma sono definiti e credibili nel contesto dei racconti.

All'autore piacciono i giochi di parole, ce lo dimostra in "Sniffo!", ma soprattutto in  "Non storia", una storia davvero difficile da inquadrare, perché in effetti non saprei dire di cosa parli, potrei dire che spiega ciò che non racconta, ma probabilmente aggiungerei solo confusione all'idea che potreste farvi molto meglio leggendo la raccolta.


Senza dubbio, alcuni racconti mi hanno colpita di più tra questi vorrei citare Chat si gira, uno dei più originali nella forma e nell'ambientazione, che tratta di socialità ai tempi dei social in modo diretto e semplice e nel quale l'autore non ha evitato di aggiungere dettagli ironci.

Ne Le stelle di Olivood ho riassaporato parte della mia infanzia. Sebbene io sia originaria del Veneto e non della Puglia, questa storia mi ha fatto tornare in mente la campagna nella quale vivevo da bambina, gli alberi sui quali mi arrampicavo e la gioia di sapere che ciascuno di essi aveva una storia ed era collegato a dei ricordi. Tra i racconti che parlano della terra, è di certo quello che ho preferito, nonostante abbia apprezzato molto anche gli altri.

Il gioco della memoria è invece un racconto che mi ha inquietata e colpita.

Nel complesso, la raccolta mi è piaciuta e credo che la rileggerò in futuro, ammetto che alcune storie non mi hanno appassionata particolarmente, ma scegliendo questo tipo di letture riconosco che sia inevitabile che ciascuno di noi abbia le proprie preferenze.

Consiglio questo libro agli amanti dei racconti e delle storie un po' nostalgiche, perché pare esserci nostalgia anche in quelle che trattano del futuro, e a chiunque desideri leggere qualche cosa di breve, ma non necessariamente qualcosa di completamente frivolo, dopo una giornata stancante o anche sotto l'ombrellone.



 Tre cuori e mezzo


Amaranth

Recensione: LA PRINCIPESSA CHE SCRIVEVA di Fiumanò e Ruta

09:00

La principessa che scriveva è uno dei Libri da Parati della VerbaVolant Edizioni: un libro che, liberato dalla forma più convenzionale, moltiplica le sue possibilità narrative e rivela, dispiegamento dopo dispiegamento, la sua bellezza. 

copertina la principessa che scriveva
Titolo: La principessa che scriveva
Autori: Nerina Fiumanò e Angelo Ruta
Prima edizione: VerbaVolant Edizioni- dicembre 2016
Prezzo: € 12,00

Trama
C’era una volta tanto tempo fa una principessa che oltre ad essere giovane e bella e circondata dall’affetto di tutti, aveva un amore solitario e unico: la principessa amava scrivere. E scriveva sempre, ogni volta che il suo cuore le sussurrava qualcosa, ogni volta che un battito d’ali nel bosco la turbava, la emozionava, la scuoteva, la principessa scriveva. E dopo che aveva scritto, alla principessa scrittrice sembrava che ci fosse più pace intorno a lei. Ma un giorno il suo regno venne conquistato con la forza e venne imprigionata; non aveva nulla con sé, soltanto una penna, così non smise mai di scrivere. Scriveva sulla sua veste, sulla sua camicia, sui piedi, sulle mani su ogni angolo di pelle del suo corpo. Perché nulla restasse senza parole, perché tutto rimanesse su di lei…

***

C’era una volta una principessa giovane e bella, che amava scrivere. 

E dopo che aveva scritto, 
alla principessa scrittrice
sembrava che ci fosse più pace intorno a lei,
le sembrava che fosse rispuntato il sole
fra gli alberi agitati dalle tempeste.
Perché il suo sentire il mondo
era un albero agitato dal vento. 

Ma il suo regno fu conquistato e la principessa venne fatta prigioniera. Penna e inchiostro era tutto ciò che aveva con sé. 

Leggendo La principessa che scriveva e seguendo il racconto delle bellissime illustrazioni di Angelo Ruta, i bambini non possono che rimanere incantati. La fiaba di Nerina Fiumanò è breve, ma sorprendentemente intensa e per questo adatta a lettori di tutte le età.
La storia si sviluppa su un unico foglio, piegato su se stesso per quattro volte. Ogni “pagina” o riquadro coincide con un’illustrazione e una parte delle parole che raccontano la fiaba. Sono due voci, quella di Fiumanò e Ruta, che si incontrano e accostano con armonia, senza che l’una predomini sull’altra.
Sono certa che, arrivati alla fine della storia, la fantasia dei lettori più giovani (ma non solo, chissà!) continuerà a liberare nuove avventure della giovane principessa. 
 A dispetto della forma che costringe alla brevità, La principessa che scriveva si presta a essere letto come una riflessione sulla scrittura e come racconto delle emozioni che scrivere racchiude, diffonde e libera

Perché nulla restasse senza parole,
perché tutto rimanesse su di lei.



Alakim - Le catene dell'anima di Anna Chillon

C'è post@ per noi... #234

08:00

Buongiorno lettori,
siamo magicamente arrivati a metà estate, il caldo imperversa ma noi lo combattiamo a suon di gelati, frutta fresca e naturalmente belle letture che tengono sempre compagnia. Quindi, visto che molti si staranno organizzando per le future partenze (fortunelli), mi sembra giusto vedere qualche segnalazione arrivata dritta dritta nella nostra casella postale virtuale. Pronti? Prendiamo carta e penna e via!


Titolo: I Dissonanti
Autore: Ilaria Marsilli
Editore: self publishing
Pagine: 580
Prezzo: €2,99 (ebook); €17,68 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 24 giugno2017

Dove acquistare: AMAZON


Trama. Dopo un incontro inaspettato in un tiepido pomeriggio di fine estate, Lisa, spinta da un irrefrenabile desiderio di trasgressione nei confronti della rigida autorità materna, esce di nascosto a tarda ora per recarsi a un appuntamento in un locale della periferia cittadina. Una volta rientrata nella sua abitazione, la ragazza trova però la dimora deserta. I suoi genitori paiono scomparsi nel nulla e la città stessa sembra sprofondata in un irreale silenzio. Ancora non sa che le strade sono perlustrate da individui pronti ad attentare alla sua vita e percorse da creature mostruose che si spostano, irrequiete e bramose, solo in attesa di incontrare suoi simili. Non ha idea dell’incubo in cui è precipitata, perché ancora non conosce la scissione. 

"La mia vita è appesa a un filo. Il tempo è contro di me. Lui è la mia migliore possibilità di salvezza".



Titolo: Resta sempre
Autore: Rab
Editore: Butterflya Edizioni
Pagine: 101
Prezzo: €1,99 (ebook)
Data di pubblicazione: 27 giugno 2017

Dove acquistare: AMAZON


Trama. L'amore non va mai via, anche se spezzato, rimane. È così per Glauco che non si rassegna alla sua relazione finita e ne rivive ogni attimo, annotando i ricordi più preziosi in un diario che vuole consegnare a Sophie. Perché a volte le parole non escono, rimangono incastrate dentro di noi e la scrittura diventa terapia, un modo per esorcizzare il dolore. Da quando lei se ne è andata, per Glauco è diventato difficile convivere con se stesso: ritrovarsi faccia a faccia con le sue paure e con le sue fragilità. 
Ed è proprio grazie a questa lettera a cuore aperto che capisce tante cose prima invisibili ai suoi occhi: si sbaglia e ci si dimentica di chiedere scusa, farsi perdonare e soprattutto dimostrare all'altro il nostro amore. Ci si chiude in se stessi, lasciando l'altro fuori dai nostri pensieri, dal nostro mondo, facendolo allontanare senza accorgersene e solo quando è troppo tardi ci rendiamo conto di ciò che abbiamo perso. Ma tra le macerie che ci lascia una storia finita, c'è sempre la voglia di credere, sperare e ricominciare. Glauco sa che Sophie resterà per sempre dentro di lui e che certi amori sono indelebili. E forse, un giorno, il destino ascolterà l'urlo del suo cuore facendo incrociare di nuovo le loro strade...



Titolo: Krane. Il male puro
Autore: Andrew Levine
Editore: self publishing
Pagine: 295
Prezzo: €2,99 (ebook)
Data di pubblicazione: 2017

Dove acquistare: AMAZON


Trama. Hailee Pierce, ventun anni, ha accettato la sua vita, nonostante il dolore. Ha accettato di non aver più molto tempo, nonostante la sua età. 
Ha accettato che la sua esistenza le scivolerà via tra le mani senza che lei possa finire il college o vivere il suo amore eterno con Dylan.
Ma quando arriva il giorno in cui tutto dovrebbe finire, al contrario da ciò che diversi medici le hanno detto, il suo cuore malato continua a battere, donandole dei giorni extra.
Nello stesso giorno in cui la vita di Hailee dovrebbe finire, un nuovo ragazzo si risveglia a Stonington, Connecticut.
Lui non sa chi è, non sa da dove viene, non ricorda nulla della sua vita. Tutto ciò che sa è che lui non è come gli altri.
E sulla strada che li condurrà a delle risposte, incroceranno la loro vita e, senza che possano rendersene conto, la cambieranno per sempre.



Titolo: Alakim. Le catene dell'anima
Autore: Anna Chillon
Editore: self publishing
Pagine: 405
Prezzo: €3,90 (ebook); €13,90 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 25 giugno 2017

Dove acquistare: AMAZON


Trama. Con i nuovi arrivi in città, una grande minaccia incombe su Alakim. Privato del potere e stremato da una fame che non è più in grado di soddisfare, diviene facile preda dei suoi nemici.Questa volta lottare insieme a Nicole e Muriel non gli basterà a salvare se stesso e tutti coloro che lo circondano da un male che dilaga inarrestabile, contagiando Marsiglia intera. 
Questa volta ciascuno dovrà porsi dinnanzi allo specchio per scoprire l’origine della propria fragilità e svelare i reconditi sentimenti dell’animo.
Perché la vera forza sta nel guardarsi dentro, faccia a faccia con i propri demoni, accogliendo qualunque realtà venga rivelata, per quanto dura essa sia.


Alla prossima


Lorena Laurenti

Recensione: Tri. La profezia - Lorena Laurenti

08:30

Titolo: Tri. La Profezia
Autrice: Lorena Laurenti
Pagine: 488
Data di Uscita: 18 febbraio 2012
Prezzo: 18,00

Trama:
Accade ogni mille anni…
Predestinazione, destino, fato.
Aprire gli occhi e scoprire di essere in un deserto. Qual è la prima cosa a cui pensereste?
Accade a Saira, sedicenne abituata alla frenetica e comoda vita moderna.
Un sogno ricorrente. Un passato antico. Un mondo in cui non esiste il libero arbitrio.
L’incubo sembra non avere fine. Un’anima privata del suo amore in cerca di vendetta.
Può il sentimento sopravvivere ai secoli?
Il primo romanzo di una trilogia giovane e fresca che riesce a unire tante emozioni: malinconia, amore, passione, rancore e mistero vi terranno legati dalla prima all’ultima pagina.

Recensione:

Tri - la profezia, non parla dei soliti vampiri, lupi, demoni, ecc..e sopratutto non ha la solita ambientazione. E' un libro davvero originale che ruota attorno ad una profezia.
Diciamo che siamo in un mondo parallelo, dove ci sono 2 lune, ed un Sovrano, che soggioga i suoi sudditi affinché la profezia, vecchia di mille anni, non si compia.
Saira, è una ragazza di 17 anni, che viene dal nostro mondo, quindi abituata a tutti gli agi possibili, un giorno si ritrova (non sa come) nel deserto di Edbor.
Lei è uno dei 4 guerrieri della profezia, Saira cerca di scappare da quel mondo e sopratutto dalla profezia, ma purtroppo non può tirarsi indietro.
Intraprenderà cosi un lungo viaggio, alla ricerca degli altri guerrieri, per compiere finalmente questa  profezia, sconfiggere il temibile Sovrano, e far risorgere una famosa Principessa. Al suo fianco ci sarà una ragazzina muta Eiko.
Il primo guerriero che incontra sarà Shu, il ragazzo conosciuto nel deserto. Poi sarà il turno di Aron e Lyen, un guerriero gentiluomo e una Sacerdotessa.
Il viaggio, non sarà facile, ci saranno prove e pericoli da affrontare, come per esempio i generali del Sovrano Eaner e Zora, fratelli e sorella, ma non di sangue, sono amanti, ma con un diverso significato dell'amore. Incredibilmente potenti e crudeli, grazie ai doni e all'influenza del sovrano, ma l'apparenza inganna.

Saira è una ragazza con un carattere molto forte e ribelle, affronta i pericoli per salvare i suoi amici senza pensarci due volte, anche se può costargli la vita. E' tosta, e anche se non capisce bene quello che sta succedendo, non resta con le mani in mano, e cerca da tutte le parti una via d'uscita. E' una vera eroina.
Shu è un ragazzo intelligente simpatico e sexy, dietro le sue battutine sarcastiche rivolte alla nostra protagonista, nasconde un'attrazione che durante il cammino, si trasformerà in qualcosa di più.
Il libro è narrato secondo il punto di vista di Saira, ma vengo alternati anche i pensieri degli altri, secondo me è stata una scelta azzeccata, perchè cosi possiamo seguire meglio la storia secondo i pensieri e i sentimenti degli altri personaggi. Personaggi davvero interessanti, sono tutti da scoprire. Ognuno di loro mi ha sorpreso, e mi sono affezionata a tutti loro.
L'ambientazione è fantastica e ben descritta, questa sorta di universo parallelo è davvero intrigante.

Il libro è un incognita fino alla fine, non sai di chi ti puoi fidare, non capisci il ruolo della profezia, non capisci molte cose, ma alla fine tutto verrà spiegato nei minimi dettagli. I colpi di scena fanno rimanere a bocca aperta, perchè mai ti saresti aspettata quei risvolti.
Lo stile di scrittura e semplice e scorrevole, ci sono vari errori e refusi, ma è un libro che vale la pena di essere letto.
Consiglio a tutti questo libro, è un fantasy diverso dal solito, originale, che saprà conquistarvi e sorprendervi.








c'è posta per noi

C'è post@per noi... #233

08:00

Buongiorno lettori e benvenuti ad un nuovo appuntamento con le nostre segnalazioni!
Pronti a scoprire i titoli di metà settimana che vogliamo consigliarvi oggi?








La saga della Rosa di Lorenza Bartolini

Titolo: La saga della Rosa
Autore: Lorenza Bartolini
Editore: Autopubblicato
Pagine: 666
Prezzo: € 17,68 (cartaceo) € 4,48 (ebook)

TRAMA
La Saga della Rosa completa, volume I e II.

La Rosa e il Deserto
Marylya, bella e vivace principessa del Regno del Nord, deve mettere da parte la sua innata voglia di libertà ed accettare di sposare Mikelle, il principe del Regno del Sud, per rafforzare l'oramai duratura pace tra i due popoli, dopo un passato di sanguinosi conflitti. Il giovane però si rivela spietato e insensibile nei confronti della sposa, e, come se non bastasse, la sorella di Mikelle, Sadyoh, non tarda a mostrare tutta la sua ostilità e antipatia verso Marylya. L'unico ad esserle amico e pronto a sostenerla è Meros, fratellastro di Mikelle, che al fianco della principessa si troverà ad affrontare una battaglia dall'alta posta in gioco: la riconquista della pace tra i Regni.

La Rosa e l'Oceano
Colei che avrà tutto dalla vita. Questo è l'augurio che Tessa riceve dai suoi genitori, nel chiamarla così. Infatti, la figlia maggiore degli Xerofit cresce nella piena libertà di fare quello che le piace, non curandosi dei divieti imposti dal re e dalla regina, o dei pericoli a cui potrebbe andare incontro. Condurrà una vita sfrenata e dissoluta, non sapendo che un'ombra del passato oscurerà il suo presente e quello dei regni, le cui sorti saranno nuovamente minacciate da sanguinosi conflitti.

Damien Melquart: La città degli esiliati di Mirco Bambozzi

Titolo: Damien Melquart: La città degli esiliati
Autore: Mirco Bambozzi
Editore: Autopubblicato
Pagine: 350
Prezzo: € 17 (cartaceo) € 1,99 (ebook)

TRAMA
Un’avventura fantastica, ambientata in un lontano passato apocalittico di cui nessuno ha più memoria. Storie di angeli, demoni, vampiri, elementali e uomini, narrate fra scalate al potere, amori tormentati, tradimenti clamorosi e insospettabili alleanze. L’umanità cerca redenzione. Spiragli di salvezza s’intravedono in un’antica profezia: “Quando il Vinto sarà vinto, e solo vincerà se stesso”. L’eterno scontro fra il bene e il male incarnato dall’epica battaglia fa gli uomini e la Terra dei Vulcani. Damien Melqart è un giovane Eretico alla ricerca di se stesso e del suo posto nel mondo. Il suo viaggio verso Elisea è costellato di insidie, incontri e rivelazioni. Le sue uniche certezze sono i compagni d’avventura e una precisa convinzione: “non esiste Bene, che sia realmente tale, che il Male possa distruggere”. Nel primo capitolo della saga, dopo una breve sosta a Desma, Damien è costretto a prendere parte alla guerra fra gli Esiliati e i vampiri di Dorodoka. Combatte per Desma, la Città degli Esiliati, ma i vampiri sono troppo potenti e una volta preso atto del pericolo, non gli resta che partire alla volta di Lemuria, la mitica città delle silfidi, alla ricerca di una speranza.

I guardiani dell'isola perduta di Stefano Santarsiere

Titolo: I guardiani dell'isola perduta
Autore: Stafano Santarsiere
Editore: Newton Compton
Pagine: 381
Prezzo: € 7, 90 (cartaceo) € 2,99 (ebook)

TRAMA
Una scossa improvvisa giunge nella vita di Charles Fort, giornalista appassionato di misteri. Il suo amico Luca Bonanni è morto in un incidente stradale e proprio lui viene convocato dalle autorità per riconoscerne il corpo. Ma le sorprese che lo attendono non sono poche: la compagna di Bonanni, Selena, sospetta un'altra causa di morte e lo contatta per chiedergli aiuto. Ha con sé una valigia lasciata dall'uomo piena di oggetti provenienti da relitti inabissatisi nel Pacifico e che nessuno, in teoria, potrebbe aver recuperato. Le domande sono tante: cosa lega il contenuto della valigia alle ultime ricerche di Bonanni? Da cosa dipendevano i suoi timori negli ultimi giorni prima dell'incidente? E soprattutto, chi o cosa sono gli hermanos del mar che cercava lungo le coste messicane e poi nell'arcipelago delle Fiji? Per risolvere i tanti misteri, Charles Fort e Selena si spingeranno dall'altra parte del mondo, trovandosi alle soglie di una scoperta scioccante che unisce le ipotesi sull'esistenza di misteriose creature degli oceani agli affari di una spietata multinazionale...

L'ammerikano di Pietro De Sarlo

Titolo: L'ammerikano
Autore: Pietro De Sarlo
Editore: Europa Edizioni
Pagine: 204
Prezzo: € 9,49 (ebook) € 14,90 (cartaceo)

TRAMA
Il tranquillo scorrere della vita a Monte Saraceno, un piccolo paese dell'Appennino lucano, viene sconvolto dall'arrivo di un uomo dal passato oscuro e inquietante: l'Ammerikano. Wilber Boscom, l'ultimo discendente di una coppia emigrata clandestinamente negli Stati Uniti, ha appena portato a compimento la sua personale e atroce vendetta contro una famiglia mafiosa italo-americana, gli Zambrino, ed è per questo costretto a fuggire per evitare sanguinose ritorsioni. Ma appena l'uomo approda nel piccolo centro all'ombra dei pozzi di petrolio della Val D'Agri, il suo passato si intreccia con la placida realtà del luogo, alterandone inevitabilmente gli equilibri e innescando una sequenza di eventi che vede in Vincenzo, un suo lontano parente, un contraltare perfetto del protagonista. La fitta trama di questo libro si snoda in modo piacevole, alternando tragedia e commedia, noir e rosa, ma tenendo sempre alto il livello emotivo della narrazione, e ciò che scorre sotto la superficie del romanzo, condotto con uno stile avvincente e al contempo ironico, è una sovrapposizione di strati splendidamente contrastanti, dove finanza e traffici internazionali si mischiano alle tradizioni e ai vizi di un'Italia che non c'è più. Che crediamo non ci sia più...




Annie

Recensione: "L'ultima notte al mondo" di Bianca Marconero

08:00

Titolo: L'ultima notte al mondo
Autore: Bianca Marconero
Editore: Newton Compton
Pagine: 448
Prezzo: € 5,90 (cartaceo) € 3,99 (ebook)

TRAMA
Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un'adolescenza tutt'altro che semplice e davanti a sé un futuro nel quale potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l'occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che cosi potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano... 


LA MIA OPINIONE
Come vi ho accennato nell'introduzione, questo per me è uno dei romanzi più desiderati del mese, ma in realtà sono in trepidante attesa per l'uscita di L'ultima notte al mondo da quando ho saputo che sarebbe stato pubblicato. Piena di aspettative e felicissima, mi sono tuffata nella lettura in anteprima appena 72 ore fa, e ovviamente l'ho divorato.


Se Dante Berlinghieri (protagonista di La prima cosa bella) credeva soltanto nell'amore non corrisposto, Marco Bertani certo non è messo meglio: il suo cuore l'ha rubato dieci anni prima Marianna Visconti, una compagna di liceo, e non gliel'ha più restituito. 
Dalla fine delle superiori di tempo ne è passato e Marco colleziona avventure di una notte e lavora come operatore per Retelibera, una TV privata con sede a Bologna, mentre Marianna è appena rientrata dagli Stati Uniti, fa il praticantato presso un importante studio legale e cerca di superare la crisi con Luca, il suo fidanzato storico.
Le vite di Marco e Marianna in questo momento sono ancora più distanti di quanto fossero in passato, ma quando il destino si mette di mezzo i due si incontrano. E si scontrano.
E sono anche costretti a lavorare insieme, perché a Marianna viene proposto di lavorare ad un programma televisivo scritto da Marco e lei non esita ad accettare.
Entrambi pensano che lavorare insieme possa essere catastrofico, ma giorno dopo giorno invece scoprono di avere molto in comune, tanto che come team di lavoro funzionano alla perfezione. E forse non solo sul lavoro...

Di romanzi d'amore nel mondo della letteratura ne esistono centinaia di migliaia e l'amore ormai è stato raccontato da ogni punto di vista e ne è stato esplorato ogni aspetto, ma L'ultima notte al mondo non è un romance come un altro.
Prima di tutto, per i suoi protagonisti: Marco e Marianna sono due personaggi realistici, che sembrano vivere davvero attraverso le parole che li raccontano. E sono dei bei personaggi perché sono imperfetti. Anzi, a dirla tutta sono entrambi proprio pieni di difetti, ma non ho potuto fare a meno di affezionarmici.
Vivono in due mondi completamente diversi, un mondo fatto di basket, lavoro a oltranza e amici chiassosi per Marco, mentre quello di Marianna è pieno di formalità e apparenze e sembra ruotare tutto intorno a Luca.
Quando le loro vite cominciano ad incastrarsi, vivono una conoscenza tra alti e bassi perché nessuno dei due vuole lasciarsi andare del tutto. Marco ha paura di rimanere di nuovo scottato e Marianna invece pensa di riconquistare Luca, mentre il suo cuore la porta da Marco.
Ed è così che la loro relazione comincia a diventare un po' un brano suonato da una fisarmonica, che ha quelle note basse e piene e avvolgenti per i momenti migliori, ma anche quelle acutissime che arrivano all'improvviso e che segnano i momenti di scontro e incomprensione. 
E poi non è un romance come un altro perché lo ha scritto Bianca, e Bianca è Una Che Capisce.
C'è potenza narrativa in quello che racconta in questo romanzo, c'è emozione dalla prima all'ultima pagina, c'è tensione, che sale in un climax che stringe l'anima e che a volte fa male, ma ci sono anche l'ironia (soprattutto quella beffarda di Marco) e a tratti un romanticismo così bello e nuovo e pieno che è una gioia per il cuore di chi legge. 

Sembra strano da dire, ma se siete stanchi dei romance, dovreste proprio leggere L'ultima notte al mondo, perché che è una storia d'amore piena di colore e vivida, e per questo non si può fare a meno di apprezzarla.
Va da sé che se siete dipendenti dalle storie d'amore, beh, anche voi dovreste leggerla, per gli stessi motivi.
Che io me ne sia innamorata credo lo abbiate capito tutti.







c'è posta per noi

C'è post@ per noi... #232

09:08

Buongiorno lettori! State leggendo sotto l'ombrellone o in pineta, mi auguro di si ;), in ogni caso vi lascio qualche segnalazione, magari vi offrirà qualche nuovo spunto.
Per questioni organizzative, oggi vi segnalerò ben cinque titoli!







Titolo: Falliti
Autore: Vito Maselli
Prezzo: € 13
Link: http://www.lesflaneursedizioni.it/prodotto/falliti/

Sinossi: Storie di ordinaria quotidianità – I falliti sono quelli che non ce la fanno, coloro i quali cercano di rimanere a galla durante la risacca e di resistere alle intemperie della vita, ma vanno a fondo. Alcuni provano a risalire in superficie, altri non ci pensano neanche. Gli ordinari falliti di questo libro si lasciano vincere dalla vita che, a volte, è talmente imprevedibile da avvolgerli in trame dalle tinte fosche, inimmaginabili nei loro risvolti.

L'autore: Vito Maselli (Bari, 1981). Specializzato in comunicazione multimediale, è esperto di promozione territoriale. Appassionato lettore, tra gli autori che hanno ispirato quest’opera ci sono: Stephen King, Nathaniel Hawthorne e Raymond Carver. Ha partecipato alla raccolta Macerie pubblicata con Les Flâneurs Edizioni.


Titolo: Confessioni di donne
Autrice: Chiara Pepe
Prezzo: € 11
Link: http://www.lesflaneursedizioni.it/prodotto/confessioni-di- donne/

Sinossi: Figure di donne della storia e del mito si alternano in una carrellata di ritratti rivelatori dei loro più intimi sentimenti. Attraverso i loro monologhi, voci del passato – reale e di fantasia – reclamano il riscatto della loro memoria, spesso condannata dal tempo a una sorta di damnatio velata di misoginia. Donne come Maria Antonietta e Anna Bolena, ma anche Cassandra e Ifigenia, interloquiscono direttamente col lettore, raccontando la loro personale versione dei fatti. Un punto di vista privato ed esclusivamente femminile, solitamente trascurato dalla storia dei grandi eventi, che è quella fatta inesorabilmente dagli uomini.

L'autrice: Chiara Pepe (Polignano a Mare, 1990). Laureata in Scienze storiche, collabora con il Seminario di Storia della Scienza dell’Università degli Studi di Bari. Fino al 2014 è stata operatrice culturale per la Fondazione Pino Pascali, museo d’arte contemporanea. Tra i suoi interessi figurano la storia della scienza, la letteratura e la storia delle donne. Relatrice in convegni nazionali, collabora con diverse istituzioni e associazioni culturali del territorio. Ha al suo attivo pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali. Da quattro edizioni è direttrice di produzione dell’International Campus Musica, che si tiene a Polignano a mare.

Estratto: «Il mio corpo era diventato l’armatura più temibile. Il mio nome l’emblema della perdizione»
  

Titolo: Fantastorie
Autore: Antonio Campanile
Prezzo: € 10
Link: http://www.lesflaneursedizioni.it/prodotto/fantastorie/

Sinossi: Racconti immaginifici tra memoria e futuro – Le suggestioni di una vita intera prendono forma nei racconti di Antonio Campanile. Un oggetto, un brano musicale, un viaggio reale o immaginifico, una parola origliata per caso e lasciata cadere lì: tutto questo ritorna con insistenza alla mente dell’autore, per essere trasferito sulla pagina bianca e acquisire un significato nuovo, più profondo. Il fil rouge delle storie narrate è la memoria, che si fa più lucida e vivace nello sforzo di ricordare, ma anche nel suo slancio verso il futuro. Racconti dalle sfumature più intimistiche – su una donna-angelo volata via, sulla cantina della nonna, su un ulivo dell’infanzia – si alternano ad altri in cui dominano l’ironia, i giochi di parole, la passione per l’Intelligenza Artificiale. Ne deriva un viaggio affascinante, personale ma allo stesso tempo universale, tra le pieghe dell’animo umano.

L’autore: Antonio Campanile (Mola di Bari, 1958). Laureato in Informatica con una tesi di Intelligenza Artificiale sul gioco degli scacchi, di cui è giocatore con il titolo di Maestro, ha lavorato per sei anni in una Software House del gruppo Olivetti, quattro dei quali trascorsi a Ivrea come consulente software nel settore Marketing. È attualmente docente di Matematica Applicata in un Istituto Tecnico Economico.
Nel 2004 ha pubblicato il suo primo libro di racconti, Coriandolando.

Estratto: «Sento di essere vicino alla meta, a quegli orizzonti lontani, ma mi fermo (…) Devo tornare e forse è giusto così. D’altro canto gli orizzonti sono belli perché non si raggiungono mai, come i nostri sogni»



Titolo: Il Mostro
Autore: Vincenzo De Marco
Prezzo: € 10
Link: http://www.lesflaneursedizioni.it/prodotto/il-mostro/

Sinossi: Versi di rabbia e d’amore – La fabbrica, le polveri, l’acciaio: squarci sul lavoro quotidiano all’Ilva, che si alternano a riflessioni sulla vita, a rasserenanti immagini di evasione.
Il mondo rassicurante degli affetti, la Puglia e la sua bellezza incontaminata, vista da un operaio che, suo malgrado, contribuisce a inquinarla. Tutto questo anima le poesie di Vincenzo De Marco, poeta operaio e cantore di una contraddizione esistenziale tra lavoro e vita: due elementi normalmente in simbiosi, ma che nella Taranto dei veleni finiscono col trovarsi in una tragica dicotomia.

L’autore: Vincenzo De Marco (Grottaglie, 1976). Operaio e poeta. Con Les Flâneurs Edizioni ha partecipato all’antologia di racconti Macerie, il cui ricavato sarà devoluto alle popolazioni terremotate del Centro Italia.


Titolo: Storia di un amore all’anatra
Autore: Stefano Iannaccone
Prezzo: € 14
Link: http://www.lesflaneursedizioni.it/prodotto/storia-di-un-amore-allanatra/

Sinossi: Un volo verso Praga. Una coppia conflittuale. Una sequenza di sensazioni grottesche che riempie il tragitto verso la fiabesca capitale. Ma Mattia non è un tipo da fiaba: lui, giornalista precario, consuma la propria vita in una realtà metropolitana fatta di crisi e disillusione. E Veronica, la sua fidanzata dal temperamento leggero e a tratti frivolo, è spesso divisa tra l’amore che prova per lui e la noia che il loro rapporto le provoca.
A Praga Mattia viene lasciato all’improvviso e senza un motivo apparente. Vagando per la città con pochi soldi e tante domande incontra Alberto, enigmatico cinquantenne legato alla capitale ceca e ai suoi trascorsi storici da un trauma giovanile. Tra flashback drammatici e digressioni dal taglio ironico verrà infine a delinearsi un triello fatto di sguardi, sogni e speranze. Qual è il fil rouge che unisce tre figure così distanti?

L’autore: Stefano Iannaccone (Avellino, 1981) è giornalista. Scrive per La Notizia, collabora con Ilfattoquotidiano.it e Gli Stati Generali. In precedenza ha pubblicato Andrà tutto bene e Fuori Tempo Massimo.

Estratto: «L’amore è un esercizio di autolesionismo, una reiterazione ossessiva di abitudini. L’idealizzazione del partner è solo una tecnica di autodifesa: le coppie, nella maggioranza delle circostanze, si detestano»



Germano Morini

Recensione: Il vescovo errante di Germano Morini

09:00

Titolo: Il vescovo errante
Autore: Germano Morini
Edizioni: Edizioni Campo di Marte
Pagine: 137
Formato: Kindle
Prezzo: €1,49
Genere: thriller esoterico

Sinossi:
Roma, in questi giorni.
Un monumento distrutto, persone morte nello stesso istante senza una causa apparente, un testimone da rintracciare.
E' questa l'indagine che trascinerà Beppe Dosi, capitano di un improbabile reparto dei Carabinieri, nelle spire di un caso molto più serio di lui.




Recensione:
Roma.Inprovvisamente la tanto famigerata statua di Giordano Bruno di Campo de' Fiori scompare, o meglio, si liquefa' e in contemporanea, alcune persone nei paraggi cadono al suolo morte.
All'ispettore Dosi e al maresciallo Chiattoni l'arduo compito di indagare e cercare di raccapezzarsi in un'indagine che sembra portare a una scoperta sorprendente, in cui la misteriosa ed arcaica figura di un uomo di nome Gio, sembra condurre lungo una pista inquietante. Tra passeggiate ed inseguimenti nella Roma antica e incontri con alti prelati dagli oscuri segreti, l'autore rivela una profonda conoscenza della capitale, tanto da dare al lettore l'impressione di camminare realmente per le strade della città eterna. Minuzioso nelle descrizioni dei luoghi, tanto quanto nel rivelarci elementi storico-religiosi e simboli esoterici, Morini ci accompagna in un viaggio senza tempo, in una Roma immortale, con personaggi ben costruiti, dal tipico accento romanesco, tutti con delle caratteristiche ben precise. Il personaggio di Gio è la figura, a mio parere, più interessante, seguita dal misterioso Vescovo errante. Ma non meno caratteristiche si presentano le figure di Beppe Dosi e del Chiattoni, amici e colleghi, che con la loro combriccola di amici ci conducono nei meandri di una Roma vera, tutta da scoprire.
Battute simpatiche e scorrevolezza contribuiscono a rendere il romanzo un giallo esoterico non comune. 
A voi lettori il compito di scoprire il resto, certa che non rimarrete delusi!

 











Ragazze mancine

Recensione: RAGAZZE MANCINE di STEFANIA BERTOLA

08:30

Titolo: Ragazze Mancine
Autrice: Stefania Bertola
Editore: Einaudi
Pagine: 281

Sinossi: Ingredienti: due donne diversissime, un cane bielorusso, una bambina che porta il nome di un film in bianco e nero, un medaglione smarrito, tante coperte patchwork e una sana diffidenza nei confronti dell’amore. Una storia che ti accende l’allegria e poi non la spegni più.
Adele ha trentadue anni e non ha mai lavorato un giorno in vita sua. Una mattina si sveglia e scopre che il suo mondo non esiste piú: il marito ha dichiarato fallimento, ha prosciugato i conti in banca ed è scappato con l’amante. Come regalo d’addio le ha lasciato il gigantesco cane della sua nuova fidanzata. Ed è proprio mentre Adele tenta di liberarsene che una ragazza con una bambina in braccio le si fionda in macchina... Inizia cosí il nuovo romanzo di Stefania Bertola, con l’incontro-scontro tra due donne che non potrebbero essere piú distanti: una pare uscita da una versione biellese di Beautiful, l’altra è ecocompatibile e spontaneamente zen, generatrice automatica di guai. Costrette dal destino a dividere una casa, alcune insidie, un’accanita nemica e un affascinante bugiardo, ciascuna imparerà dall’altra a ribaltare le proprie certezze. Un romanzo che trabocca di allegria e intelligenza, capace di attraversare i generi per andare spavaldo dove vuole.

Recensione:
Adele è in autogrill quando una bionda le sale in auto con una bambina e le intima di partire.

Un mese prima, Adele è stata lasciata sul lastrico e con un cane dal marito Franco; in seguito, il cognato le ha reso una verità fatta di frodi, debiti e corna. 
Sulle prime, Adele sembra una cinquantenne avvezza ad un certo stile di vita, ma si scopre presto che di anni ne ha soli 32 e quindi tutta una vita ancora davanti!

La bionda è Eva, giovane mamma di Jezebel, inseguita per il medaglione che ha al collo, ritrovato in spiaggia alla vigilia delle doglie.

Adele non ha mai lavorato, odia cani e bambini ma per avere un tetto sulla testa deve adeguarsi e conviverci visto che Eva le propone di vivere con lei.

Eva, come avrete capito, è una giovane buona e paziente, cresce una bimba da sola, è un po' matta secondo me ma fa quel che può per la sua piccola.

I capitoli si alternano tra personaggi e storie, così venivamo a conoscere un'ingenua avvocatessa divorzista, una finta aristocratica boriosa, un aristocratico donnaiolo e due giovani uomini che finiranno per girare attorno alle protagoniste.

Cristiano, ad esempio, è un imprenditore agricolo benestante, figlio di un'arpia, fratello di uno scapestrato ed amante delle rosse.

D'altro canto, Adele è una rossa sulle prima in cerca di un nuovo marito ricco ma affascinata dal suddetto scapestrato.

Lo scapestrato, di cui volutamente ometto il nome,  è interessato ad Eva e non si fa specie di nulla in nome del dio denaro.

Non vi sembra un mix di ingredienti ad alto potenziale??

Cosa accomunerà mai Eva ed Adele tanto da passare da sconosciute ad inquiline e quindi ad amiche?

A prescindere dalle difficoltà economiche e sentimentali, entrambe sono mancine, ecco spiegato il titolo.

Una lettura piacevole che riserva molte sorprese sia alle protagoniste che al lettore.





Alessio Del Debbio

C'è post@ per noi... #231

08:00

Buona domenica lettori!
Anche luglio è arrivato e con lui un'estate piena di belle letture. E magari ne scopriremo qualcuna tra quelle giunte nella nostra casella postale virtuale. Vediamo insieme qualche segnalazione... ma avete preso carta e penna? No??? Avanti, correte che io vi aspetto....


Titolo: Ogni singola cosa
Autore: Monica Brizzi
Editore: self publishing
Pagine: 250
Prezzo: €2,99 (ebook)
Data di pubblicazione: 3 maggio 2017

Dove acquistare: AMAZON


Trama. Rebecca Ferrari adora il mare. Non c'è niente al mondo che ami quanto tornare ogni anno dai suoi amici. Tutto il resto, invece, non le interessa granché, specialmente la gente, ed è difficile che qualcuno le vada a genio. È sicura che con Samuel Baroni, il proprietario dell’hotel più in della zona, le cose non saranno diverse. Rebecca sa che è un imprenditore abituato ad avere tutto e a non prestare attenzione agli altri. I modi bruschi e la mancanza di tatto ne fanno uno squalo, nel suo lavoro, e lei non vuole averci niente a che fare. Questo, almeno, è ciò di cui si convince prima di conoscerlo.
Scontrosi, ribelli, fintamente educati, nervosi, distanti, freddi. Samuel e Rebecca sanno benissimo che tipo di persona sono. Quello che non sanno, è quanto abbiano bisogno l'uno dell'altra.



Titolo: Spotless Love
Autore: Ary Sophia Curter
Editore: LFA Publischer
Pagina: 370
Prezzo: €18,00 (cartaceo; ebook da definire)


Trama. Amore, bullismo, violenza sulle donne. Sono queste le tematiche toccate, anche se talvolta in modo marginale, da questa storia il cui pilastro è una storia d’amore del tutto ordinaria tra due persone completamente opposte. 
Lei si chiama Elena Rossi, venticinquenne, stimata store manager della sede bolognese delle Apple, fondatrice dell’associazione Una nuova vita e rappresentante EAN – European Anti-bullying Network che ha un passato che continua a rincorrerla nonostante cerchi con tutte le sue forze di liberarsene. Un segreto che si porta dietro dall’età di sedici anni e vari episodi di bullismo l’hanno portata a fidarsi di poche persone e a spegnere le sue emozioni tanto che i colleghi la descrivono come un’isola dalla bellezza straordinaria. 
Lui si chiama Thomas Smith, ventottenne, dirigente del reparto Estero e socio di una delle più famose ditte edilizie di San Francisco con un passato che lo torna a tormentare ogni notte nei suoi incubi. 
Lei testarda, ostinata, determinata, disordinata, sognatrice e non crede nell’amore perciò non ha relazioni da diverso tempo. Lui, metodico, ordinato, diligente, insomma, un vero maniaco del controllo e non crede nell’amore perciò ha solo relazioni di una notte. 
Un incontro del tutto casuale farà incrociare le loro strade facendogli mettere in discussione ciò in cui credono.



Titolo: La guerra dei lupi
Autore: Alessio Del Debbio
Editore: Il Ciliegio
Pagine: 411
Prezzo: €19,50 (cartaceo); €
Data di pubblicazione: 8 giugno 2017

Dove acquistare: AMAZON | IBS | MONDADORI STORE | LAFELTRINELLI


Trama. Amici da anni, Ascanio, Daniel, Marina e la loro compagnia di Viareggio non desiderano altro che trascorrere una tranquilla vacanza insieme, ma il destino ha altro in serbo per tutti loro. Gli ulfhednar di Odino sono tornati e la Garfagnana non è più un posto sicuro da quando Raul ha preso il comando del branco del Vello d'Argento. Spetta ad Ascanio, ultimo discendente di una stirpe di officianti della Madre Terra, contrastare i suoi progetti di dominio, aiutato dal suo compagno Daniel, un ulfhedinn fuggiasco che ha imparato ad apprezzare la vita tra gli uomini. Ma dietro le mire espansionistiche del violento e indegno Alfa si nasconde un'ombra antica, disposta a tutto pur di aggrapparsi alla vita.




Titolo: CR*61242
Autore: Riccardo Rossi
Editore: Scatole Parlanti
Pagine: 196
Prezzo: €14,00 (cartaceo)

Dove Acquistare: SITO EDITORE

Trama. Maila, diciotto anni ancora da compiere, è una ragazza brillante, studiosa e innegabilmente bella. Di origini persiane, ha un fidanzato che incarna il tipico modello del “figlio di papà”: ricco, viziato e abituato ad avere tutto con estrema facilità. Seba, vent’anni e lunghi capelli raccolti in un elastico, lavora come meccanico nell’officina del padre ed è un appassionato vespista, nonché proprietario di una p125x nera. Le vite di Maila e di Seba si intrecciano, fatalmente, durante il veglione di capodanno del 1989, quando entrambi sono in fila alla toilette. Sullo sfondo della Cremona di fine anni Ottanta si rincorrono le storie dei giovani protagonisti di CR*61242, opera che ripercorre le notti magiche di Italia ’90, i caroselli in Vespa, le musicassette di Vasco nelle autoradio e i pomeriggi al cinema davanti all’ultima pellicola di Salvatores.

Alla prossima